25 migliori cose da fare a Riga (Lettonia)

La capitale della Lettonia è la città più grande dei tre stati baltici e ospita un terzo della popolazione totale della Lettonia.

C'è una vitalità giovanile a Riga che traspare nella sua vita notturna travolgente, punti di ristoro alla moda e fiorente scena alternativa.

Riga ha una storia avvincente da scoprire, come membro della Lega anseatica medievale e una città che ha vissuto sotto il dominio svedese, polacco, russo, sovietico e nazista.

Il vecchio centro, Vecrīga, è un patrimonio mondiale dell'UNESCO con strade labirintiche, chiese medievali e sale delle corporazioni.

E quando Riga ha superato le sue mura medievali all'inizio del XX secolo, c'è stata una spettacolare esplosione di creatività che ha lasciato la città con oltre 800 edifici in stile Liberty, più di qualsiasi altra città al mondo.

Esploriamo il migliori cose da fare a Riga:

1. Vecrīga

Vecrīga "width =" 1000 "height =" 667 "srcset =" http://pazzoturistici.online/wp-content/uploads/2019/09/25-migliori-cose-da-fare-a-Riga-Lettonia.jpg 1000w, https://cdn.thecrazytourist.com/ wp-content / uploads / 2018/05 / Vecrīga-300x200.jpg 300w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2018/05/Vecrīga-768x512.jpg 768w "data-lazy-size = "(larghezza massima: 1000px) 100vw, 1000px" />

<p class=Fonte: meunierd / Shutterstock.com

Vecrīga

Il vecchio centro di Riga sulla riva destra del fiume Daugava è un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Su queste strade acciottolate di ciottoli e piazze socievoli si trovano le case e le chiese più antiche di Riga.

Vecrīga è piena di ristoranti, locali notturni, gallerie d'arte e musei.

In un bar devi ordinare il dessert intitolato a Vecrīga, fatto con pasta choux ripiena di cagliata e crema alla vaniglia e spolverata con zucchero a velo.

Rozena iela è una strada così stretta che puoi toccare entrambi i lati mentre cammini, mentre la venerabile Skārņu Street ha un mercato di arti e mestieri dove puoi ottenere un souvenir di buon gusto.

Le Sale della Grande e Piccola Gilda risalgono a quando Riga era una fiorente città anseatica, che commerciava attraverso il Baltico e l'Europa nord-occidentale.

Vecrīga perse un terzo dei suoi monumenti storici durante la seconda guerra mondiale, ma molti furono ricostruiti dopo l'indipendenza nel 1990.

2. Architettura in stile Liberty

Architettura in stile Liberty

Fonte: shutterstock

Architettura in stile Liberty

Riga è un paese delle meraviglie in stile Liberty, con oltre 800 edifici, un terzo del patrimonio cittadino, risalente ai primi anni del movimento all'inizio del XX secolo.

Questa è la più grande collezione al mondo di architettura Art Nouveau, facile da identificare per le sue porte e finestre curve, abbondanti rilievi floreali, sculture femminili, stravaganti doccioni o romantiche immagini nazionaliste.

Il motivo di questa proliferazione dell'Art Nouveau è che Riga ha avuto un boom finanziario e aveva bisogno di case alla moda per una borghesia in crescita quando il movimento era fiorente.

Quindi la maggior parte di queste residenze si trova nel nuovo distretto di “Centrs”, a nord e ad est di Vecrīga, oltre le antiche mura.

Abbiamo alcuni esempi in questo elenco, ma uno dei capolavori è al 10a e 10b in via Elizabetes, di "Gaudí di Riga", Mikhail Eisenstein.

3. Piazza del municipio

Piazza del Municipio

Fonte: shutterstock

Piazza del Municipio

In piedi sulla piazza del municipio di Riga e guardando il municipio e la casa dei punti neri, è sbalorditivo pensare che questi monumenti abbiano poco più di 20 anni.

La ricostruzione è senza soluzione di continuità e la piazza ha una grandiosità adatta per una capitale.

Sporge come un pollice dolente accanto alla House of the Blackheads è un edificio sovietico scuro e tozzo degli anni '70 che fino a poco tempo fa conteneva il Museo dell'Occupazione.

La statua di Roland, raffigurante un cavaliere mitologico, è una firma delle storiche città tedesche, che simboleggia i privilegi medievali della città.

Tieni anche gli occhi aperti per un modesto marcatore di pietra nel terreno, registrando la posizione per quello che si ritiene sia il primo albero di Natale decorato al mondo, eretto dalla Confraternita di punti neri nel 1510.

4. La casa dei punti neri

House Of The Blackheads

Fonte: shutterstock

House Of The Blackheads

La pièce de résistance su Town Hall Square è senza dubbio la magnifica House of the Blackheads, costruita per la prima volta per un'associazione di mercanti non sposati e armatori nel 1330.

Questo edificio in mattoni esuberantemente ornato era un punto nevralgico per gli affari e il commercio a Riga durante gli anni anseatici.

E poiché erano scapoli, i Comedoni erano famosi per aver dato vita alla società di Riga, organizzando feste e celebrazioni.

L'edificio fu modificato nel XVI e XIX secolo, prima di essere distrutto da un bombardamento tedesco nel 1941. La ricostruzione non ebbe luogo fino a dopo il periodo sovietico, e fu terminata nel 1999. Puoi andare da martedì a domenica a conoscere i punti neri e la storia dell'edificio.

Le volte nel seminterrato sono originali e risalgono al 14 ° secolo, mentre la stupenda Sala delle celebrazioni e la collezione di argento antico sono assolutamente da vedere.

5. Albert Street

Albert Street

Se hai poco tempo per dare la caccia alle meraviglie dell'Art Nouveau di Riga, ce ne sono molte raggruppate su Albert Street, che è come una galleria all'aperto per l'architettura.

Una delle tante cose sorprendenti di Albert Street è la velocità con cui questi edifici sono saliti.

L'arteria assunse il suo aspetto inimitabile in soli sette anni, dal 1901 al 1908, e otto degli edifici sono elencati come monumenti statali lettoni.

Gran parte della strada è opera dell'architetto russo Mikhail Eisenstein, con una menzione speciale per Konstantīns Pēkšēns e il suo protetto Eižens Laube.

I monumenti da non perdere sono i monumenti elencati in 2, 2a, 4, 6, 8, 11, 12 e 13. Prenditi il ​​più possibile per apprezzare i rilievi e le sculture sulle facciate, che portano i motivi nazionalisti romantici e le figure mitologiche che erano un segno distintivo dell'Art Nouveau.

6. Tre fratelli

Tre fratelli

Fonte: shutterstock

Tre fratelli

A 17, 19 e 21 Mazā Pils Street si trova il più antico complesso di case a Riga, risalente al 15 ° secolo.

La facciata più antica è la n. 17, che ha un mix di gotico e rinascimentale nel suo frontone a gradoni e l'arco a punta sulla porta.

Dipinto di giallo pallido, il n. 19 risale alla metà del 17 ° secolo e fonde il Rinascimento con il design manierista olandese.

Il distinto portale classico qui è più recente ed è stato costruito nel 1746. Questo edificio ospita il Museo di architettura lettone se sei curioso.

Infine, il sottile no. 21 è un'abitazione barocca della fine del 17 ° secolo, con un timpano curvo che scorre.

7. Monumento alla libertà

Monumento alla libertà

Fonte: shutterstock

Monumento alla libertà

A est di Vecrīga questo solenne punto di riferimento ricorda i soldati uccisi combattendo le forze sovietiche durante la guerra di indipendenza lettone (1918-20). In piedi a 42 metri di altezza, il Monumento alla Libertà (1935) è costruito in granito rosso e travertino e crestato da una scultura in rame della Libertà che regge tre stelle dorate.

Questo monumento rimane il fulcro delle cerimonie commemorative ufficiali in città.

Se ti avvicini alla base troverai 13 gruppi di rilievi che registrano eroi nazionali, allegorie, immagini della cultura lettone e momenti cardine nella storia della nazione come la Rivoluzione Russa del 1905 e la Guerra di Indipendenza.

8. Parchi Bastejkalna

Parchi Bastejkalna

Fonte: shutterstock

Parchi Bastejkalna

Il parco intorno al Monumento alla Libertà si estende su entrambi i lati del Pilsētas Kanāls (canale), che si snoda lungo il corso del vecchio fossato di Riga.

Fino al 1856 questa area elevata era il sito delle fortificazioni orientali di Riga, e il suo nome si traduce in "Bastion Hill". Nel corso del diciannovesimo secolo un viale dignitoso, luci a gas, sculture, aiuole formali e una cascata artificiale sono stati disposti sulla collina, mentre graziosi ponti in ferro battuto attraversavano il canale.

Gli edifici splendenti vicini al parco, come l'Opera nazionale lettone e l'Università della Lettonia, contribuiscono al senso della cerimonia.

Guarda il sole che scende dalla collina e passeggia accanto al canale per vedere le anatre, i cigni e i castori.

9. Mercato centrale di Riga

Mercato centrale di Riga

Fonte: EvijaF / Shutterstock.com

Mercato centrale di Riga

Incluso nel patrimonio mondiale dell'UNESCO di Riga, il mercato centrale di Riga è uno dei mercati più grandi e più visitati dell'Europa orientale.

Fino a 100.000 acquirenti entrano nei suoi padiglioni ogni giorno.

L'edificio è una meraviglia a sé stante, costruito nella seconda metà degli anni 1920 e riproponendo hangar di zeppelin tedeschi in padiglioni.

Questi edifici titanici si trovano proprio sul Daugava, appena a sud di Vecrīga, e ognuno ha la sua specialità, che si tratti di specialità gastronomiche, pesce, carne, latticini o verdure.

Ci sono anche bancarelle per navigare fuori, mentre gli ex magazzini (Spikeri) sono stati trasformati in una zona di arte e intrattenimento alla moda.

Alcune chicche che possono portarti fuori dalla tua zona di comfort sono anguille affumicate, Rupjmaizes kārtojums (un dolce a strati a base di pane di segale) e pasta di canapa.

10. Cattedrale di Riga

Cattedrale di Riga

Fonte: Roman Babakin / Shutterstock.com

Cattedrale di Riga

Simbolo permanente di Riga, la “Cattedrale della cupola” è la sede dell'arcivescovo della Chiesa evangelica luterana della Lettonia.

L'edificio è stato modificato molte volte da quando è stato costruito per la prima volta dalla riva destra del fiume Daugava all'inizio del 13 ° secolo.

Come tutte le chiese di Vecrīga, la cattedrale ha un galletto in cima alla sua guglia, del peso di 86 kg e funzionante come banderuola.

C'è una versione precedente in mostra nel delizioso chiostro romanico della cattedrale, una delle parti più antiche dell'edificio.

Nel XVI secolo l'organo a canne all'interno era il più grande del mondo, ma fu distrutto da un incendio nel 1547. L'attuale strumento ha una meravigliosa cassa di legno intagliato e fu installato dalla società Walcker Orgelbau all'inizio del 1880 con 6718 tubi.

11. Porta svedese

Porta svedese

Fonte: shutterstock

Porta svedese

Nel Medioevo Riga era protetta da una poderosa cinta muraria con 20 torri e un fossato largo 90 metri che in seguito sarebbe stato trasformato nei Kanils di Pilsētas.

Delle otto porte che un tempo controllavano l'ingresso in città, l'unica sopravvissuta è la Porta Svedese.

La ragione per cui questo frammento è durato fino al 21 ° secolo è che è stato trasformato in un appartamento dopo essere diventato obsoleto quando i bastioni della città furono costruiti nel 17 ° secolo.

Il suo inquilino era il carnefice della città, che secondo la tradizione avrebbe posato una rosa rossa sul davanzale della finestra la mattina dell'esecuzione.

Il tratto di muro lungo Torņa Street fu restaurato durante l'occupazione sovietica.

12. Chiesa di San Pietro

Chiesa di San Pietro

Fonte: shutterstock

Chiesa di San Pietro

La torre di 123 metri di questa chiesa luterana è parte integrante della sagoma di Vecrīga.

La chiesa di San Pietro fu iniziata all'inizio del XIII secolo, ma ebbe altre due fasi di costruzione nel XV e XVII secolo, lasciandola con una melange di stili architettonici, dal romanico al barocco.

Non è rimasto molto del primo edificio, ma puoi trovare tracce nella navata esterna e su alcuni dei pilastri.

Si può dire che la torre della chiesa abbia avuto un passato difficile: la torre gotica del XV secolo iniziale è crollata nel 1660. La sua sostituzione dal 1690 fu poi abbattuta da un fulmine nel 1721. E più tardi la torre bruciata nella Seconda Guerra Mondiale per essere rinnovata negli anni '60.

Durante l'ultima ricostruzione è stato installato un ascensore che ti porta fino alla seconda galleria ad un'altezza di 72 metri per la migliore vista di Vecrīga.

13. Opera e balletto nazionali lettoni

Opera e balletto nazionali lettoni

Fonte: shutterstock

Opera e balletto nazionali lettoni

Migliore esperienza quando l'autodromo si riempie di spettacoli serali, l'Opera e il balletto nazionale lettone è un teatro neoclassico del 1863. Il locale è più antico dell'Opera nazionale lettone, fondata come in una situazione nel 1912 e ha dovuto aspettare fino a dopo il primo La prima guerra mondiale fece la sua prima esibizione, che fu l'olandese volante di Wagner nel 1919. Gli interni splendenti furono prodotti dallo studio di August Volz, che progettò anche la statua di Roland e le sculture allegoriche sulla facciata della Casa delle teste nere.

Gli amanti della cultura non possono rifiutare una notte di Faust, Die Fledermaus o Madame Butterfly, quindi controlla gli elenchi quando sei in città e unisciti alla folla impeccabilmente vestita.

Un bel pezzo di curiosità è che Wagner fu il direttore musicale del Deutsches Theater, il precursore dell'Opera Nazionale, per un paio d'anni alla fine del 1830.

14. Museo dell'Art Nouveau

Museo dell'Art Nouveau

Fonte: IrinaKorsakova / Shutterstock.com

Museo dell'Art Nouveau

Konstantīns Pēkšēns, una delle stelle del movimento Art Nouveau di Riga, progettò e visse in questo edificio in Albert Street all'inizio del XX secolo.

Nel 2009 l'interno del suo appartamento è stato riportato al layout e alle decorazioni del 1903.

Sulla facciata dell'edificio, cerca i motivi bizzarri ispirati alla fauna selvatica locale, come pigne, aghi e scoiattoli.

La scala a chiocciola è una delizia, con affascinanti dipinti sul soffitto composti dall'eminente pittore della Lettonia, Janis Rozentāls.

Nell'appartamento è possibile attraversare il lussuoso salotto, decorato con motivi floreali, e la sala da pranzo, rivestita con pannelli di legno.

Ci sono mobili magistrali con linee fluide, delicate vetrate e splendide piastrelle, che si vedono meglio sul pavimento della cucina.

15. Museo automobilistico di Riga

Museo automobilistico di Riga

Fonte: remzik / Shutterstock.com

Museo automobilistico di Riga

Il Museo statale di Riga Motor ha riaperto gli affari nel 2016 dopo un rinnovamento di tre anni.

Se hai qualcosa per le auto classiche o sei incuriosito da un manufatto sovietico, il museo è sicuro di mantenere la tua attenzione per un'ora o due.

Dall'occupazione sovietica è possibile vedere modelli di Volga, Moskvich e Zigouli, nonché un'auto blindata ZIS-115 progettata per Josef Stalin e un'auto da città Lincoln Continental 53A donata a Leonid Brezhnev da Nixon nei primi anni '70.

Cerca la replica dell'Auto Union Racing Car Type D, costruita dalla società che si sarebbe successivamente evoluta in Audi.

Anche da ovest puoi ammirare una Jaguar Mk. 2, una Rolls-Royce Silver Wraith e una Mercedes-Benz 220 SE, tutte in ottime condizioni.

16. Cat House

Cat House

Fonte: eFesenko / Shutterstock.com

Cat House

Un edificio da vedere dall'esterno mentre navighi a Vecrīga, la Cat House è una casa in stile Liberty di ispirazione medievale in via Meistaru.

Fu redatto dall'architetto Friedrich Scheffel per un ricco mercante lettone, e prende il nome dai gatti di rame che si trovano sulle torrette angolari.

La storia narra che questi gatti sono stati progettati con le spalle rivolte verso la Casa della Grande Corporazione di Riga a causa di un rancore tenuto dal proprietario lettone per non essere stato autorizzato nella Grande Corporazione per lo più tedesca.

Dopo un caso giudiziario i gatti sono stati respinti nel modo giusto e il proprietario è stato ammesso alla gilda.

17. Vērmanes Garden

Vērmanes Garden

Fonte: vvoe / Shutterstock.com

Vērmanes Garden

A est dei Parchi Bastejkalna e di fronte all'edificio principale dell'Università della Lettonia, il V thermanes Garden è il secondo giardino pubblico di Riga.

Prende il nome da Anna Gertrud Wöhrmann, una vedova prussiana che nel 1810 contribuì con la terra e i fondi per il parco.

In precedenza questa parte della città era stata bruciata dalla città in preparazione di un attacco di Napoleone che non arrivò mai.

Uno dei pochi monumenti solenni nel parco è un obelisco in suo onore, e questo è accompagnato da un'elegante fontana che rappresenta le quattro stagioni e una serie di leoni di pietra.

Il parco ha giardini formali e alberi esotici, parco giochi per i più piccoli, caffè di stagione, persone che giocano a scacchi e un palcoscenico all'aperto per spettacoli di musica e danza in estate.

18. Cattedrale della Natività di Cristo

Cattedrale della Natività di Cristo

Fonte: shutterstock

Cattedrale della Natività di Cristo

La cattedrale della comunità ortodossa di Riga è un vivace edificio neo-bizantino iniziato nel 1876 quando la Lettonia faceva parte dell'Impero russo.

Non puoi perderti quell'ostentata cupola centrale dorata.

Lo Zar Alessandro II donò alla cattedrale 12 campane, che richiedevano la costruzione di un campanile separato.

Queste campane furono fatte fondere all'inizio degli anni '60 sotto l'occupazione sovietica quando la cattedrale divenne la Casa della Conoscenza della Repubblica.

A quel tempo la cupola fu utilizzata come planetario, mentre i crocifissi furono abbattuti e l'iconostasi inestimabile fu distrutta.

I lavori di restauro sono iniziati alla fine degli anni '90 e continuano ancora oggi, aiutando l'iconostasi e l'interno a ritrovare il loro splendore precedente.

19. Museo dell'Occupazione

Museo dell'Occupazione

Fonte: Alex Tihonovs / Shutterstock.com

Museo dell'Occupazione

Quando questo post è stato scritto, il Museo dell'Occupazione, una delle principali attrazioni culturali di Riga, è stato temporaneamente trasferito nell'ex edificio dell'Ambasciata degli Stati Uniti a Raiņa Bulvāris.

Attingendo a un enorme archivio audiovisivo e a una riserva di manufatti, il museo documenta il periodo spesso cupo tra il 1940 e il 1991, quando la Lettonia passò sotto il giogo dell'URSS, poi i nazisti nella seconda guerra mondiale e poi ancora l'URSS.

Vi sono resoconti commoventi ma istruttivi sulle difficoltà dei gulag siberiani, le epurazioni dei nazionalisti lettoni dopo la seconda guerra mondiale e la deportazione e l'omicidio di ebrei nell'Olocausto.

Su Brīvības Street l'attrazione sorella è dedicata alla storia delle operazioni del KGB in Lettonia, in un ex edificio del KGB con celle di prigione intatte.

20. Museo nazionale lettone d'arte

Museo Nazionale Lettone d'Arte

Fonte: MaraZe / Shutterstock.com

Museo Nazionale Lettone d'Arte

Per un'introduzione edificante all'arte lettone del XIX e XX secolo, dirigiti verso il Museo d'arte nazionale lettone, recentemente rinnovato.

Questa suggestiva sala Storica fu opera dell'architetto tedesco baltico Wilhelm Neumann e completata nel 1905. All'epoca era la prima sede museale appositamente costruita in tutti gli Stati baltici.

Il museo è stato chiuso per gran parte di questo decennio, diventando un punto di riferimento culturale per Riga da quando è stato riaperto.

Su due piani puoi conoscere le star dell'arte lettone, come l'espressionista Johans Valters, l'artista liberty Janis Rozentāls e il pittore paesaggista Janis Rozentāls.

Ci sono mostre temporanee nel seminterrato e puoi salire sulla terrazza sul tetto per osservare la città.

21. Museo di storia di Riga e navigazione

Museo Di Storia Di Riga E Navigazione

Fonte: lindasky76 / Shutterstock.com

Museo Di Storia Di Riga E Navigazione

La sala capitolare della Cattedrale del Duomo è la sede del più antico museo della Lettonia.

La collezione fu iniziata a metà del XVIII secolo dal medico di Riga Nikolaus von Himsel.

Dopo la sua morte in giovane età, i suoi beni furono dati in città da sua madre nel 1773 e trovarono una casa permanente nella sala capitolare.

L'architettura di questo monumento risale al XIII secolo nella galleria a volta all'inguine, mentre la sala della colonna regale risale al 1778. La collezione è stata arricchita nel corso degli anni e ricorda ogni fase della vita di Riga, come il suo tempo come porto anseatico nel Medioevo e le occupazioni polacche e svedesi del XVI e XVII secolo.

Tra i numerosi oggetti affascinanti ci sono mappe storiche, strumenti di navigazione, abbigliamento, tutti i tipi di utensili di uso quotidiano, porcellane d'argento e antiche incisioni raffiguranti la città.

22. Museo etnografico all'aperto

Museo etnografico all'aperto

Fonte: shutterstock

Museo etnografico all'aperto

Questo museo in stile skansen si trova sulla riva orientale del Lago Jugla, a 30 minuti in auto dal centro della città.

È un'attrazione da non perdere se vuoi saperne di più sulla cultura lettone.

Qui, 118 edifici tradizionali delle quattro province lettoni sono stati trasportati in questo sito e accuratamente ricostruiti.

La più antica risale al 1600 e la più recente risale agli anni '30.

Il museo è l'unico posto nel paese in cui è possibile contrastare le differenze culturali tra le province di Kurzeme, Latgale, Vidzeme e Zemgale.

In questi edifici scoprirai i metodi di cura di sé all'antica nelle saune, vedi esempi di tessitura tradizionale, sfoglia un arsenale di strumenti per i mestieri storici, fai la tua ceramica, forgia monete, assaggia la classica cucina lettone e scoprilo sulle celebrazioni stagionali lettoni.

Fondato nel 1824, il museo si trova in 87 ettari di pineta e ha piste da sci di fondo in inverno.

23. Musicanti di Brema

Musicanti di Brema

Fonte: shutterstock

Musicanti di Brema

Un divertente diversivo su Skārņu Street è la scultura per la fiaba dei fratelli Grimm, i "musicanti di Brema". La storia parla di quattro animali domestici che invecchiano, un asino, un cane, un gatto e un galletto, che temono di essere messi giù, quindi scappa a Brema per diventare musicisti.

Tuttavia, non arrivano mai così lontano, poiché lungo la strada queste creature sfacciate truffano una banda di ladri e prendono possesso della loro casa.

Si ritiene che il monumento a Riga, donato da Brema nel 1990, porti sfumature politiche come un cenno al Perestrojka di Gorbaciov.

Dovrebbe essere una buona fortuna toccare la faccia di ogni animale in sequenza, e puoi vedere dove il bronzo è stato lucidato da milioni di mani negli ultimi 28 anni.

24. Jūrmala

Jūrmala "width =" 1000 "height =" 750 "srcset =" http://pazzoturistici.online/wp-content/uploads/2019/09/1567429082_111_25-migliori-cose-da-fare-a-Riga-Lettonia.jpg 1000w, https://cdn.thecrazytourist.com/ wp-content / uploads / 2018/05 / Jūrmala-300x225.jpg 300w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2018/05/Jūrmala-768x576.jpg 768w "data-lazy-size = "(larghezza massima: 1000px) 100vw, 1000px" />

<p class=Fonte: shutterstock

Jūrmala

In estate è possibile prendere un treno extraurbano dalla stazione centrale di Riga fino alla località balneare di Jūrmala.

I servizi partono ogni 30 minuti sulla linea Riga-Tukums e impiegano circa 30 minuti per raggiungere la loro destinazione.

Saprai perché hai fatto il viaggio al tuo arrivo.

La spiaggia di Jūrmala è lunga 33 chilometri e ha una sabbia bianca incontaminata di quarzite, occasionalmente fronteggiata da edifici in legno in stile Art Nouveau.

Sei delle aree balneari di Jūrmala ricevono la Bandiera Blu ogni anno e sono tracciate da betulle miste e pinete.

Vale la pena scendere al di fuori della stagione estiva, dato che puoi cacciare pezzi di ambra lavati sulla spiaggia in primavera e in autunno.

Jūrmala fu una fuga d'elezione per l'elite comunista a metà del XX secolo, e sia Nikita Krusciov che Leonid Breznev erano clienti abituali.

25. Riga Black Balsam

Riga Balsam nero

Fonte: dimbar76 / Shutterstock.com

Riga Balsam nero

Se c'è un souvenir lettone in tutto e per tutto, è Black Balsam, un liquore amaro ma leggermente dolce fatto in botti di rovere.

Due milioni di bottiglie vengono prodotte ogni anno ed esportate in 30 paesi.

La bevanda fu formulata nel 1752 dal farmacista Abraham Kunze, come una sorta di tonico riparativo.

Un totale di 24 bacche, radici, erbe, fiori e olii essenziali vanno in ogni bottiglia in ceramica di balsamo nero e se vuoi provarlo ci sono una quantità folle di preparazioni disponibili.

La maggior parte delle volte lo vedrai nei cocktail o come un mixer con vodka, grappa o akvavit.

Ma la gente berrà anche il balsamo nero con caffè, tè, bibite fredde e lo userà anche come condimento per il gelato.