15 migliori cose da fare a Roeselare (Belgio)

Questa città industriale nelle Fiandre occidentali ha subito un risveglio nel 19 ° secolo con il completamento del Canale Roeselare-Leie.

Nei decenni successivi, Roeselare sarebbe stata descritta come la Manchester del Belgio, e ha un porto sul canale ancora pieno di attività.

Nel 1875 un giovane Albrecht Rodenbach, che in seguito divenne un importante poeta, condusse una protesta contro l'uso del francese nell'istruzione nella Klein Seminarie (seminario minore) della città, guidando la rivolta studentesca fiamminga Groote Stooringe.

Questo è stato un grande passo nella "Dutchizzazione" dell'istruzione secondaria fiamminga.

L'omonimo di Rodenbach è un birrificio Roeselare venerato per i suoi acidi di invecchiamento in botte e un must per gli amanti della birra.

Inoltre, in attesa di essere scoperto nel centro della città, c'è un campanile dell'UNESCO, un museo del ciclismo recentemente aggiornato e una delle principali vie dello shopping della regione (Ooststraat).

1. KOERS. Museum van de Wielersport

Koers. Museo Van De Wielersport

Le Fiandre hanno sempre goduto di una posizione preminente nel mondo del ciclismo, ma Roeselare è in testa e al centro, avendo prodotto il primo vincitore del Tour de France del Belgio, Odile Defraye (1888-1965) nel 1912. KOERS, che ha aperto presso l'ex stazione dei pompieri Polenplein nel 1998 documenta la storia del ciclismo agonistico, ma anche l'evoluzione della bici.

Scoprirai come il design delle bici da corsa è stato modificato nel corso degli anni e seguirai il viaggio della bicicletta del 18 ° e 19 ° secolo tramite bici da corsa, vélocipède e penny farthing.

In una stanza conoscerai i quattro campioni del mondo che provengono da Roeselare e c'è molto spazio dato a Jean-Pierre Monseré, morto a soli 22 anni mentre era campione del mondo.

Dopo un rinnovamento di quattro anni, l'attrazione è stata riaperta nel 2018, con un centro turistico integrato, un negozio di biciclette, una biblioteca e un hub per ciclisti di lunga distanza, completo di docce e punti di ricarica per e-bike.

2. Birrificio Rodenbach

Birrificio Rodenbach

Birrificio Rodenbach

In arrivo per il suo bicentenario, Rodenbach è un nome venerato nei circoli della birra.

Il birrificio è specializzato in una birra Vlaams rood bruin (fiammingo rosso-marrone) che dopo la fermentazione può maturare in botti di rovere giganti per diversi periodi di tempo.

La più antica di queste botti risale al 1872. Successivamente la birra stagionata viene poi tagliata con birra giovane: ad esempio, il Grand Cru di Rodenbach è una miscela dal 67% al 33% di birra più vecchia e più giovane, con un aroma quasi simile al vino e un'acidità leggera e rinfrescante.

Come è ora, il complesso del birrificio risale agli anni 1860 e 70 e un centro visitatori è stato aperto ai tour nel 2001. Questi impiegano due ore e sono disponibili da sabato a giovedì, guidandoti attraverso il processo di birrificazione idiosincratico di Rodenbach e permettendoti di assaggiare un Grand Cru e Rodenbach Original.

3. Sint-Michielskerk

Sint-Michielskerk

La maggior parte di Roeselare fu rasa al suolo da un incendio nel 1488 e quella che all'epoca era l'unica chiesa della città fu ricostruita in stile tardogotico all'inizio del XVI secolo.

Oggi, la torre di 65 metri è uno dei principali identificatori di Roeselare ed è stata sormontata da una cupola e una lanterna barocche dopo aver subito danni negli anni 1730.

La torre è alta 12 piani e ospita 75 campane e due carillon.

In un angolo sul retro della navata si trova il principale monumento di Sint-Michielskerk, una tomba sdraiata scolpita nel 1504 per Jan van Kleef e sua moglie Johanna van Lichtervelde.

Concediti anche del tempo per ammirare il pulpito barocco e un bellissimo assortimento di dipinti di famosi pittori fiamminghi come Ferdinand Callebert e Bernad Mioen.

4. Stadhuis

La torre che domina il lato sud della piazza Grote Markt di Roeselare è una delle 56 in Belgio e nel nord della Francia per essere elencata in un patrimonio mondiale dell'UNESCO.

La particolarità di questo è che risale al 1924, anche se il municipio in stile Luigi XV da cui nasce era pronto nel 1771. Se sei interessato a vedere l'interno puoi iscriverti per una visita guidata.

Ci sono ritratti di tutti i sindaci di Roeselare dal 1830 ad oggi, la Gemeenteraadzaal (sala del consiglio comunale) conserva la sua decorazione originale Luigi XV, mentre nella sala conferenze è un dipinto che raffigura la struttura della città come era nel 17 ° secolo.

5. Castello di Rumbeke

Castello di Rumbeke

Fonte: erlendverledens / Flickr

Castello di Rumbeke

Nella sua attuale iterazione questa proprietà alla periferia di Roeselare fu uno dei primi castelli ad essere costruito in stile rinascimentale in Belgio.

Il Castello di Rumbeke ha un distinto design rinascimentale fiammingo risalente al 1538, ma si trova in un sito che era stato occupato per secoli prima.

La leggenda narra che Baldwin Iron Arm, il primo Margrave of Flanders del IX secolo, rapì Judith di Senlis, figlia del re carolingio Bald the Bald e la portò in una fortezza in questo luogo.

È uno spettacolo mozzafiato, ancora circondato da un fossato e con una brasserie su una terrazza sull'acqua e un eccellente parco giochi per bambini.

6. Sterrebos

Sterrebos "width =" 770 "height =" 514 "srcset =" http://pazzoturistici.online/wp-content/uploads/2020/01/1579862407_486_15-migliori-cose-da-fare-a-Roeselare-Belgio.jpg 1024w, https: //cdn.thecrazytourist. com / wp-content / uploads / 2020/01 / Sterrebos-300x200.jpg 300w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/01/Sterrebos-768x513.jpg 768w, https: // cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/01/Sterrebos-1536x1025.jpg 1536w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/01/Sterrebos.jpg 2048w "data- lazy-size = "(larghezza massima: 770px) 100vw, 770px" />

<p id=Sterrebos

La proprietà di 27 ettari del castello richiede anche qualche esplorazione ed è notevole per la sua foresta matura e un piano che risale al 1770.

A quel tempo l'intera proprietà è stata ridisegnata e ha dato un sistema di vicoli che convergono in un unico punto.

Da qui deriva il nome Sterrebos (foresta di stelle) e il design è preso in prestito dal famoso parco Prater di Vienna.

Queste viuzze vi condurranno attraverso splendidi boschi di faggi e querce, oltre a prati ricamati con fiori di campo all'inizio dell'estate.

Proprio di fronte al castello c'è un platano monumentale, di 200 anni.

Vieni in inverno e potresti vedere un gufo comune che piomba nel fossato del castello.

7. Ooststraat

Ooststraat

Il collegamento tra Grote Markt e la piazza della stazione di Roeselare è una delle principali vie dello shopping delle Fiandre occidentali.

Questa è anche una delle strade più antiche della città, che sta diventando sempre più importante con l'arrivo della ferrovia a metà del XIX secolo.

Il piano terra di ogni edificio di Oostraat ha un negozio o una struttura di ristorazione, mentre l'estremità orientale è pedonale e il resto della strada ha traffico a senso unico e marciapiedi allargati per gli acquirenti.

E alleato con marchi come Zara, H&M, Women's Secret, C&A, Springfield e Jack & Jones, c'è una bella architettura eclettica e Art Nouveau da apprezzare.

Il migliore di tutti è il vecchio ufficio postale (1903) al n. 35, ora un centro culturale.

8. Grote Markt

Grote Markt

Fonte: Utente: LimoWreck / Wikimedia

Grote Markt

La piazza sul lato nord dello Stadhuis si trova in un punto nevralgico della città vecchia ed è socievole come si spera, con bar, ristoranti, caffetterie e gelaterie sui lati nord, est e ovest.

Un dettaglio ancora più interessante di Grote Markt è la sala dei tessuti del XIII secolo perduta e il campanile originale che è crollato nel 1704. A seguito di scavi nel XX secolo, l'impronta di questo complesso è segnata nella pavimentazione della piazza.

Grote Markt è sfuggito a danni significativi nella prima guerra mondiale e ha una gamma di stili, ma soprattutto neoclassici della fine del 19 ° secolo e Art Déco degli anni '20.

9. Canale Roeselare – Leie

Canale Roeselare – Leie

Fonte: Constantin Staneala / shutterstock

Canale Roeselare – Leie

Questo corso d'acqua artificiale è stato scavato attraverso la valle del Mandel per dieci anni tra il 1862 e il 1872, ed è lungo 16,5 chilometri.

Il canale Roeselare – Leie ha ancora uno scopo industriale grazie al fiorente porto interno di Roeselare.

Questa è la base per produttori di alimenti per animali come Debaillie e Hendrix, e vale la pena dare un'occhiata agli enormi silos di grano che hanno ricevuto murales ultra realistici negli ultimi anni.

Lontano dal porto, l'alzaia del canale diventa un modo delicato per godersi la campagna nella valle del Mandel, in bicicletta oa piedi.

Forse il pezzo più bello si trova a Ingelmunster, dove il canale attraversa la riserva naturale di Mandelhoek e oltre l'estremità meridionale della tenuta boscosa del castello di Ingelmunster.

10. Stadswandeling (tour a piedi della città)

Stadswandeling

Immergiti in Roeselare diventerà chiaro quanto sia dinamica questa città e quanto sarebbe facile perdere un negozio, uno spettacolo o un'opera d'arte senza una guida.

L'ufficio turistico ha organizzato un tour a piedi regolarmente aggiornato, che copre numerosi negozi pop-up e attrazioni che non resteranno in giro a lungo.

Al prezzo di € 2, il tour comprende musei, patrimonio, caffè, ristoranti e molto altro.

11. Michels Filmmuseum

Ci sono interessanti musei privati ​​e poi c'è il Michels Filmmuseum, un appassionato di cinema che è sul grande schermo.

Qui Michiel Remaut presenta un ammasso di quasi 1.500 proiettori e telecamere, raccolti nel corso di decenni da quando aveva solo sette anni e riassumendo i progressi tecnici del cinema del 20 ° secolo.

Questa attrezzatura è ordinatamente esposta in un magazzino ben illuminato e accompagnata da descrizioni informative.

Anche al museo c'è un auditorium da 60 posti, dove parte dell'esperienza è quella di ascoltare un ronzio di un proiettore meccanico, al contrario dei proiettori digitali silenziosi utilizzati nei moderni cinema.

Il Michiels Filmmuseum è al Gladiolenstraat 15 e dovrai concordare telefonicamente in anticipo.

12. ARhus

århus

Un'eccitante aggiunta al paesaggio urbano di Roeselare è questo elegante edificio rivestito di vetro, che si trova poco più a nord di Grote Markt.

ARhus (2014) è essenzialmente una biblioteca, ma incorpora una conoscenza e un "centro di apprendimento". Essendo un servizio pubblico, è un edificio che vale la pena vedere al suo interno, e puoi salire su una terrazza per quella che è probabilmente la migliore vista sullo skyline di Roeselare.

Al primo piano si trova l'Arhus Café, che è aperto sette giorni e all'inizio del 2020 aveva alcune scelte interessanti come la bistecca di vitello saltimboca e il walleye in padella con purea di pastinaca e salsa di rafano.

13. Eperon d’Or

Eperon D’Or

A rigor di termini, questo museo industriale è a Izegem ma il viaggio da Roeselare è trascurabile, a dieci minuti.

Eperon d'Or è in una fabbrica di scarpe Art Deco del 1930 e può essere descritta solo come raffinata.

La società Vandommele che possedeva questa fabbrica può essere fatta risalire al 1863 e trasferita in questo posto nel 1909. Vandommele era nella parte alta del mercato, fabbricando molte delle sue scarpe a mano: anche quando la fabbrica chiuse nel 1968 solo una parte della gamma del marchio è stata prodotta dalla macchina.

Il museo, aperto solo nel 2017, illustra la storia delle industrie di calzature e spazzole di Izegem a partire dall'inizio del XIX secolo.

I pezzi più pregiati della collezione risalgono agli anni '20 e '30, quando l'industria delle calzature da donna di lusso di Izegem era al suo apice.

14. Bierkasteel Brouwerij Van Honsebrouck

Bierkasteel Brouwerij Van Honsebrouck

Nel 2016 la fabbrica di birra Van Honsebrouck, fondata nel 1900, si trasferì in un nuovo quartier generale appositamente chiamato Bierkasteel (Beer Castle). Van Honsebrouck produce un intero spettro di birre, tra cui un tripel, biondo, una birra scura (donker), una linea di lambic infuso di frutta, nonché una speciale birra e birre invecchiate mescolate con liquori.

Il nuovo birrificio ha un favoloso centro visitatori, dove una guida professionale sarà pronta per accompagnarti in un tour guidato di 90 minuti dietro le quinte.

Questo viene fornito con tonnellate di multimedia e un ricevitore audio in cinque lingue diverse.

Potrai assaggiare due delle birre speciali di Van Honsebrouck e riceverai una bottiglia da 75 cl di birra speciale da portare a casa.

15. Oude Stedelijke Begraafplaats

Oude Stedelijke Begraafplaats

Questo cimitero urbano è spesso chiamato parkbegraafplaats (parco cimitero) per la ricchezza del suo paesaggio e dei suoi monumenti.

Risale al 1806 ed è un luogo di sepoltura per persone di ogni estrazione sociale, dai civili ai caduti soldati belgi, francesi e britannici della prima guerra mondiale, a sacerdoti e monaci.

Le schede informative sono state aggiunte a ciascuna delle sezioni del cimitero.

Un monumento funebre della prima guerra mondiale che attirerà la tua attenzione è quello del soldato francese Ferdinand le Hétet, che rimase a Roeselare nell'ottobre del 1914 per consentire ai suoi compagni di ritirarsi.

La sua tomba è carica di simbolismo, a forma di pilastro, elmo, pistola, corona d'alloro e imbiancatura rovinati.

Forse la sepoltura civile più prestigiosa è il poeta fiammingo Albrecht Rodenbach (1856-1880) una figura di spicco per il movimento fiammingo del XIX secolo e il risveglio della letteratura fiamminga.