Le 10 migliori cose da fare a Oostkapelle (Paesi Bassi)

La località di Oostkapelle si trova sulla tranquilla costa nord-occidentale di Walcheren, un tempo isola divenuta penisola con la costruzione della diga di Oosterscheldekering nel 1986. Middelburg, la capitale della Zelanda, è a soli dieci chilometri a sud, e nel 17 e 18 secolo i suoi ricchi cittadini fondarono tenute di campagna vicino alla costa di Oostkapelle.

I resti di questi possono essere visti nel De Manteling, ora una riserva naturale.

La spiaggia selvaggia della Bandiera Blu di Oostkapelle, accessibile da una stradina attraverso le dune, è straordinaria anche per gli alti standard di Walcheren.

1. Spiaggia di Oostkapelle

Spiaggia di Oostkapelle

Fonte: Rob van Esch / shutterstock

Spiaggia di Oostkapelle

Per darti un'idea della qualità della spiaggia di Oostkapelle, il resort ha vinto il premio "La spiaggia più pulita dei Paesi Bassi" quattro volte negli ultimi 15 anni.

L'ultima volta è stata nel 2017, con il riconoscimento annuale della Bandiera Blu e della Costa della qualità.

Sicuro di dire che la spiaggia di Oostkapelle è incontaminata, sia sull'ampia distesa di sabbia che nell'acqua.

Un vantaggio di un resort piccolo e tranquillo come Oostkapelle è che non c'è sviluppo invadente sulle dune dietro; solo padiglioni sulla spiaggia come Berkenbosch, Lage Duintjes, Zeecafe e De Piraat, dove è possibile pranzare e fuggire dal vento occasionalmente ventoso.

Potresti stare su queste terrazze riparate e guardare il tramonto, che è sempre uno spettacolo.

2. Terra Maris

Terra Maris

L'aranciera del XVIII secolo di Kasteel Westhove è la sede affascinante di un museo sulla natura e il paesaggio della provincia della Zelanda.

In questa posizione, sul bordo delle dune, sei a poche centinaia di metri dal Mare del Nord.

La storia fisica della Zelanda è un argomento avvincente, in una regione in cui grandi tratti di terra sono stati bonificati dal Mare del Nord e in cui gli immensi progetti per le opere del Delta nel 20 ° secolo hanno aiutato a proteggere i Paesi Bassi dalle inondazioni una volta per tutte.

Alcuni dei centri espositivi sui circa 100 villaggi della Zelanda persi sotto le onde, arricchiti con reperti recuperati da questi siti.

Ci sono modelli che mostrano fattorie dell'XI secolo, così come le dighe costruite nel 1600, mentre un acquario offre un'istantanea della vita marina al largo della Zelanda.

All'esterno c'è un giardino paesaggistico di 2,5 ettari, che presenta i vari habitat della regione.

3. Kasteel Westhove

Kasteel Westhove

Fonte: Fotografie-Kuhlmann / shutterstock

Kasteel Westhove

A metà strada dalla vicina Domburg si trova Kasteel Westhoeve, un castello medievale con fossato che può essere visto dall'esterno.

Nessuno è esattamente sicuro di chi abbia costruito questa roccaforte, ma in epoca medievale era sotto il controllo dell'Abbazia di Middelburg, che esercitava un potere regionale importante in questo periodo.

Alcune delle molte persone potenti che varcano queste porte sono Filippo I di Castiglia (1478-1506), così come sua moglie e il figlio Carlo V, imperatore del Sacro Romano Impero (1550-1558). Il castello subì molti danni durante la Guerra degli Ottanta anni alla fine di quel secolo e furono fondate nuove tenute sulla sua terra.

Oggi c'è un ostello della gioventù all'interno, mentre gli annessi, incluso l'aranceto che ospita Terra Maris, sono stati ricostruiti nel 18 ° secolo.

4. Molen D’Arke

Arrivando a Oostkapelle sul Noordweg potresti perdere questo mulino nascosto dietro le case.

Molen D’Arke è un mulino a torre che fu costruito nel 1858 per sostituire un vecchio mulino postale, riutilizzando parte del meccanismo di quel precedente mulino.

D'Arke appartiene alla stessa famiglia dal 1950 ed è stato riportato in funzione nel 2007. Due delle tre paia di pietre originali girano ancora, e puoi passare il venerdì il sabato in estate per acquistare un sacchetto di farina biologica macinato in questo bel monumento.

Se sei incuriosito dai meccanismi interni del mulino, il mugnaio sarà felice di darti una rapida visita guidata.

5. De Manteling

De Manteling

Fonte: Merel Tuk / shutterstock

De Manteling

Da Kasteel Westhove e Terra Maris puoi avventurarti in una splendida riserva naturale di 740 ettari, modellata dagli umani per centinaia di anni.

Lontano dalle dune, la riserva copre le tenute storiche fondate dall'élite di Middelburg nel XVII e XVIII secolo.

Alcuni dei sostegni di questo periodo sono maestosi viali e branchi di daini.

Potresti essere affascinato nell'apprendere che molte piante da fiore come narcisi, bucaneve, rododendri, primule e anemoni di legno non si sarebbero verificati naturalmente qui e furono introdotti dalle tenute.

Molte specie di picchi e uccelli canori si riproducono a De Manteling e in estate c'è un coro costante.

6. Oranjezon

Oranjezon

Fonte: Andy Troy / shutterstock

Oranjezon

Non rimarrai senza posti dove andare a camminare a Oostkapelle, poiché ad est della città c'è un altro spazio naturale tranquillo.

Incorporando un pezzo di costa e il suo entroterra, Oranjezon è molto vario, che unisce spiagge, alte dune, macchia e foresta.

Sui sentieri potresti essere accolto da branchi di cavalli selvaggi di Konik, che vengono lasciati fuori sul pascolo delle dune per pascolare e garantire uno spettro più ampio di vita vegetale.

Tra questi prati e le dune al picco c'è una fitta macchia di biancospino e mora, che crea un habitat per decine di specie di uccelli nidificanti.

In autunno, Oranjezon è anche visitata da uccelli migratori, portando il numero di varietà individuate ogni anno a 130. È possibile visitare durante le ore diurne e attenersi ai sentieri designati per contribuire a mantenere questo prezioso ambiente.

7. Willibrordkerk

Willibrordkerk

Quando si tratta di architettura, la caratteristica essenziale di questa chiesa su Waterstraat è la torre, che fu costruita alla fine del 14 ° secolo.

Questa struttura sopravvisse all'assedio di Middelburg (1572-74) durante la guerra degli Ottanta anni, che rivendicò il resto della chiesa, così come una ricostruzione avvenuta negli anni 1820.

In estate puoi salire le scale verso l'alto per una piccola tassa, per vedere le due campane, una delle quali è stata lanciata nel 1620. All'interno vedrai un pulpito di legno realizzato nel 1650 e sculture di angeli tra cui San David con un arpa appartenuta a una cassa di organo del 18 ° secolo e ora adornano la galleria.

8. Ciclismo

Ciclismo

Fonte: cosa c'è in un nome / shutterstock

Ciclismo

Anche in questo angolo tranquillo di Walcheren è possibile accedere al resto della penisola da un'intera rete di piste ciclabili, tutte collegate.

Puoi usare knooppunten (nodi) in cui i percorsi si intersecano per vedere tutto ciò che la penisola ha da offrire.

A solo mezz'ora di distanza, questo mette a portata di mano la città di Middelburg e tutto il suo patrimonio olandese nell'India orientale.

A livello locale ci sono percorsi designati, Fietsroute in en om Veere e Fietsroute Oostkapelle en Kamperland, che si snodano attraverso le dune nella zona di Veere o verso la gigantesca barriera di tempesta di Oosterscheldekering a Kamperland.

Essendo un luogo orientato al turismo, Oostkapelle ha un paio di negozi di noleggio, pinzette Robbert Boogaard e noleggio biciclette Festina Lente, quindi non devi preoccuparti di non avere le tue ruote.

9. Domburg

Domburg

Fonte: Manninx / shutterstock

Domburg

Il resort successivo lungo la costa è a soli dieci minuti di auto e, come Oostkapelle, ha attratto per la prima volta i vacanzieri nel XVII e XVIII secolo.

Nel 1880 il medico Johann Georg Mezger aiutò a mettere i Domburg sulle mappe della nobiltà europea, inaugurando aristocratici e magnati che vennero per cure di riposo.

Un residuo di questo periodo è il glorioso Badpaviljoen (padiglione balneare) neorinascimentale, costruito nel 1888-89 e che ora contiene appartamenti.

Domburg ha un'altra spiaggia maestosa, così come alcuni monumenti storici al suo centro come un ex municipio barocco risalente al 1667. Ci sono alcune altre strutture a Domburg, come una piscina, un campo da golf molto apprezzato (Domburgsche Golf Club) e una scuola di surf, a pochi passi da Oostkapelle.

10. Toeristenmarkt

Ogni giovedì c'è un mercato nel centro di Oostkapelle che affronta l'afflusso annuale di vacanzieri nei mesi estivi.

Il mercato commercia dalle 10:00 alle 19:00 e vende un po 'di tutto.

Ci sono articoli orientati alla spiaggia come libri, giocattoli e teli da mare, oltre a moda, cartoline, profumi, frutta a guscio, caramelle, gioielli, articoli in pelle e snack e pasti pronti come panini appena tagliati, stroopwafel (pancake al caramello) e poffertjes (mini-frittelle).