15 migliori cose da fare a Lier (Belgio)

Il popolo di Lier è spesso chiamato Schapekoppen (teste di pecora), che è un insulto del 14 ° secolo trasformato in un punto di orgoglio.

La storia narra che all'inizio del XIV secolo Giovanni II, il duca di Brabante voleva ringraziare Lier per il suo aiuto nella sua lotta contro la città di Malines.

Diede alla gente di Lier la scelta di un'università o di un mercato del bestiame, e quando scelsero quest'ultimo rispose: "Oh, quelle misere teste di pecora". Lier è dotato di due siti patrimonio mondiale dell'UNESCO, nei vicoli incrociati del beghinaggio del XIII secolo e del campanile del XIV secolo annesso allo storico municipio.

Uno stimato nativo di Lier era l'astronomo e maestro orologiaio Louis Zimmer (1888-1970), il cui orologio centenario e orologio astronomico su Zimmerplein poteva farti rimanere incantato per ore.

1. Begijnhof Lier

Begijnhof Lier

Fonte: Nina Alizada / shutterstock

Begijnhof Lier

La vecchia comunità religiosa di Lier per le vedove e le donne non sposate risale alla prima metà del XIII secolo.

I residenti erano beghine, che avevano fatto voti di obbedienza e purezza, ma non di povertà.

Queste donne conducevano una vita indipendente e coloro che avevano bisogno di reddito si guadagnavano da vivere attraverso la tessitura, il ricamo o la lavorazione del merletto.

Begijnhof Lier è uno dei 13 beghinaggio fiamminghi elencati dall'UNESCO ed è composto da 162 case su 11 vicoli.

Entrerai nel quartiere attraverso Begijnhofstraat, passando sotto una grande porta in pietra calcarea blu-nera barocca (1690), ricoperta da un'immagine di Santa Begga del 1770. Per la maggior parte, le case di oggi sono state ricostruite nel 17 ° e 18 ° secolo, mentre il ultima beghina è partita nel 1984. Nel cuore di Begijnhof Lier è una chiesa, anch'essa del 1600 e del 1700, e visitando i vicoli ti imbatterai anche in un'infermeria (ora appartamenti) e in una ex scuola per principianti.

2. Stadhuis

Stadhuis

Fonte: Tina Vander Molen / shutterstock

Stadhuis

Lo storico municipio di Lier è molto più antico di quanto sembri la facciata rococò del XVIII secolo.

L'edificio fu eretto come sala delle stoffe nel 1367 quando il commercio di stoffe di Lier era al culmine.

Dal 1418 fu utilizzato esclusivamente come municipio e dal 1730 aveva bisogno di un restauro, che fu dato dall'architetto rococò Jan Pieter van Baurscheidt de Jonge (1699-1768). Sarai in grado di entrare quando l'ufficio informazioni turistiche di Lier si trova nella ex camera del consiglio.

Nota la scala a chiocciola in quercia e la meravigliosa tela dipinta sul soffitto, raffigurante angeli, virtù e vizi e trasferita qui dal Palazzo Vescovile di Anversa.

Sebbene ora integrato nel municipio, il campanile dell'UNESCO sul lato nord fu costruito in modo indipendente nel 1369 ed è un emblema della libertà e dell'indipendenza di Lier.

Nel Medioevo conteneva l'arsenale della città, oltre a documenti che denotavano i privilegi di Lier.

Il carillon di oggi con 23 campane è stato aggiunto nel 1971 e suona ogni 15 minuti.

3. Torre Zimmer

Torre Zimmer

Fonte: Daniel Leppens / shutterstock

Torre Zimmer

Louis Zimmer, astronomo e orologiaio nato a Lier dal re del Belgio, creò il Jubelklok (Giubileo o Orologio centenario), che donò alla città nel 1928 per celebrare i 100 anni di indipendenza belga.

Questo orologio sbalorditivo ha un anello esterno di facce che mostra, tra le altre cose, le fasi della luna, il ciclo solare, la settimana, il mese, le maree, l'epatto e l'equazione del tempo.

Alle 12:00 l'orologio mostra le date 1830-1930, nonché gli stemmi belgi e Lier, i primi tre re del Belgio e i sei sindaci di Lier dopo l'indipendenza.

Ci sono anche quattro automi che rappresentano le quattro fasi della vita.

Questo sorprendente orologio fu installato sul muro di quella che era stata la torre di Cornerlius, risalente al 15 ° secolo e appartenente alle mura interne medievali di Lier.

La torre fu dichiarata monumento protetto nel 1980.

4. Museo Zimmer

ZimmerMuseum

Nel 1960 un padiglione spuntò vicino alla Torre Zimmer sulla piazza.

Fu costruito per ospitare un altro dei capolavori di Zimmer, un enorme orologio astronomico prodotto per l'Esposizione mondiale di Bruxelles nel 1935. L'orologio astronomico è alto quasi cinque metri e pesa oltre 2.000 chili.

Viene fornito con 93 quadranti, uno dei quali è una delle lancette meccaniche a rotazione più lenta al mondo, facendo una rivoluzione ogni 25.800 anni.

Albert Einstein elogiò personalmente Zimmer quando vide l'orologio alla Fiera mondiale di New York del 1939.

Il museo espande concetti come il tempo e lo spazio e contiene anche una serie di orologi più piccoli di Zimmer, nonché una mostra degli strumenti che ha usato per costruire queste meraviglie.

5. Stadsmuseum Lier

Stadsmuseum Lier

Inaugurato nel 1892, il museo della città di Lier ha una forte collezione di dipinti della regione risalenti al 1500 e al 1900.

Il museo si aprì sul retro di un lascito considerevole e fu sostenuto da un altro negli anni '30.

La posizione scelta era una casa a schiera del 18 ° secolo con un restauro neogotico alla fine del 19 ° secolo.

Le opere più preziose di belle arti e arti decorative sono esposte nell'opulento Salon, con dipinti di Peter Paul Rubens, Pieter Brueghel il Giovane, Frans Floris e un'opera giovanile di Murillo che è stata identificata solo nel 2009. Altrove è possibile vedere lo storico prospettive di Lier attraverso paesaggi e mappe, vedere i molti mestieri storici della città, conoscere le comunità religiose un tempo incaricate di istruzione e assistenza sanitaria e scoprire le figure che hanno contribuito a mettere Lier sulla mappa.

Un pezzo avvincente della storia naturale è lo scheletro intatto di un mammut, il primo ad essere scoperto nell'Europa occidentale, scavato nel 1860 nell'attuale sito del municipio.

6. Sint-Gummaruskerk

Sint-Gummaruskerk

L'affascinante chiesa gotica del Brabantino di Lier fu costruita in più di 200 anni dopo il 1370.

Un evento importante che ebbe luogo qui in quel periodo fu la consacrazione del matrimonio tra Filippo I di Castiglia (il primo monarca asburgico in Spagna) e Giovanna di Castiglia nel 1496. Per l'occasione fu prodotta una serie di cinque vetrate per il coro , ancora in situ e unico nella regione.

Queste finestre fanno parte di un più ampio inventario di originali vetrate gotiche e rinascimentali, quasi inaudite per una chiesa belga.

Scopri anche il magnifico trittico Colibrant (1516) di Goswin van der Weyden, il pulpito del primo barocco (1640-42) e lo schermo del XVI secolo modellato in modo complesso che separa il coro dalla navata.

Un altro tesoro è il grande reliquiario d'argento per San Gummarus, che viene messo in mostra e sfilato attorno a Lier nella festa di San Gummarus (prima domenica dopo il 10 ottobre).

7. Gevangenenpoort (Prison Gate)

Gevangenenpoort

L'ultima porta rimasta dai bastioni interni medievali di Lier è la Porta della Prigione, fondata nel 1375. Dal 1500 fino al 1930, questa struttura servì da prigione, da cui il nome.

Nel 1728 la struttura gotica fu revisionata con un nuovo design classico, con un arco arrotondato sul lato nord e frontoni triangolari sopra.

Ma sul lato meridionale esterno di Zimmerplein il portale ha conservato l'originale arco a punta gotica.

Nelle nicchie sopra il portale sono presenti immagini di San Rocco e Santa Margherita.

8. Spuihuis

Spuihuis

Un paio di minuti a piedi, su da Sint-Gummaruskerk, si trova un'antica chiusa di sicurezza sul Binnennete, il tratto chiuso del fiume Kleine Nete che attraversa Lier.

Risalente al XVI secolo, è un pezzo interessante del vecchio sistema di gestione delle risorse idriche della città.

In caso di alluvione la serratura si chiuderebbe e la Kleine Nete verrebbe deviata attraverso un canale lontano da Lier verso il Grote Nete, un altro affluente del fiume Neter.

Lo Spuihuis ha le fasce alternate di mattoni e pietre tipiche dell'architettura rinascimentale, e dopo essere stato restaurato viene ora affittato per eventi e ospita la Sociëteit van de Schaepshoofden di Lier, che organizza i principali eventi culturali in città.

9. Vleeshuis

Vleeshuis

Un altro monumento da apprezzare su Grote Markt è questo bell'edificio a gradini corallini proprio sul lato dello Stadhuis.

Il Vleeshuis è la vecchia casa della corporazione per i macellai di Lier ed è qui dal 1418. Nel tempo ha ospitato la sala dei panni di Lier, la corte di giustizia e la prigione cittadina.

La facciata è cambiata molte volte nel corso degli anni e l'attuale design neogotico è recente, arrivando subito dopo la prima guerra mondiale.

Il Vleeshuis è ora utilizzato come spazio espositivo, ma ci sono piccoli dettagli interessanti se sai dove cercare.

I leoni che fiancheggiavano i gradini appartenevano allo Stadhuis della porta accanto.

Sulla pavimentazione di fronte c'è una piccola targa che segna il sito del "Verloren Kost", un pozzo medievale a volta scoperto quando la piazza è stata rinnovata nel 2012. Nello stesso lavoro è stato scoperto un ingresso in muratura alle cantine del Vleeshuis molto al di sotto della moderna superficie di Grote Markt.

10. Kinderboerderij ’t Struisvogelnest

Kinderboerderij 't Struisvogelnest

Fuori dalla città a sud c'è una classica fattoria per bambini, con animali da cortile e campi da gioco amichevoli.

Kinderboerderij 'Struisvogelnest è insolito in quanto rimane aperto tutto l'anno, e nei paddock ci sono alcuni animali che ci si potrebbe aspettare e altri che non si vince.

Ci sono capre, galline, mucche, pecore, asini, cavalli e conigli, ma anche emù, struzzi, alpaca e un raro maiale lanoso.

A questi si aggiungono un apiario e un hotel per insetti.

Quelli più piccoli possono anche divertirsi su scivoli, castelli gonfiabili e castelli a pedali, e se gli adulti hanno bisogno di un po 'di tempo fuori c'è una comoda terrazza.

11. Stadspark

Stadspark

Fonte: Poleijphoto / shutterstock

Stadspark

In parte sul sito di un giardino del piacere del 19 ° secolo, il verdeggiante parco cittadino di Lier è a pochi passi dal centro, diviso dal Binnenete e delimitato a sud dal flusso principale del Nete.

Prima di tutto, potresti usare lo Stadspark come primo passo in una passeggiata di 4,2 chilometri intorno alla città lungo l'ex corso delle mura esterne del 15 ° secolo di Lier (Lierse Stadsvesten). Ma nel parco ci sono anche molte cose orientate alla famiglia, da un parco giochi di avventura al mini-golf a una casa di narrazione e prato da picnic con un riparo.

Lo Stadspark ha anche un campo da tennis e un laghetto con passerelle pedonali, una piccola caffetteria e una caffetteria.

12. LAGO Lier De Waterperels

LAGO Lier De Waterperels

Inoltre vicino al centro di Lier è un centro di nuoto che va ben oltre una tipica piscina comunale.

LAGO Lier De Waterperels ha una piscina di allenamento con corsie per i nuotatori adeguati, ma è anche dotata di un'area subtropicale per famiglie, con scivoli, piscine poco profonde per i più piccoli, una piscina con onde e 100 metri di rapide fluviali.

Per i genitori che hanno bisogno di relax, il centro dispone di sauna, bagno turco e una "laguna calda" riscaldata a 34 ° C e aperta a persone dai 10 anni in su.

Il Rest-eau-café ha opzioni salutari per tutte le età e quando arriva l'estate hai una grande piscina all'aperto, un splash pad, scivoli e una spaziosa area erbosa per prendere il sole.

13. Wintertuin

Wintertuin

Il villaggio di Onze-Lieve-Vrouw-Waver, 15 minuti a sud di Lier, è noto per il Sint-Ursula-Instituut, un monastero di Ursuline e un complesso scolastico cattolico fondato nel 1841. Alla fine del 19 ° secolo, l'Istituto delle Orsoline aveva raccolto una reputazione internazionale, con circa un quarto dei suoi studenti provenienti da oltreoceano.

Una serie di nuovi palazzi sontuosi sorgeva in questo momento in una varietà di stili.

Il più straordinario di questi è il giardino d'inverno in stile Liberty (Wintertuin) del 1900, progettato come area di accoglienza per le persone che visitano le ragazze residenti.

Comprende due mezze finestre e una volta a botte, che sono vetrate con sontuose vetrate dal pittore del vetro di Bruxelles Raphaël Évaldre.

Le visite guidate si svolgono ogni domenica dell'anno, tranne tra metà dicembre e metà gennaio e la domenica di Pasqua.

Il tour includerà anche altre bellissime località intorno alla scuola e al monastero, come la chiesa, l'oratorio, il museo della scuola, la "galleria di piano" e molti altri.

14. Fort van Lier

Fort Van Lier

Lier si trova sull'anello esterno dei Forti di Anversa, parte del Redoubt nazionale belga.

Questa era una rete di fortificazioni su larga scala e sofisticata costruita a livello nazionale nel XIX e all'inizio del XX secolo.

Anversa è stata la chiave del piano, in quanto l'ultima trincea per la difesa del paese e del porto attraverso cui potevano arrivare rifornimenti e rinforzi dagli alleati.

Fort van Lier fu costruito dal 1877 al 1890 e ha una pianta trapezoidale con un fossato largo fino a 50 metri.

Nel settembre / ottobre 1914 il forte impiegò quattro giorni di pesanti bombardamenti da parte dei tedeschi prima che il suo presidio fosse ritirato.

Ora le casamatte e i tunnel sono usati dal club di tiro di Lier, ma puoi camminare sulle rive del fossato e attraversare il ponte fino al recinto interno.

15. Fort van Kessel

Fort Van Kessel

Il prossimo forte nello stesso sistema cadde sui tedeschi il 4 ottobre dopo essere stato bombardato dal temuto obice assedio Big Bertha.

Fort van Kessel è a nord-est di Lier e, come con il suo vicino, è stato lasciato alla natura.

Tra aprile e ottobre sarai in grado di fare una visita guidata nei tunnel per vedere le postazioni delle armi, le riviste e i quartieri delle truppe, nonché la distruzione provocata da quegli sbandati nella prima guerra mondiale.

Puoi farlo prenotando dal comune di Nijlen o scegliere uno dei giorni aperti estivi del forte.

Negli anni successivi Fort van Kessel è diventato un paradiso di svernamento per centinaia di pipistrelli ogni anno, di otto specie diverse.