15 migliori cose da fare a Tongeren (Belgio)

La città più antica del Belgio è stata fondata come Atuatuca Tungrorum nel I secolo d.C.

Decenni prima, il principe tribale celtico Ambiorix si era scagliato contro l'impero romano su questa terra, ed è ricordato con un'imponente statua su Grote Markt.

Puoi fare un viaggio indietro nel tempo ai tempi dei romani in tutta Tongeren, a 1,5 chilometri di mura modificate per l'ultima volta nel IV secolo d.C., al museo gallo-romano e nelle fondamenta del Teseum della città.

I mille tesori medievali di Tongeren includono una basilica gotica con un tesoro eccezionale, fortificazioni del XIII secolo e un beghinaggio su un labirinto di vicoli di ciottoli.

Nel 21 ° secolo la città è anche sulla mappa per un mercato d'antiquariato settimanale con oltre 350 commercianti.

1. Museo Gallo-Romeins

Museo Gallo-Romeins

Puoi immergerti nell'antico passato di Tongeren in questo premiato museo, che si è trasferito in un edificio moderno nel 2011. L'attrazione ha le sue radici nella storia del XIX secolo e nella società antiquaria, e la sua collezione è stata sostenuta da scavi e scoperte in più di 160 anni.

La mostra permanente inizia con i Neanderthal e studia i principali punti di riferimento della storia umana nella regione del Limburgo, dai nostri primi antenati diretti, ai primi agricoltori, agli inizi del commercio, alla fondazione di Atuatuca Tungrorum nel 10 aEV.

Insieme a manufatti irresistibili come statuette, stele, gioielli, elementi architettonici e un busto incontaminato del 1 ° secolo a.C. di Giulio Cesare, la mostra è ricca di modelli multimediali altamente dettagliati e molti oggetti tattili per un viaggio multisensoriale.

C'è sempre una mostra temporanea e nel febbraio 2020 questa è stata dedicata ai tesori Daci della Romania.

2. Basilica di Nostra Signora

Basilica di Nostra Signora

Fonte: Boerescu / shutterstock

Basilica Di Nostra Signora

Durante un periodo di conflitto nel 13 ° secolo, la chiesa principale romanica di Tongeren fu distrutta da un incendio e fu ricostruita in stile gotico che sopravvive ancora oggi.

Nelle fondamenta di questo edificio ci sono opere in pietra appartenenti a una lunga serie di precedenti luoghi di culto risalenti al IV secolo d.C.

La Basilica di Nostra Signora come è oggi ha impiegato più di 300 anni per essere completata, e sarai colpito dalla torre senza guglie di 55 metri che funge da campanile di Tongeren ed è elencato come patrimonio mondiale dell'UNESCO.

All'interno, osserva lo squisito triforium e le enormi tele dipinte da artisti di Liegi come Théodore-Edmond Plumier (1671-1733). Su un altare neo-romanico si trova l'immagine policroma di Maria con bambino scolpita in noce del XV secolo, intitolata Onze Lieve Vrouw Oorzaak onzer Blijdschap (la nostra cara signora, causa della nostra gioia). All'esterno, che precede l'attuale chiesa, si trova l'unico chiostro romanico nel Maasland, con capitelli intagliati delicatamente.

3. Teseum

Teseum

Il tesoro per la Basilica di Nostra Signora è nella sala capitolare ed è un'attrazione a sé stante, che detiene una delle più ricche collezioni di arte cattolica in Belgio.

Al Teseum questa arte è combinata con un sito archeologico scavato a una profondità di tre metri.

Quaggiù potrai vedere le origini di Tongeren, nelle fondamenta di antichi edifici e nei resti di sette chiese che precedettero l'attuale basilica.

Molti di questi mostrano segni di danni da fuoco, suggerendo un passato turbolento.

Quindi, nel tesoro, puoi osservare una schiera scintillante di preziosa arte liturgica in oro e argento, tra cui ostensori, candelieri, reliquiari, graduali medievali illuminati e sacchetti di reliquie estremamente rari.

4. Mercato delle pulci di Tongeren

Mercato delle pulci di Tongeren

Fonte: MirasWonderland / shutterstock

Mercato delle pulci di Tongeren

La domenica mattina Tongeren è travolto da un mercato d'antiquariato che si snoda per la città lungo sette strade.

Una domenica normale porterà circa 350 bancarelle a Tongeren, completando la quarantina di negozi di antiquariato che aprono le loro porte.

Il mercato delle pulci di Tongeren è iniziato nei primi anni '70 e si è trasformato in una nevicata da un incontro occasionale a un evento settimanale che attira visitatori da tutta Europa e dagli Stati Uniti.

Solo per un'istantanea, le bancarelle saranno accatastate con giocattoli vintage, oggetti da collezione, arte decorativa, oggetti d'antiquariato, mobili di tutte le epoche, arte, apparecchi di illuminazione, vintage e molto altro che potremmo sperare di elencare qui.

Gli uccelli mattinieri escono in strada alle 07:00 per iniziare la loro caccia e puoi ricaricarti con un caffè o una colazione su una terrazza lungo il percorso.

5. Mura romane

All'inizio del 2 ° secolo sotto l'imperatore Traiano Atuatuca Tungrorum era racchiuso in un muro, lungo più di 4,5 chilometri e protetto in alcuni punti da un massimo di tre fossati.

Le pareti erano spesse fino a due metri e si ritiene che, poiché furono costruite durante un lungo periodo di pace, furono costruite più come uno status symbol che per la difesa.

Il nucleo del muro è stato realizzato con pietra focaia, che è stata poi rivestita con arenaria, anche se questo materiale è stato estratto da allora.

Sorprendentemente più di un chilometro e mezzo delle mura romane di Tongeren sono ancora in piedi.

I pezzi migliori possono essere visti su Caesarlaan e Legionenlaan.

6. Mura medievali

Lakenmakerstoren

Vieni nel 13 ° secolo, quando Tongeren era minacciato dal Ducato di Brabante, quelle mura romane del 4 ° secolo non erano abbastanza per proteggere la città.

Nel 1241 iniziò un programma di costruzione di 50 anni, lasciando Tongeren con 13 torri, 6 porte e un recinto murato che ammontava a 54 ettari (circa 100 campi da calcio). Molta pietra focaia e arenaria proveniente dalle mura romane furono riutilizzate per le fortificazioni medievali.

Ci sono tonnellate di vestigia elettrizzanti da trovare, come la porta Moerenpoort, Lakenmakerstoren (torre dei fabbricanti di tessuti) e Velinxtoren (dal nome di un'influente famiglia del XVI secolo). I tratti più intatti dei bastioni si trovano lungo l'Elfde Novemberwal a nord e il Leopoldwal a est.

7. Moerenpoort

Cancello di Moerenpoort

Fonte: lehic / shutterstock

Moerenpoort Gate

Delle sei porte che controllavano l'accesso a Tongeren in epoca medievale, solo il Moerenpoort orientale è ancora in piedi.

Il nome si riferisce alle paludi (moeren), sul fianco orientale di Tongeren, e puoi visitarle nella riserva naturale di De Kevie.

Il Moerenpoort, com'è oggi, risale per lo più al 1379 quando fu ricostruito dopo un attacco nel 1344 da parte dei soldati del defunto Principe-Vescovo di Liegi, Adolfo II di Marck, contro il suo controverso successore e nipote Engelberto III della Marck.

Di fronte, il portale del cancello ha un arco ogivale, ma verso l'interno c'è un arco romanico più antico a testa tonda.

Le fondamenta furono costruite da pietra focaia ricavata dalle antiche mura romane, e sopra c'è una torre a tre piani, progettata come un mastio.

L'ultimo restauro è avvenuto nel 2011 e puoi visitare un museo gratuito, che spiega la storia di questa porta e la storia militare di Tongeren.

Nella parte superiore puoi uscire per una vista etichettata della città e della campagna.

8. Begijnhof van Tongeren

Begijnhof van Tongeren

Fonte: Stanislava Karagyozova / shutterstock

Begijnhof Van Tongeren

A ovest del Moerenpoort si trova il beghinaggio di Tongeren, una comunità di religiose laiche che vivevano una vita monastica, senza voto di povertà.

Questa comunità, dedicata a Santa Caterina, si trasferì in un'enclave murata all'interno delle difese della città a metà del XIII secolo.

Dopo la Controriforma nel XVI e XVII secolo, il beghinaggio raggiunse l'apice della sua ricchezza e tra il 1610 e il 1716 le case boscose furono ricostruite in pietra.

A quel tempo c'erano più di 100 proprietà, abitate da circa 300 beghine.

Ci sono otto strade acciottolate e vicoli da esplorare e una varietà di strutture ancora in piedi.

A Sint-Ursulastraat la vecchia infermeria del 1659 è ora una brasserie e il barocco Ursulakapel accanto è un luogo solenne per concerti e conferenze.

La chiesa gotica di Santa Caterina è attualmente chiusa al pubblico, ma si può apprezzare l'edificio da una terrazza del caffè o il tranquillo giardino sul lato nord.

9. Grote Markt

In una città vecchia come Tongeren, è eccitante pensare che le persone si siano radunate nelle sue piazze per centinaia di anni.

Grote Markt, e i vicini Vlasmarkt e Graanmarkt ai piedi della Basilica di Nostra Signora, sono stati entrambi completamente pedonali e ricostruiti nell'ultimo decennio.

Su un sole puoi semplicemente parcheggiare su una brasserie o una terrazza di un caffè e ammirare una vista che include una raffigurazione corpulenta di Ambiorix, Principe degli Eburoni, Stadhuis e quella basilica.

C'è un mercato settimanale sotto la statua ogni giovedì mattina, per cose come frutta, verdura, carne, latticini e tessuti.

10. Standbeeld Ambiorix

Standbeeld Ambiorix

Fonte: Travel Telly / shutterstock

Standbeeld Ambiorix

Altro su quella statua di Ambiorix (m. 53 a.C.), che colpisce una posa provocatoria con l'ascia in mano.

Fu in parte sovrano della tribù belga Eubrones, che era stata conquistata nel 57 a.C.

Tre anni dopo le truppe di Cesare erano a corto di provviste e cercarono di prendere ciò di cui avevano bisogno dagli Eubrones.

Resistettero perché le loro scorte erano basse e ne conseguì una rivolta, che in seguito avrebbe portato Ambiorix allo status di eroe nazionale dopo l'indipendenza belga nel 1830. Ambiorix ed Eubrones furono massacrati alla fine, ma non prima di eliminare una legione romana e cinque coorti .

La sua statua fu eretta nel 1866, raffigurandolo in abito germanico, con un elmo di drago, e circondato da una recinzione in stile celtico con lance e teste di cinghiale.

11. Stadhuis

Stadhuis

Fonte: Henryk Sadura / shutterstock

Stadhuis

Nel 1677 un incendio cittadino distrusse gran parte di Tongeren, compreso il municipio.

Il nuovo municipio salì dal 1737 dove la sala dei panni della città si trovava davanti al fuoco.

Ritardato dalla guerra di successione austriaca e pronto nel 1755, questo in stile rococò tipico del Maasland.

È anche una corrispondenza ravvicinata con il municipio di Liegi ed è stato progettato dallo stesso uomo, Pascal Barbier.

Sebbene l'edificio abbia solo un ruolo cerimoniale oggi, è chiuso ai visitatori, il che è un peccato perché gli interni hanno squisiti stucchi, pannelli, caminetti con piastrelle di Delft e mobili barocchi in stile Liegi-Aquisgrana.

Puoi ammirare la doppia scala esterna e il frontone, che contiene lo stemma di Georges-Louis de Berghes (1662-1743), 94 ° Principe-Vescovo di Liegi.

Questo fu leggermente danneggiato durante la Rivoluzione di Liegi del 1789-91.

12. Stadspark de Motten

Stadspark De Motten

Il parco municipale di Tongeren si trova a sud del centro città e in una calda giornata estiva ha molto da offrire alle famiglie.

Un'attrazione ovvia è il grande stagno (uno dei due) nel cuore del parco, con una darsena dove è possibile noleggiare barche a remi e pedalò.

Ma i bambini possono anche correre nel parco giochi del parco e guidare un pedalò nel "parco del traffico". E soprattutto hai un campo da mini-golf e una caffetteria dove i genitori possono prendersi una pausa.

13. Gasthuiskapel

Gasthuiskapel

Tongeren è sulla Via di San Giacomo, un percorso di pellegrinaggio che porta al santuario dell'apostolo San Giacomo nella Cattedrale di Santiago in Spagna.

Per centinaia di anni i pellegrini sarebbero rimasti nell'ospizio di Sint-Jacobusgasthuis, che è diventato un'istituzione ricca grazie alle donazioni.

Tutto ciò si concluse con la Rivoluzione francese e l'ospizio fu successivamente utilizzato come ospedale, orfanotrofio e casa di riposo.

Nel 1980 fu trasformato per ospitare i servizi municipali di Tongeren e oggi contiene un hotel, negozi e residenze.

La cappella è il centro visitatori per l'ufficio turistico, integrato con l'architettura e gli accessori storici.

L'edificio risale alla metà del XVII secolo, con un altare, una cassa di organo e un confessionale scolpito nella seconda metà del XVIII secolo.

E, essendo un centro visitatori, è possibile acquistare qui le prelibatezze della regione, come la birra ad alta fermentazione, il jenever (liquore al ginepro) e tutti i tipi di dolci tradizionali.

14. Resti romani

A parte le mura ci sono altre tracce di abitazioni romane intorno a Tongeren se sai dove cercare.

A sud-ovest di Tongeren, a Koninksem c'è una coppia di tumuli, che spiccano inconfondibilmente nel paesaggio e risalgono tra il I e ​​il III secolo a.C.

Sono entrambi situati sulla Romeinse Kassei, una strada romana ora sul corso della N69. Circa un chilometro a nord si trova il Beukenberg, anch'esso un monumento protetto.

Qui troverai l'Atuatuca Tungrorum, che era una costruzione in terra che si avvicinava al pendio naturale e aveva un terrapieno lungo sei chilometri che portava al centro della città.

Infine, appena fuori dalle mura romane di Caesarlaan è possibile visitare il sito di un antico tempio, l'impronta è stata delineata con pavimentazione moderna e illustrata con comode schede di interpretazione.

15. De Kevie

De Kevie

Per staccare dalla città per un po ', c'è una bellissima riserva naturale sul fiume Jeker, a sud-est della città.

A De Kevie il fiume ha recuperato i suoi meandri naturali e si snoda attraverso le paludi, i canneti e gli ex pascoli ora bonificati dalla natura.

Ci sono quattro percorsi pedonali e ciclabili nella riserva, che ti inaugurano sul fiume, salici ramati, pioppi e siepi.

Mentre vai, tieni d'occhio l'hobby eurasiatico, un agile falco che preda di cavallette e libellule.

È possibile acquistare una mappa "Langs de Flanken van de Jeker" dall'ufficio turistico di Tongeren.