15 migliori cose da fare a Žilina (Slovacchia)

Nella SLovakia centrale, Žilina è una città manifatturiera con un centro grazioso e percorribile tutto innescato dagli immensi paesaggi montuosi della gamma Malá Fatra. Il diciannovesimo secolo non fu esattamente gentile con Žilina poiché la città fu incendiata due volte in soli 40 anni e fu scossa da un sisma nel 1858.

A causa di questi contrattempi, il centro della città è in un elegante stile neoclassico della fine del 19 ° secolo e le dimore in pietra sostituirono le case in legno che erano qui prima. Quindi c'è un'aria grandiosa in strade come la National Trieda e lo spazio ampio di St Mary's Square. Sull'altra sponda del Váh si trova l'immagine da cartolina del Castello di Budatín, che è appena stato riaperto con un museo sulla regione.

Esploriamo il migliori cose da fare a Žilina:

1. Mariánske Námestie (Piazza di Santa Maria)

Mariánske Námestie

Fonte: Oscity / shutterstock

Mariánske Námestie

La piazza principale di Žilina è uno spazio dalla vera imponenza che è stato centrale nella vita della città sin dal 1300.

È lungo 100 metri e lungo 100, ed è delimitato da case con timpani tradizionali e linee continue di arcate al piano terra.

All'interno di questi si nascondono negozi, bar, ristoranti e caffè.

Da non perdere l'immacolata barocca, una colonna incoronata con una statua della Vergine Maria come simbolo della "ricatolizzazione" della città nel 1738.

2. Chiesa della Santissima Trinità

Chiesa della Santissima Trinità, Zilina

Fonte: Shevchenko Andrey / shutterstock

Chiesa Della Santissima Trinità

La storia della cattedrale fa eco al resto di Žilina, poiché è stata rasa al suolo tre volte da un incendio.

La ricostruzione più recente ebbe luogo nel 1942, ma anche se non tutto è storico all'interno, non si può negare il fascino delle sue due guglie emblematiche.

Uno di questi appartiene alla chiesa, e l'altro è il campanile separato, "Torre di Burian", che risale ai primi del 1500 e che è stato bruciato e ricostruito tante volte quanto la chiesa.

Qualcosa che potresti essere interessato a scoprire che la chiesa trascorse gran parte del XVI secolo come fortezza dopo che Žilina era stata rivendicata dal nobile Rafael Podmanický.

Dai un'occhiata all'altare, che ha un dipinto raffigurante la Santissima Trinità del 1697.

3. Chiesa della conversione di San Paolo Apostolo

  Chiesa della conversione di San Paolo Apostolo, Zilina

Fonte: TTstudio / shutterstock

Chiesa Della Conversione Di San Paolo Apostolo

Questa chiesa risale al 1754 e la sua coppia di torri di 32 metri spezza la linea di case basse sul lato ovest di Mariánske Námestie.

Prima di tutto, una curiosità interessante di questo edificio è che si affaccia nella direzione sbagliata, con il suo coro sul lato ovest della navata invece che ad est.

Nella facciata, l'immagine in pietra di San Paolo non è stata realizzata a Žilina, ma è stata effettivamente acquistata a Monaco nel 1888 e collocata nella nicchia sopra il portale.

L'altare barocco risale ai primi anni della chiesa nei primi decenni del XVIII secolo.

Nel frattempo gli splendidi affreschi e le decorazioni furono per lo più opera del pittore e incisore austriaco Johann Ignaz Cimbal più tardi nel 1700.

4. Castello di Budatín

Castello di Budatín

Fonte: Robert Felcan / shutterstock

Castello di Budatín

Questo castello risale al 1200 ed è stato costruito per rivendicare pedaggi alla confluenza dei fiumi Váh e Kysuca.

Un aspetto importante dell'edificio è che era nelle mani di sole due diverse famiglie dal 15 ° al 20 ° secolo, i Suňog e poi i Csákys che lo possedevano fino alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Molte modifiche furono apportate nel corso degli anni, principalmente nel 16 ° secolo quando divenne un palazzo rinascimentale e poi nell'Ottocento a seguito di danni durante le rivoluzioni dell'Impero austriaco nel 1848. Il castello era stato chiuso per lavori di ristrutturazione per gran parte dell'ultimo decennio, ma ha appena ha iniziato a riaprire e ora puoi salire sulla torre e visitare la cappella, così come il museo all'interno.

5. Museo Považie

Museo Považie

L'interno del castello ospita un ramo di un museo dedicato alla storia e alla cultura della regione di Považie e, come il resto dell'edificio, è stato revisionato dal 2006. L'attrazione principale è la collezione "armeggiare" di oltre 5.000 ornamenti realizzati con filo metallico e lamiera.

Questo è un mestiere con profonde radici in Žilina e tra i pezzi ci sono decorazioni per la casa, come ganci appendiabiti, gabbie per uccelli e vassoi accuratamente disegnati.

Accanto a creazioni più fantasiose come sculture di draghi e coccodrilli e persino la cornice di una locomotiva.

C'è anche una mostra di fotografia del XIX e XX secolo, arte popolare e archeologia.

6. Sinagoga neologica

Sinagoga, Zilina

Fonte: Milan Gonda / shutterstock

Sinagoga Neologica

Questa sinagoga fu costruita nel 1928-31 per la fazione Neolog, che costituiva la comunità ebraica liberale di Žilina.

È un edificio di enorme importanza, sia dal punto di vista architettonico, sia perché è stata l'ultima nuova sinagoga costruita prima della guerra.

L'architetto fu il venerato modernista tedesco Peter Behrens, che progettò questo edificio a forma di cubo in stile funzionalista.

L'edificio prende spunto da Rachel, appena fuori Betlemme, e dopo essere stato usato come cinema dopo la guerra è appena stato riportato al suo aspetto originale e ospita mostre.

Ammira gli splendidi motivi minimalisti attorno alla Stella di David sulla cupola monumentale della sinagoga.

7. Chiesa di Santa Barbara

Chiesa Di Santa Barbara

Questa bella chiesa barocca e il suo edificio conventuale minore furono costruiti nei primi decenni del XVIII secolo dall'ordine francescano.

Oggi è nel mezzo della città, a pochi passi dal centro storico, ma quando fu costruito era fuori città, in modo che i monaci potessero vivere tra semplici persone rurali.

La facciata è abbastanza gradevole, ma l'interno richiede di essere visto per il suo pulpito decorativo, pale d'altare e statue.

Rarest di tutti sono i due organi, che sono gli ultimi esempi sopravvissuti riuniti dal diciottesimo centenario dell'organista slovacco Peregrin Werner.

8. Vecchio municipio

Vecchio Municipio, Zilina

Fonte: Pecold / shutterstock

Municipio della Città Vecchia

Come la maggior parte di Mariánske Námestie, il Municipio della Città Vecchia è stato aggiornato negli anni '90.

L'edificio può essere fatto risalire all'inizio del XVI secolo e le volte gotiche nelle sue cantine risalgono a quel periodo.

Il resto del municipio fu ridisegnato alla fine del 19 ° secolo quando gli fu dato l'attuale stile romantico e portici in pietra.

Una delle aggiunte negli anni '90 fu il carillon di 14 campane, che suona una breve melodia sbarazzina allo scoccare dell'ora.

9. La casa di Babušek

La casa di Babušek

Una delle maestose case dello storico nel centro di Žilina ha visto entrare e uscire una miriade di persone importanti.

La casa di Babušek prende il nome dalla ricca famiglia che la costruì alla fine del 1800.

Ma per 10 anni a cavallo del 20 ° secolo fu la casa di Dušan Petrovič Makovický.

Era un medico e un pensatore, probabilmente il più famoso per essere stato il medico personale di nientemeno che lo scrittore russo Leo Tolstoy.

Makovický fu seguito dal dott. Ivan Hálek, un altro medico che sarebbe diventato un famoso personaggio politico negli anni '20 e '30.

E dopo di lui arrivò il politico Dr Vavro Šrobár, la figura centrale negli affari cechi e slovacchi nel periodo tra le due guerre.

Visse qui all'inizio del 1919 quando Žilina era la capitale della Slovacchia.

10. Považská Galéria Umenia Žilina

Považská Galéria Umenia Žilina

Sulla piazza Andrej Hlinka, che ha una vista panoramica sulle montagne vicine, c'è un bell'edificio neoclassico che ospita la stazione gendarme della città.

Successivamente, negli anni successivi ha ospitato una scuola professionale, la Polizia di Stato nella Seconda Acqua Mondiale e gli uffici editoriali del giornale della città.

Negli anni '70 fu convertito in museo d'arte per l'intera regione e dieci anni fa la galleria in soffitta fu premiata con una riprogettazione.

Raggiungi la mostra permanente dell'espressionista Vincent Hložník, probabilmente il più grande pittore slovacco del XX secolo.

11. Castello di Strečno

Castello di Strečno, Slovacchia

Fonte: PHB.cz (Richard Semik) / shutterstock

Castello di Strečno

Per raggiungere questo magnifico castello devi viaggiare verso est verso i monti Malá Fatra, arrivando ad un anello nel Váh che è circondato da aspre scogliere di calcite alte più di 100 metri.

Questo castello comanda quella gola e come il castello di Budatín era una stazione a pedaggio in passato.

Ora è tutto in rovina, essendo stato demolito per ordine del Sacro Romano Imperatore Leopoldo I più di 300 anni fa.

Ma c'è molto da amare e oltre 22 degli edifici del castello sono elencati come patrimonio nazionale slovacco.

Con l'aiuto di una guida visiterai la cappella del XV secolo, la torre principale, le vestigia di un palazzo rinascimentale dove il garderobe è ancora intatto.

Un'altra caratteristica sbalorditiva è il pozzo nella portineria, che è stato affondato a 80 metri nella base rocciosa del castello.

12. Castello di Lietava

Castello di Lietava

Fonte: PeterVrabel / shutterstock

Castello di Lietava

Gli storici medievali saranno contenti perché c'è un'altra fiera roccaforte medievale a non più di 15 chilometri dalla città.

Il castello di Lietava è situato in cima a una cresta aspra nelle montagne a sud.

Non è facile da raggiungere, quindi potresti entrare in empatia con gli eserciti ungheresi che hanno tentato di raccontare questa fortezza invincibile nel 14 ° e 15 ° secolo.

Come i suoi vicini di Žilina, nel 1500 ha ricevuto un ruolo più morbido come palazzo rinascimentale ed è stato anche abbandonato poco più di 300 anni fa.

L'estensione e lo stato delle rovine è sorprendente: in alcuni punti è ancora possibile identificare intonaci e nervature gotiche nelle volte.

E lo scenario è ancora più edificante di quanto suggeriscano le immagini, volando sopra le cime boscose e le valli erbose intorno ai villaggi di Lietava e Lietavská Svinná-Babkov.

13. Diga di Žilina

Diga di Žilina

A est della città, il fiume Váh è stato arginato all'inizio degli anni '90 per costruire un impianto idrologico e fornire acqua alle strutture industriali della zona.

Un distretto cittadino, Mojšová Lúčka, è stato inondato e i suoi abitanti sono stati trasferiti a Nová Mojšová Lúčka.

In un crogiolo di colline e montagne, è un luogo panoramico da visitare per le attività ricreative estive, a terra o in acqua.

Puoi vagare o andare in bicicletta lungo un po 'del perimetro del lago, che diventa più selvaggio e remoto più a est.

La catena montuosa del Malá Fatra si innalza ad est, raggiungendo un picco sopra i 1.700 e ricoperta di neve fino a primavera.

Nelle mattinate tranquille queste cime si riflettono nel serbatoio.

14. Žilinský Lesopark

Žilinský Lesopark

Non appena hai lasciato la periferia sud della città, ti trovi in ​​una grande foresta in crescita vecchia tessuta di sentieri.

Il Žilinský Lesopark si fonde con le coltivazioni locali di seminativi, quindi di tanto in tanto raggiungerai una radura e ti verrà presentata una vista a grande schermo dei monti Malá Fatra attraverso un paesaggio ondulato.

Ci sono pannelli informativi sui sentieri, che documentano la fauna selvatica della foresta, ma c'è anche un parco di corde sugli alberi che i bambini possono affrontare.

Potresti concludere la tua passeggiata con un pasto al ristorante della foresta, che è stato rinnovato nel 2016.

15. Aupark

Aupark

Se il tempo peggiora o sei in cerca di shopping, Žilina ha un grande centro commerciale a sud della città vecchia.

Aupark è aperto tutti i giorni dalle 09:00 alle 21:00 e ha la maggior parte dei negozi che ti aspetteresti di incontrare in un grande centro città: c'è H&M, Mango e Levi's, e anche un assortimento di ristoranti, tra cui catene internazionali di fast food come Metropolitana.

Il centro commerciale ha anche un asilo nido, una palestra e un casinò con due ruote della roulette e quattro tavoli da poker.