15 migliori cose da fare a Tournai (Belgio)

Una delle città più antiche del Belgio ha una piazza centrale sopra un cimitero gallo-romano ed è stata la città natale di Clodoveo I (466-511), fondatore della dinastia merovingia.

La Grand Place, ricostruita con cura dopo le incursioni delle bombe di fuoco nel 1940, ha una rara concentrazione di edifici storici.

Ci sono due siti del patrimonio mondiale qui; una magnifica cattedrale romanico-gotica e un campanile che risale al XII secolo.

Tournai, con le strade strette che ti attirano fino alle banchine sul fiume Schelda, è una città che richiede esplorazione.

Sono in attesa chiese storiche in stile gotico di transizione della città, un ponte fortificato medievale, case romaniche e musei avvincenti per l'arte, l'archeologia, la storia sociale e la storia naturale.

1. Cathédrale Notre-Dame de Tournai

Cathédrale Notre-Dame de Tournai

Fonte: Alizada Studios / shutterstock

Cathédrale Notre-Dame De Tournai

Uno dei due monumenti inscritti dall'UNESCO sulla Grand Place, la Cattedrale di Tournai è una magnifica miscela di romanico e gotico e facilmente riconoscibile dalle sue cinque solenni torri quadrate.

Più di 130 metri di lunghezza e con un'altezza massima di 84 metri, le proporzioni di questo monumento sono vaste se si considera la sua età.

La navata si innalzava all'inizio del XII secolo, mentre il coro gotico è un transetto di transizione con elementi romanici e gotici a cavallo tra il XIII secolo.

In tipico stile romanico, la navata centrale è austera e intimidatoria, in contrasto con l'ariosità del coro, che è stato ispirato dalle cattedrali della Francia settentrionale di Amiens e Chartres.

Assicurati di dare un'occhiata a Issue of Souls in Purgatory di Peter Paul Rubens (c.

1635), e il magistrale schermo rinascimentale dello scultore fiammingo Cornelis Floris del 1573. Il tesoro è pieno di inestimabile arte liturgica, come un arazzo del XIV secolo Arras, due reliquiari, preziosi avori e magnifici pezzi di oreficeria.

2. Grand Place

Grand Place

Fonte: Werner Lerooy / shutterstock

Grand Place

La piazza principale triangolare di Tournai era fuori dalle mura della città nei suoi primi giorni circa 2000 anni fa.

A quel tempo questo ampio spazio era un cimitero gallo-romano e divenne un mercato solo nell'era carolingia, intorno all'VIII secolo, quando il commercio europeo rinacque.

Parleremo di tutte le grandi attrazioni della Grand Place in questo articolo, ma vale anche la pena ricordare che Tournai ha un numero record di stabilimenti di ristorazione.

La Grand Place, restaurata dopo devastanti attacchi bomba incendiari da parte della Luftwaffe nel maggio del 1940, ha una fila quasi infinita di terrazze di caffè e ristoranti sul lato nord, sotto facciate storiche a due spioventi.

3. Campanile

Campanile

Fonte: Nina Alizada / shutterstock

Campanile

Il campanile indipendente di 72 metri sulla Grand Place è uno dei 56 campanili in Francia e Belgio che hanno ottenuto un unico titolo patrimonio mondiale dell'UNESCO.

La storia del campanile di Tournai inizia intorno al 1188, dopo che Filippo II di Francia concesse una carta cittadina, parte della quale consentiva una campana comunale.

Questo lo rende il campanile più antico del Belgio e, man mano che la città cresceva nel XIII secolo, alla base del XII secolo furono aggiunti contrafforti e torrette poligonali.

La torre fu utilizzata come punto di osservazione per individuare i nemici attaccanti e gli incendi all'interno della città.

Le camere all'interno, su cinque piani diversi, furono utilizzate come prigione fino al 1827, ma rimasero per un certo periodo anche il municipio.

Le campane originali furono rivendicate da un incendio alla fine del 14 ° secolo e la campana più antica della torre oggi è stata lanciata fino al 1392. Il campanile è aperto tutto l'anno, da martedì a domenica, e puoi combattere il 257 passi per una visione onnicomprensiva di Tournai.

4. Musée d'Histoire Naturelle de Tournai

Musée D’Histoire Naturelle De Tournai

Nel 2028 questo museo di storia naturale celebrerà il suo 200 ° anniversario.

Dal 1839 è stato ospitato in un edificio neoclassico sul sito dell'ex Abbazia di Saint-Martin, che è stato sciolto nel 1797. Questo è stato il primo museo in Belgio ad essere accessibile al pubblico, e deve la sua crescita precoce al patrocinio di re Leopoldo I e il principale botanico / politico Barthélemy du Mortier.

Il museo di storia naturale, che rappresenta principalmente l'evoluzione nel mondo animale, è moderno in molti modi, ma ha la sensazione di un gabinetto di curiosità del XIX secolo con esemplari e tassidermie custoditi in eleganti teche di vetro.

Un favorito per i visitatori più giovani è il Vivarium, che mantiene vivi alligatori cinesi, tarantole, camaleonti e tutti i tipi di altri rettili e invertebrati.

5. Maison Tournaisienne

Maison Tournaisienne

Fonte: Werner Lerooy / shutterstock

Maison Tournaisienne

Puoi imparare tutto sugli abitanti di Tournai in questo museo in una casa del 17 ° secolo su una stradina fuori dalla Grand Place.

Tutti i ceti sociali e ogni strato sociale sono coperti, dalla nobiltà fino agli orfani di Tournai.

Puoi conoscere tutte le numerose attività commerciali della città, in officine ricreate per tessitori, ceramisti e tipografi.

In 23 diverse sale espositive potrai indulgere nella tua curiosità per le tradizioni carnevalesche di Tournai, la sua storia militare, la moda, i costumi religiosi, la medicina, le società, i giganti della processione, l'istruzione e le sue società.

Ogni stanza è impreziosita da veri e propri manufatti, uno dei più preziosi è un bassorilievo (modello in scala militare) del vecchio Tournai del regno di Luigi XIV.

6. Museo delle Belle Arti

Museo delle Belle Arti

Il famoso architetto Art Nouveau Victor Horta progettò questo museo d'arte, costruito sul sito dell'Abbazia di Saint-Martin nel 1928. Il progetto fu una risposta alle paure della sicurezza dopo il furto della Gioconda dal Louvre nel 1911, e ha il forma di tartaruga o scoiattolo volante, con stanze radianti che convergono su una sala di sculture, consentendo a una sola guardia di sorvegliare l'intero edificio in un giro.

Il Museo delle Belle Arti ha una notevole collezione di dipinti e sculture, a partire dai primitivi fiamminghi medievali e prestando particolare attenzione all'impressionismo.

Monet, Vincent van Gogh, Manet e Seurat sono tutti rappresentati, ma ci sono anche pezzi precedenti di maestri come Pieter Brueghel il Giovane, Peter Paul Rubens e Jacob Jordaens.

7. Église Saint-Jacques

Chiesa di Saint-Jacques, Tournai

Nel Medioevo Tournai fu un punto di sosta cruciale sulla Via di San Giacomo, una via di pellegrinaggio attraverso l'Europa verso Santiago di Compostela in Spagna.

Questa chiesa in Rue du Palais Saint-Jacques sarebbe stata costruita per i pellegrini nel 12 ° secolo, e fu ampliata nel 13 ° e 14 ° secolo in uno stile di transizione unico per questa città e noto come Tournai Gothic.

La navata, le navate laterali e il transetto risalgono ai primi decenni del XIII secolo, mentre il coro fu ampliato poco più di un secolo dopo.

In piedi nella navata, dai un'occhiata ai capitoli foliati sulle colonne giganti e, proprio sopra di essi, guarda le molte colonne del triforium (galleria interna), che si collegano con un'altra galleria al transetto.

Nel coro c'è un magnifico leggio d'aquila in ottone, lanciato a Tournai nel 1411.

8. Museo della Tapisserie de Tournai

Musée De La Tapisserie De Tournai

Nel XV e XVI secolo, Tournai fu un importante centro per l'arte della tessitura di arazzi, e puoi vedere alcuni esempi sorprendenti di quel periodo in questo museo in una bella casa neoclassica.

Questi arazzi storici sono sorprendenti per le loro dimensioni e la loro ricchezza narrativa, ma il museo mantiene viva anche l'arte tessile nel qui e ora.

Così puoi conoscere il lavoro degli artisti dagli anni '40 ad oggi, come Roger Somville, Edmond Dubrunfaut e Louis Delfour.

C'è anche un laboratorio di conservazione e restauro, dove puoi scoprire il lento e meticoloso processo di conservazione di quest'arte, mentre il centro di documentazione e studio è aperto a insegnanti, studenti, ricercatori e pubblico in generale.

9. Hôtel de Ville

Hôtel De Ville

In un dolce parco formale, il municipio di Tournai si trova di fronte al Museo delle Belle Arti e ha un passato interessante.

Questo edificio neoclassico, completato nel 1763, era in realtà il palazzo residenziale per l'abbazia benedettina di Saint-Martin.

La storia di quel monastero risale all'XI secolo e fu sciolta poco più di tre decenni dopo il completamento del nuovo palazzo.

La maggior parte dei suoi edifici furono demoliti, ma ci sono alcune tracce emozionanti come la cripta romanica e le parti degli splendidi chiostri gotici del 15 ° secolo.

Gli uffici della città di Tournai si trasferirono nel palazzo all'inizio del XIX secolo e un incendio distrusse l'edificio nel 1940, anche se la facciata maestosa fu salvata.

10. Église Saint-Quentin

Chiesa di Saint-Quentin

Fonte: Travelsewhere / shutterstock

Chiesa di Saint-Quentin

La nuda facciata a castello di questa chiesa romanica è difficile da perdere tra gli edifici a due spioventi all'estremità occidentale della Grand Place.

Église Saint-Quentin è cresciuta nel XII secolo ed era collegata all'enorme cimitero gallo-romano che era la Grand Place.

La sezione più antica è la navata, austera e disadorna, mentre le volte a punta nel transetto e il coro mostrano una transizione tra lo stile romanico e il primo gotico.

Ci sono anche due cappelle circolari in cui si incontrano la navata e il transetto, uno che regge la tomba del cavaliere Jacques Castaigne (morto nel 1327). Per quanto riguarda l'arte e gli accessori, la balaustra in marmo che chiude il coro è barocca del 17 ° secolo, mentre sui pilastri del transetto scorgerai due sculture policrome del 1428, raffiguranti l'Arcangelo Gabriele e Maria, dello scultore locale Jean Delemer e pittore Robert Campin.

11. Pont des Trous (Ponte dei buchi)

Pont des Trous

Fonte: Vadim Nefedoff / shutterstock

Pont Des Trous

Quando abbiamo scritto questo elenco all'inizio del 2020, gli archi di questo monumento storico venivano sollevati per ospitare barche più grandi sulla Schelda.

Salutato come una delle più grandi vestigia militari medievali del Belgio, il Pont des Trous è un ponte e un cancello d'acqua costruito tra il 1281 e il 1329. Insieme a un paio di torri intatte intorno alla città, questo è il principale sopravvissuto di un sistema noto come il "secondo recinto municipale ”,“ seconde enciente communale ”, e ha torri difensive su ogni banca.

Il lato a monte della città di queste torri è piatto, mentre il lato esterno a valle è curvo.

Grandi saracinesche scivolavano giù tra gli archi per bloccare il fiume.

Il ponte fu parzialmente demolito ritirando le truppe britanniche nel 1940 e fu ricostruito dopo la guerra con archi più alti per facilitare il traffico idrico, prima di subire il suo ultimo round di rinnovamento.

12. Maisons des Jésuites

Maisons Des Jésuites

Qualsiasi tour a piedi di Tournai deve comprendere il ciottolo di Rue des Jésuites, lungo il quale si possono trovare alcuni dei più antichi edifici secolari della città.

Il Maisons des Jésuites è un insieme di quattro case in pietra calcarea adiacenti, al numero 12, 14, 14b e 16, tutte costruite all'inizio del 13 ° secolo.

L'indizio della grande età di queste proprietà a due piani è nelle finestre.

Questi sono grandi e rettangolari e divisi al centro da una sottile colonna.

Le finestre del primo piano sono identiche al piano terra, ad eccezione di uno specchio di poppa (traversa) a circa tre quarti di altezza.

13. Musée d'Archéologie

Musée D'Archéologie

Il museo della vecchia scuola, che mette in mostra i reperti gallo-romani e merovingi di Tournai, si trova nell'edificio del XVII secolo del Monte della Pietà, un istituto di beneficenza.

Il polimero del Rinascimento fiammingo Wenceslas Cobergher fondò 15 di queste istituzioni attorno a quelli che allora erano i Paesi Bassi spagnoli tra il 1618 e il 1633. Inizierai con strumenti di pietra preistorica prima di passare a pezzi d'oro e d'argento dell'età del bronzo e del ferro.

Il deposito di reperti gallo-romani del museo è cresciuto con i recenti scavi della necropoli sotto la Grand Place.

Questi hanno portato alla luce un sacco di oggetti in vetro e terracotta sigillata, nonché un sarcofago di piombo decorato, unico nel suo genere in Belgio.

Dal periodo merovingio c'è una meravigliosa serie di gioielli in argento, rinvenuti nel quartiere Saint-Brice di Tournai presso la tomba del padre di Clodoveo I, Childerico I (morto nel 481), e nel parco intorno all'Hôtel de Ville.

14. La Halle aux Draps

La Halle aux Draps

La sala di stoffa riccamente decorata di Tournai attira lo sguardo sul lato sud della Grand Place.

Questo edificio commerciale risale al 1610 e ha sostituito una sala di legno del 13 ° secolo che è crollata in una tempesta.

Con un sacco di dorature sui suoi fregi in pietra, colonne e modanature, la nuova Halle aux Draps è in stile rinascimentale, ma con un accenno di edificio gotico precedente, nella fila di archi a punta al piano terra.

I timpani alle estremità dell'edificio sono in stile barocco e il passaggio conduce a un bel cortile all'italiana del 1616, dove i commercianti di stoffe avrebbero aperto un negozio.

L'edificio ha attraversato periodi difficili, dopo essere crollato nel 1881 e colpito dalle bombe incendiarie nel 1940, ma è stato completamente restaurato nella seconda metà del 20 ° secolo ed è ora uno spazio per mostre ed eventi.

15. Jungle City

Jungle City

Tra tutta l'arte e la storia di Tournai c'è un'attrazione solo per i bambini.

Un paio di chilometri a nord di Grand Place, Jungle City è per bambini fino a 13 anni e ha più di 2.500 metri quadrati di divertimenti e recinti per animali.

C'è un cinema "5D", go-kart elettrici, castelli gonfiabili, piscine con palline, un porticato e molto altro.

Jungle City ha anche una mini fattoria con animali domestici e tutti i tipi di uccelli esotici tra cui emu, are, parrocchetti e gufi.

Mentre i bambini si divertono in sicurezza, i genitori possono fare una pausa con una bibita fresca e sfruttare al massimo la connessione Wi-Fi gratuita.