15 migliori cose da fare a Oudenaarde (Belgio)

Sulle dolci colline delle Ardenne fiamminghe, Oudenaarde è una città adorabile sul fiume Scheldt, famosa fino al XVIII secolo per i suoi arazzi di alta qualità.

Anche se l'industria è morta 300 anni fa, ci sono 15 esempi supremi di questo ricamo al Museo Mou nella sala dei tessuti del 14 ° secolo.

Questo edificio è attaccato a un municipio gotico del XVI secolo, bellissimo come qualsiasi altro in Belgio.

Oudenaarde è dotata di molte altre architetture storiche, nelle sue chiese, case patrizie e lunghi monasteri defunti.

La città è anche sinonimo del Giro delle Fiandre, una classica gara ciclistica di un giorno, che trasporta i migliori ciclisti del mondo su pendii difficili pavimentati con ciottoli.

1. Stadhuis

Stadhuis

Fonte: Thomas Dekiere / shutterstock

Stadhuis

L'aumento enfatico all'estremità nord della piazza Markt è uno dei più bei municipi del paese.

Fu costruito tra il 1526 e il 1537 e presenta uno stile gotico Brabantino altamente decorativo.

Potresti perdere qualche minuto stupito fissandolo dalla piazza.

Ogni spazio sulla facciata ha una sorta di ornamenti, che si tratti di tracce cieche o di nicchie con capitelli e pinnacoli a maglia.

Tra quelle nicchie, le finestre del primo e del secondo piano hanno cinque luci e archi a punta, mentre il tetto ripido ha piccole abbaini con timpani dorati.

Sopra è il campanile inscritto dall'UNESCO, su sei piani.

E in cima c'è una corona, che rende omaggio all'imperatore del Sacro Romano Impero Carlo V, sormontato dal mitico guardiano di Oudenaarde, Hanske de Krijger (Hans the Warrior), in oro.

Al piano terra si trova un portico dignitoso con archi a sesto acuto e capitelli vegetali molto intricati.

Un'estensione posteriore del municipio è la più antica sala in tessuto del XIV secolo, a testimonianza della prospera industria tessile medievale di Oudenaarde.

Questo ora ospita il Museo Mou (più avanti), mentre l'ufficio turistico di Oudenaarde si trova al piano terra del municipio.

2. Museo Mou

Museo Mou

Il museo nella sala delle stoffe è da non perdere, per la forza delle sue collezioni e dei suoi affascinanti schermi tattili.

La ragione per cui devi entrare è di meravigliarti dei 15 sontuosi arazzi, tessuti a Oudenaarde nel 16 ° e 17 ° secolo.

Per centinaia di anni, Oudenaarde è stato anche un importante centro di oreficeria e la splendida collezione di argento Boever-Alligoridès si sviluppa su tre sale e offre un resoconto completo di questo mestiere in tutta Europa fino alla fine del 18 ° secolo.

Puoi anche entrare in contatto con il lavoro del pittore di Oudenaarde Adriaen Brouwer (1605-1638), famoso per le sue scene da taverna alcolica, e imparare il legame della città con il Sacro Romano Impero Carlo V, sua figlia Margherita di Parma e Luigi XIV.

3. Sint-Walburgakerk

Sint-Walburgakerk

Fonte: Degroote Nico / shutterstock

Sint-Walburgakerk

Se ti avvicini a Oudenaarde da sud, la torre di 88 metri del Sint-Walburgakerk si erge davanti a qualsiasi altro punto di riferimento.

La torre, crestata da una cupola in ardesia barocca, risale al XVI e al XVII secolo e dal 1894 contiene il carillon a 49 campane di Oudenaarde.

Il carilloneur della città organizza un concerto ogni domenica dalle 12:00 alle 13:00, ma anche il giovedì (10: 00-11: 00) e la sera in luglio e agosto (20: 30-21: 30). La maggior parte del corpo della chiesa sottostante è del 15 ° e 16 ° secolo, quando l'edificio fu ridisegnato in stile gotico Brabante, ma il coro è un residuo della prima costruzione del 12 ° secolo.

L'iconoclastia nel XVI secolo spogliava la chiesa della sua decorazione medievale.

Ci sono alcuni monumenti tombali danneggiati prima di questo tempo, ancora in situ, ma gli arazzi, le sculture policrome e i dipinti sono generalmente barocchi, del XVII e XVIII secolo.

4. Ronde van Vlaanderen

Ronde van Vlaanderen

Fonte: Gus Martinie / shutterstock

Ronde Van Vlaanderen

La primavera, normalmente l'inizio di aprile, è il momento di uno dei cinque "Monumenti" della professione ciclistica su strada.

Il Giro delle Fiandre è un classico di un giorno, condotto ampiamente su ciottoli estenuanti e incentrato su Oudenaarde, dove la gara si è conclusa ogni anno dal 2012. La Ronde van Vlaanderen è contestata da specialisti di ciottoli classici.

Questi ciclisti possiedono un'abilità a tutto tondo, in grado di correre e affrontare salite rigide, ma anche di pensare tatticamente ed essere impavidi di fronte allo spintone fisico e alla difficile superficie stradale.

Se non riesci a catturare la gara, puoi comunque partire alla ricerca delle parti più iconiche del percorso.

Tra questi, a sud della città, si trova la collina Koppenberg di 77 metri, un'ascesa drenante di 600 metri su ciottoli.

5. Centrum Ronde van Vlaanderen

Centrum Ronde Van Vlaanderen

Questa attrazione a Oudenaarde ti dice tutto ciò che devi sapere su questa gara unica nel suo genere, a partire da un avvincente film di 13 minuti che ti mette in sella sul campo.

La mostra multimediale ritrae anche i vincitori del passato, ti fa sentire com'è cavalcare sui ciottoli e mettere alla prova il tuo tempo sulla ripida strada di Oude Kwaremont contro il due volte vincitore Peter Van Petegem.

I fan della gara possono fare un tuffo nella sua storia con un enorme archivio di immagini, filmati e clip audio.

Le pareti del bar per biciclette sono ricoperte di cimeli ciclistici, come maglie, poster e bottiglie d'acqua, e c'è un negozio professionale con mappe dei sentieri, libri e attrezzature moderne e retrò.

6. Onze-Lieve-Vrouwekerk (Pamelekerk)

Onze-Lieve-Vrouwekerk

Passeggiando lungo la riva destra dello Schelda, arriverai in una meravigliosa chiesa in stile gotico del XIII secolo.

Iniziato nel 1234, il Pamelekerk sarebbe stato completato in soli 30 anni, il che lo ha lasciato con uno stile gotico Scheldt uniforme.

Tutti i segni distintivi di questo stile sono presenti, tra cui una torre ottagonale, ambulatoriale, triforium, clerestory e le sottili finestre a tre luci quasi romaniche.

In piedi vicino al fiume si possono ammirare le torrette angolari ornamentali del transetto nord, anch'esse risalenti al 13 ° secolo.

L'interno è prevalentemente neogotico, e puoi entrare nei fine settimana da giugno a settembre.

7. Begijnhof Oudenaarde

Begijnhof Oudenaarde

Come in molte città fiamminghe, Oudenaarde arriva con uno storico beghinaggio, una comunità di religiose laiche che avevano fatto voti, ma avevano ancora l'indipendenza finanziaria.

Questo è uno dei 26 beghinaggio intorno alle Fiandre, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, e si trova nella posizione attuale dal 15 ° secolo.

L'ultima delle beghine di Oudenaarde è deceduta nel 1960 e puoi dare un'occhiata in giro durante le ore diurne.

L'ingresso al cortile è una suggestiva struttura barocca con un'immagine di San Rocco, invocata contro la peste.

Le beghine vivevano nelle case imbiancate che risalgono dal 17 ° agli inizi del 20 ° secolo, mentre l'edificio più antico è una casa del 1500, costruita per un rettore annegato nello Schelda dal calvinista Geuzen.

La cappella fu distrutta dagli iconoclasti nel 1566 e ha un design in stile neogotico.

8. Museo archeologico provinciale (PAM)

Museo archeologico provinciale

Fonte: Erfgoedsite Ename / facebook

Museo archeologico provinciale

Ename, un paio di chilometri a valle sulla riva destra dello Schelda era un importante porto e centro commerciale nell'alto medioevo, al confine tra il Regno di Francia e il Sacro Romano Impero ottoniano.

C'è un sito archeologico affascinante, di cui parleremo di seguito, mentre le scoperte prodotte dal sito sono esposte nel museo archeologico provinciale nel centro del villaggio nella casa cittadina del XIX secolo, Huis Beernaert.

Le mostre qui sono state unite con tanto amore e non poca esperienza.

C'è una sequenza temporale interattiva che traccia più di due millenni di storia e puoi ascoltare le prospettive dei molti abitanti storici di Ename, dagli abati alle contesse, dalle loro stesse bocche.

Puoi anche conoscere tutta la scienza e la tecnologia che affronta l'archeologia moderna.

9. Sint-Laurentiuskerk

Sint-Laurentiuskerk

Il PAM si occupa anche della sorprendente chiesa di Ename, costruita a cavallo dell'XI secolo in stile ottoniano.

Questo è uno dei migliori esempi di architettura religiosa romanica del Belgio, costruito in pietra calcarea Tournai blu-nera.

All'inizio degli anni '90, le modifiche del 18 ° secolo all'ingresso della torre furono rimosse per rivelare meravigliosi affreschi in stile bizantino dipinti 1.000 anni fa e a lungo nascosti dietro l'organo.

Questi sono gli affreschi delle chiese più antichi che si possano trovare ovunque nel Benelux.

10. Archeologische Site Ename

Archeologische Site Ename

Sotto lo stesso ombrello, il sito archeologico si trova sulla riva destra dello Schelda, che comprende otto ettari e dotato di pannelli informativi.

Quello che vedrai sono le fondamenta dell'Abbazia di Ename, un monastero benedettino fondato nel 1063 e soppresso e demolito durante la Rivoluzione francese alla fine del 18 ° secolo.

Gli abati qui erano uomini influenti, in quanto membri degli Stati delle Fiandre, e discutevano di questioni politiche con statisti nel giardino formale di fronte, poiché era vietato parlare di politica all'interno delle mura del monastero.

Accanto al monastero si trovano i resti di un castello ottoniano cresciuto intorno al 974. Ricostruzioni tridimensionali al computer dell'abbazia e del castello, prodotte con molte ore di ricerca, analisi dei dati e archeologia, sono esposte in un piccolo padiglione vicino al sito, aperto da aprile a novembre.

11. Birrerie Oudenaarde

Brouwerij Liefmans

La birra è stata prodotta a Oudenaarde da tempo immemorabile, e tra le vecchie fabbriche di birra ancora in attività c'è Brouwerij Liefmans, che ha una storia che può essere fatta risalire al 17 ° secolo.

Liefmans, ancora con sede vicino allo Schelda e che conserva le sue strutture per la produzione di birra come museo vivente, è rinomato per la produzione di ciliegie Kriek-Brut, maturata per 18 mesi.

Puoi prenotare un tour di Liefmans online.

La storia di Brouwerij Roman inizia nel frattempo a metà del XVI secolo.

Questo birrificio, basato circa 10 minuti a est di Oudenaarde, è amato per il suo Oud Bruin (Flanders Brown), Adriaen Brouwer (5%). Questo viene anche in un tripel (9%) e "Oaked" (10%), una varietà invecchiata in botti di sherry e whisky.

Brouwerij Roman apre per visite nei giorni feriali tutto l'anno e il sabato tra marzo e ottobre.

12. Abdij Maagdendaele

Abdij Maagdendaele

L'abbazia cistercense di Maagdendaele fu fondata a Pamele nel 1234 e divenne uno dei principali monasteri femminili delle Fiandre.

Sebbene l'abbazia sia stata colpita duramente dalle guerre di espansione di Luigi XIV e quindi dalla Rivoluzione francese, la basilica del XIII secolo è ancora in situ, insieme a una raffinata casa abbaziale a forma di L, costruita nel 1660.

Composto da mattoni con medicazioni in arenaria bianca, questo edificio è stato progettato secondo i principi dell'ordine cistercense, con accenni gotici di Scheldt.

Sopra l'ingresso dell'ala est c'è uno splendido bassorilievo che mostra San Bernardo che riceve il suo scapolare da Maria.

Oggi il complesso ospita gli archivi della città e la Royal Academy of Art (Koninklijke Academie voor Beeldende Kunst).

13. Huis de Lalaing

Huis De Lalaing

Sul Pamelewijk, di fronte allo Schelda, si erge una maestosa casa patrizia con una facciata rococò del XVIII secolo.

Questo ha alcune modanature di stucco delicato, in particolare attorno alla coppia di finestre a forma di rene sul frontone e sui due mensoloni sotto il cornicione.

Huis de Lalaing è molto più antico del suo esterno e prende il nome da Philip de Lalaing, governatore della città e signore di Schorisse, che visse a questo indirizzo nel XVI secolo.

La casa potrebbe anche essere la casa natale di Margherita di Parma (1522-1586), figlia illegittima dell'imperatore del Sacro Romano Impero Carlo V.

La proprietà fu acquistata dalla città nel 1978 ed è uno spazio multifunzionale, legato al patrimonio di Oudenaarde come centro per la produzione di arazzi.

Gli esperti qui restaurano raffinati arazzi e tappeti, ma insegnano anche abilità di tessitura in officine e corsi.

Nel giardino murato che cresce attraverso il passaggio della casa c'è un albero di ginkgo di 160 anni.

14. Liedtspark

Liedtspark

Per centinaia di anni Oudenaarde fu fortificata da un sistema di mura e fossati, rielaborato dal famoso ingegnere militare Vauban di Luigi XIV nel 17 ° secolo.

Nel diciannovesimo secolo un pacco delle vecchie difese, che incorporava un ravelin, fu acquistato dal famoso politico liberale Charles Liedts (1802-1878). Si costruì una dimora, immersa in un parco paesaggistico inglese.

Il figlio di Liedts, Amédée, lasciò in eredità la tenuta a Oudenaarde quando morì nel 1907, e lo spazio di sei ettari ha prati abbondanti, alberi alti e maturi, una fontana e una moderna passerella sul vecchio fossato.

La casa risale al 1860 e all'esterno è ancora possibile identificare i cartigli con il motto inglese di Liedts, "All for Duty".

15. Recreatiedomein De Donk

Recreatiedomein De Donk

Sul fianco occidentale di Oudenaarde puoi camminare fino a un grande stagno che è stato scavato negli anni '60 alla ricerca di materiale per la doppia carreggiata N60.

Ma molto prima di quel momento questo scenario era stato acquoso, in quanto sito di laghetti medievali e pascoli comuni per gli abitanti del villaggio.

Dal 20 ° secolo lo stagno è diventato un honeypot per i navigatori, i kayakisti, i surfisti e i pescatori.

Nel 2017 è stato aperto un nuovo sistema via cavo sul lago per il wakeboard e lo sci d'acqua.

Il nuoto è in realtà vietato, ma i bagnanti affollano le rive erbose nei giorni caldi e c'è un sentiero escursionistico di 2,6 chilometri sul perimetro dello stagno.

Di tanto in tanto avrai incredibili panorami delle Ardenne fiamminghe lungo il percorso.