15 migliori cose da fare a Ulsan (Corea del Sud)

La centrale elettrica di produzione coreana nel Mare Orientale è responsabile di oltre il 15% della produzione industriale del Paese.

In un insondabile complesso industriale vicino al porto di Ulsan si trova la terza raffineria di petrolio al mondo e il più grande cantiere navale del mondo e il più grande impianto di assemblaggio di automobili, rispettivamente di proprietà di Hyundai Heavy Industries e Hyundai Motor Company.

Potrebbe essere difficile da immaginare, ma Ulsan ha un lato più dolce, in un boschetto di bambù sul fiume Taehwa, in un parco promontorio ricoperto di pini sul mare orientale e in una spiaggia sabbiosa.

All'orizzonte a ovest sorgono le Alpi di Yeongnam, dove ci sono nove vette oltre i 1.000 metri, che nascondono templi buddisti e cascate e con un manto di campi di canneti e boschi di pini.

1. Parco Daewangam

Parco Daewangam

Fonte: MyNameisYus / shutterstock

Parco Daewangam

Spingendo nel Mare Orientale a Ilsan-dong è un suggestivo promontorio coperto di boschi e culmina con un faro sopra potenti affioramenti rocciosi.

Uno, Daewangam Island, sembra un drago che si solleva dall'acqua.

Secondo una leggenda, questa è la moglie del re Munmu di Silla, persa in mare dopo la sua morte nel 681 e tornata come drago per proteggere il Mare Orientale.

L'isola è unita alla terraferma da un ponte di metallo ed è ricoperta da una piattaforma di osservazione da cui è possibile guardare indietro Ulsan e la costa.

Dall'ingresso del parco al faro c'è un sentiero di 600 metri tra pini secolari, albicocche, magnolie, ciliegi, camelie e forsizia.

2. Ulsan Grand Park

Grand Park di Ulsan

Fonte: Panwasin seemala / shutterstock

Grand Park di Ulsan

Puoi lasciare la città alle spalle per alcune ore in questo parco ecologico fondato nel 2006 sul lato ovest di Nam-gu.

La pianificazione era iniziata dieci anni prima per ordine di Chey Tae-won, presidente miliardario della SK Corporation, che aveva istituito un fondo per restituire qualcosa a Ulsan.

In 369 ettari, Ulsan Grand Park ha un piccolo parco acquatico, una piscina, quattro stagni, uno zoo con animali domestici, palcoscenico all'aperto, aiuole e aree pic-nic.

Uno dei campi da gioco per bambini è un parco di trampolini pieno di azione, mentre c'è un campo da golf a nove buche e putt e una camminata di digitopressione abilmente progettata per i piedi doloranti.

Puoi noleggiare una bicicletta da tutti gli ingressi principali e il noleggio è gratuito se la restituisci entro un'ora.

Il calendario degli eventi del parco è molto frequentato in estate, e il fiore all'occhiello è il Rose Festival di maggio, che organizza uno spettacolo di luci la sera.

3. Taehwagang River Grand Park

Grand Park del fiume Taehwagang

Fonte: aaron choi / shutterstock

Grand Park del fiume Taehwagang

Questo corridoio di verde fiancheggia il fiume Taehwa dell'industria pesante di Ulsan ed è cosparso di caffè, aree di allenamento, padiglioni e campi da gioco.

A causa di inondazioni storiche, le sponde del Taehwagang River Grand Park sono state lasciate libere dallo sviluppo e puoi fermarti a contemplare l'acqua e le basse montagne che tracciano il bacino del fiume.

Su un bellissimo tratto tra i ponti Samho e Taehwa cresce Taehwagang Simnidaebat, un lussureggiante boschetto di bambù piantato nei primi decenni del XX secolo per proteggere le rive dalle inondazioni.

Puoi noleggiare una bicicletta presso il Centro culturale per biciclette Jung-Gu vicino all'ingresso principale e dalla primavera all'autunno c'è una serie di festival di fiori per fioriture primaverili, rose e crisantemi.

4. Spiaggia di Ilsan

Ilsan Beach

Fonte: Atcharat Tor / shutterstock

Ilsan Beach

L'industria di Ulsan sembrerà lontana dal mondo in questa baia a forma di vongola sul lato mare di Ilsan-dong e protetta a sud dal promontorio del Daewangam Park.

Ci sono 600 metri di soffice sabbia dorata sulla spiaggia di Ilsan e la pendenza regolare significa che devi uscire per molto tempo prima che l'acqua limpida superi l'altezza dei rifiuti.

Un nuovo parco di divertimenti sulla spiaggia è stato recentemente aperto, per andare con il ristorante e i caffè sulla strada sul lungomare dietro.

Alla fine di luglio, il festival estivo di Ilsan Beach organizza un torneo di pallavolo, musica dal vivo, una gara di costruzione di zattere e uno spettacolo pirotecnico.

5. Impianto di Ulsan Hyundai Motors

Hyundai Motors, Ulsan

Prenota in anticipo tramite il sito Web dell'azienda e puoi farti vedere nel più grande stabilimento automobilistico del mondo.

Servito da un molo in grado di gestire contemporaneamente tre navi portacontainer da 76.000 tonnellate, la dimensione dell'operazione qui è difficile da concepire.

In cinque fabbriche, l'impianto impiega circa 32.000 persone e produce in media 5.800 veicoli al giorno.

Qualcosa che potresti non aspettarti è la foresta che ricopre il sito dopo che Hyundai ha piantato circa 600.000 alberi.

L'impianto ha anche una stazione di prova delle dimensioni di 100 campi da calcio, posati con oltre 20 chilometri di strade.

Il tour inizia in un centro visitatori, delineando la storia di Hyundai e fornendo una panoramica dei processi di produzione avanzati delle fabbriche.

6. Jangsaengpo Whale Culture Village

Jangsaengpo Whale Culture Village

Fonte: cherrydonut / shutterstock

Jangsaengpo Whale Culture Village

Dal 1890 fino al divieto di caccia alle balene commerciali nel 1986, Jangsaengpo è stato il principale porto di caccia alle balene della penisola coreana.

Negli anni '70 c'era una flotta di 20 navi per la caccia alle balene, che supportava una popolazione di 10.000 persone. Quella storia è registrata nel Jangsaengpo Whale Culture Village, che è stato istituito nel 2015. Puoi dare un'occhiata al villaggio storico, seguire un Whale Story Trail e dare un'occhiata al Prehistoric Whale Experience Garden, che ha dettagli sui petroglifi della Bangudae a 7.000 – sito antichissimo di arte rupestre raffigurante cetacei, non lontano da Ulsan.

Il Museo delle balene di Jangsaengpo è l'unica attrazione del suo genere in Corea del Sud, che raccoglie (ora rari) manufatti dell'industria delle balene, tra cui arpioni, prodotti di balene, modelli di balene e scheletri.

C'è un teatro 5D qui, e ormeggiato vicino c'è una nave baleniera che puoi visitare.

7. Crociera per l'osservazione delle balene

Crociera di osservazione delle balene di Jangsaengpo

Fonte: one1111 / shutterstock

Crociera di osservazione delle balene di Jangsaengpo

Tra aprile e ottobre è possibile prenotare una crociera per l'osservazione delle balene al Jangsaengpo Whale Culture Village, con partenza dal porto.

Se vuoi vedere le balenottere minori o le balene grigie, il momento migliore per fare uno di questi viaggi di tre ore è all'inizio della stagione, da aprile a giugno, quando le barche partono ogni giorno tranne il lunedì e ci sono due crociere nei fine settimana.

Questi viaggi arrivano fino a 20 chilometri nel Mare Orientale e mentre le balene di Minke possono essere difficili da individuare, sicuramente vedrai un sacco di delfini non appena lasci il porto mentre nuotano in grandi baccelli.

Per una crociera più breve, è possibile fare un viaggio di 90 minuti lungo la costa per farsi un'idea della sconcertante scala del complesso industriale di Ulsan.

8. Museo Ulsan

Questo museo gratuito è stato aperto accanto a Ulsan Grand Park nel 2011, in un sorprendente edificio moderno circondato da specchi d'acqua.

Utilizzando mostre creative e molti manufatti, la mostra principale è una cronologia avvincente di Ulsan.

Naturalmente ci sono moltissime informazioni sulla caccia alle balene, sulla costruzione navale e sulle automobili, ma scoprirai anche di più sui petroglifi Bangudae e sui templi buddisti che sono sorti intorno a Ulsan durante il regno di Silla.

In teche sono esili preistorici, campane del tempio, mappe, ceramiche, strumenti rituali, armi e armature.

Entrando nei tempi moderni scoprirai la moltitudine di prodotti fabbricati nel complesso industriale di Ulsan, come una Hyundai Pony del 1975, la prima auto prodotta in serie della Corea del Sud.

Negli ultimi anni ci sono state mostre temporanee di alto livello, per manufatti egizi antichi e invenzioni di Thomas Edison.

9. Ganjeolgot

Ganjeolgot

Fonte: foto unununius / shutterstock

Ganjeolgot

Un viaggio a sud di Ulsan, Ganjeolgot è un promontorio famoso in Corea per essere il primo posto toccato dal sole sulla costa orientale.

Il promontorio roccioso, schierato da un faro, è un popolare punto di ritrovo all'alba del giorno di Capodanno per assistere alla prima alba dell'anno.

Per tutto l'anno le persone si dirigono a Gangeolgot per scrivere i loro desideri su cartoline, che possono quindi inserire nella seconda casella postale più grande del pianeta.

C'è una passerella in cima al promontorio e puoi vedere un gruppo di sculture e monumenti ai piedi del faro.

Insieme a un dolce mulino a vento replica troverai la Drama House, che è stata costruita come set per lo spettacolo televisivo coreano Flames of Desire nel 2010 ed è stata convertita in un caffè e una galleria.

10. Villaggio di Oegosan Onggi

Villaggio di Oegosan Onggi

Fonte: criceto / shutterstock

Villaggio di Oegosan Onggi

Onggi, un tipo di terracotta prodotta in un lungo forno a tubo, ha una storia in Corea che risale a 5.000 anni fa.

In molte forme e dimensioni, la ceramica di Onggi ha una moltitudine di usi tradizionali, come brocche per servire alcolici, contenitori per trasportare acqua da pozzi, cucinare riso e fermentare kimchi, gochujang e salsa di soia.

Nel 1975 il maestro vasaio, Heo Deok-man, aprì un negozio a Oegosan, non lontano a sud di Ulsan, per mantenere viva la tradizione onggi.

Fu presto seguito da vasai e artigiani provenienti da tutta la Corea del Sud mentre l'industria di Onggi conobbe un boom che si placò un po 'con la produzione di massa.

Si pensa che oltre la metà della tradizionale maiolica coreana sia prodotta in questa sede.

Al Museo Ulsan Onggi qui puoi ammirare molti pezzi sapientemente realizzati, incluso il più grande vaso onggi del mondo, certificato da Guinness.

Il festival di Onggi di quattro giorni si svolge ad ottobre, quando puoi assistere a dimostrazioni dal vivo, creare i tuoi onggi e approfittare di sconti sulle ceramiche fino al 50%.

11. Boksoondoga

Makgeolli, vino di riso coreano

Fonte: Suzanne Pratt / shutterstock

Makgeolli, vino di riso coreano

Durante un viaggio nelle Alpi Yeongnam non dimenticare di fermarti a Sangbuk-myeon, dove c'è una cantina biologica che produce makgeolli, vino di riso coreano.

Come lo champagne, anche il makgeolli raccoglie un pungolo dal suo processo di fermentazione, ma ha anche un aspetto torbido causato da un sedimento gessoso.

Boksoondoga produce i suoi makgeolli con riso raccolto localmente, utilizzando lieviti tradizionali coreani e onggi fatti a mano.

Il sapore è ricco e delicato e, a differenza di altri tipi di makgeolli, non dovrai mescolare il sedimento prima di versarlo.

In cantina c'è uno showroom con modelli che spiegano come viene prodotto il vino e puoi fare un giro nella camera di fermentazione e vedere la risaia dove viene coltivato il riso.

E per quanto riguarda souvenir o regali, una bottiglia di makgeolli di Boksoondoga è quasi autentica.

12. Gajisan

Tempio di Seoknamsa

Fonte: Sewon Park / shutterstock

Tempio di Seoknamsa

Uscendo da Ulsan sulla National Route 24 alla fine arriverai al tempio di Seoknamsa nella parte inferiore delle pendici orientali del Monte Gaji (Gajisan). Seoknamsa risale al regno di Heondeok di Silla nel IX secolo e fu ricostruita nel XVII secolo in seguito alle invasioni giapponesi della Corea (1592-1598), prima di essere rasa al suolo ancora una volta nella guerra di Corea.

Ci sono alcuni monumenti sopravvissuti che risalgono a molti secoli fa, come la pagoda a tre piani del IX secolo di fronte alla sala principale.

Seoknamsa è un comodo trailhead per un paio di percorsi ben segnalati se vuoi conquistare la cima di 1.241 metri.

Durante la passeggiata, passerai da un venditore di makgeolli, qui dalla primavera all'autunno, per una tazza di vino di riso rigenerante.

Il sentiero ti porta attraverso boschi sempreverdi, che si diradano mentre ti avvicini alla cima del calcare scosceso e spazzato dal vento per un viaggio di andata e ritorno di quattro ore.

Se parti presto e vuoi continuare a camminare, un sentiero ti porta a ovest sulla vetta successiva, Unmunsan, attraverso il Passo Araetjae.

13. Sinbulsan

Ganwoljae Flame Grass Road

Fonte: aaron choi / shutterstock

Ganwoljae Flame Grass Road

Insieme a Gajisan, Sinbulsan è l'altra destinazione escursionistica essenziale nelle Alpi di Yeongnam.

Il picco è a 1.209 metri ma la salita principale è più graduale e ti porta lungo la spina dorsale di una cresta, su un sentiero noto come Ganwoljae Flame Grass Road.

Dopo essere emerso dai boschi, ti ritroverai in un mare di erba fiammeggiante ondeggiante.

Le cime sono quasi luminose quando catturano il sole a fine estate e in autunno e le canne creano un bellissimo fruscio nella brezza.

Per proteggere questi campi il sentiero viene sollevato su passerelle e scale in legno, il che rende un po 'più leggera la salita in cima a Sinbulsan.

14. Cascate del Paraeso

Cascate del Paraeso

Fonte: aaron choi / shutterstock

Cascate del Paraeso

Sulle pendici occidentali di Sinbulsan e insieme a molti dei luoghi in questa lista, le cascate di Paraeso sono uno dei "12 luoghi panoramici di Ulsan" dell'ufficio turistico di Ulsan. Puoi arrivare a questa cascata di 15 metri entro 40 minuti da Ulsan e c'è un parcheggio dove paghi una tassa di ingresso di ₩ 1000 a persona.

Da qui percorrerai un sentiero lungo il fiume di 1,5 chilometri ricco di avifauna e piccoli mammiferi (cerca gli scoiattoli) e con piccole piscine in cui puoi guadare.

La cascata stessa è in cima a tre scale di legno e si tuffa su calcare frastagliato in un'ampia piscina dove è vietato nuotare.

15. Osservatorio del ponte di Ulsan

Osservatorio del ponte di Ulsan

Fonte: Sanga Park / shutterstock

Osservatorio del ponte di Ulsan

I migliori panorami nell'immenso complesso industriale di Ulsan si possono ammirare da Ilsan-dong a Muryongsan, una montagna che sorge sul lato est del porto.

Percorrendo i sentieri arriverete a diversi belvedere di legno sul lato sud-ovest di questo picco di 452 metri, ma il più conveniente è il moderno Osservatorio del ponte di Ulsan.

Questo si affaccia sul ponte di Ulsan Harbour (2015), un imponente ponte sospeso che attraversa la foce del fiume Taehwa.

C'è una piattaforma esterna al quarto piano della torre dell'osservatorio, sopra uno spazio vetrato con schermi e pannelli informativi che indicano i punti di riferimento e coprono la storia di Ulsan.

Il momento migliore per essere qui è dopo il tramonto, quando c'è una foresta apparentemente infinita di luci che si diffonde davanti a te.