15 migliori cose da fare a Dnipro (Ucraina)

Fondata da Caterina la Grande verso la fine del 18 ° secolo, Dnipro (precedentemente Dnipropetrovsk) è una città che è cresciuta sul dorso di una fiorente industria manifatturiera. Fonderie, fabbriche di veicoli, fabbricanti di armi e successivamente un'industria aerospaziale sono stati la spina dorsale dell'economia di Dnipro. E le lussuose dimore per gli industriali del XIX secolo e la passeggiata più lunga d'Europa parlano della prosperità fluttuante della città.

Fino alla seconda guerra mondiale Dnipro aveva una ricca eredità ebraica: cento anni fa più di un quarto della popolazione di Dnipro era ebrea e negli ultimi anni è sorto un audace sviluppo ebraico a uso misto. La Menorah è come nessun'altra in Europa, un complesso enorme che combina negozi, hotel, un museo e una sinagoga.

Esploriamo il migliori cose da fare a Dnipro:

1. Dmytro Jawornyzkyj Avenue

Stazione centrale di Dnipro

Per 84 anni fino al 2016 il viale da record di Dnipro prende il nome da Karl Marx.

Ma in virtù di una legge che proibisce la "propaganda nazista e comunista", l'onore è stato consegnato allo stimato storico e lessicografo Dmytro Jawornyzkyj.

Questa ampia arteria a sei corsie è fiancheggiata da filari di ippocastani ed è lunga cinque chilometri, a partire da est al Monumento dell'Eterna Gloria e infine termina alla Stazione Centrale di Dnipro.

Se sei pronto per camminare per l'intera lunghezza, verrai ricompensato con un riepilogo accurato di Dnipro.

Il viale ha tutti i principali monumenti storici della città, i parchi, le aree per lo shopping, i servizi culturali e le università, nonché decine di caffè se devi fare una sosta.

2. Menorah Center

Menorah Center, Dnipro

Fonte: rospoint / shutterstock

Menorah Center

Il più grande centro culturale ebraico in Europa è stato aperto a Dnipro nel 2012 ed è un complesso abbagliante, composto da hotel, sale per banchetti, una galleria d'arte, negozi e ristoranti kosher, una sinagoga e un museo.

Il progetto è stato guidato congiuntamente dai presidenti della Comunità ebraica unita Dnipro e della comunità ebraica ucraina, mentre il sefardita Grand Rabbi e il ministro israeliano per l'informazione e la diaspora erano presenti all'apertura.

Durante una visita di tutti i giorni la destinazione principale sarà il Museo della memoria e dell'Olocausto ebraico in Ucraina.

Il più grande museo del suo genere nell'ex Unione Sovietica, ripercorre gli eventi degli anni '30 e '40 e ne studia le ripercussioni utilizzando display multimediali all'avanguardia.

3. Isola di Monastyrsky

Isola di Monastyrsky

Fonte: Tanya Kalian / shutterstock

Isola di Monastyrsky

L'isola fluviale della città è stata occupata per almeno 2000 anni ed è stata un palcoscenico per i primi cristiani e mercanti medievali.

Puoi raggiungerlo a piedi tramite un'elegante passerella ad arco in metallo o su una funivia panoramica.

Se cammini, tieni gli occhi aperti per le stelle sovietiche sui pannelli del ponte mentre attraversi.

Salendo sull'isola sarai nel Taras Shevchenko Park, di cui parleremo dopo.

Sul lato opposto dell'isola c'è una spiaggia che si estende per oltre un chilometro fino alla punta meridionale e piena di bagnanti in estate.

Qui troverai un paio di bar, mentre sul lato vicino c'è un acquario d'acqua dolce e un centro che noleggia barche a remi e kayak.

4. Parco Taras Shevchenko

Parco Taras Shevchenko, Dnipro

Fonte: badahos / shutterstock

Parco Taras Shevchenko

Il parco all'estremità superiore dell'isola di Monastyrsky merita un altro ingresso a causa di quanto è stretto in uno spazio così piccolo.

Una delle prime cose che vedrai è una ruota panoramica e un parco divertimenti in stile sovietico kitsch rivolto ai membri più piccoli della famiglia.

Svolta a sinistra dopo il ponte e ti troverai in una statua di Taras Shevchenko.

Questo poeta del XIX secolo è considerato uno Shakespeare ucraino per il suo impatto duraturo sulla lingua ucraina.

E infine, sul lato della città del parco c'è una drammatica cascata artificiale, costruita sotto la croce.

Secondo la leggenda, Sant'Andrea si fermò proprio in questo luogo durante il suo viaggio lungo il Dnepr nel 1 ° secolo.

5. Museo nazionale di storia

Museo storico di Dnipropetrovsk

Fonte: Andrii Zhezhera / shutterstock

Museo nazionale di storia

In un palazzo neoclassico dignitoso, il Museo di storia nazionale di Dnipro segue la storia della città e della regione fino all'età della pietra.

Oltre agli strumenti preistorici, ci sono alcuni manufatti avvincenti recuperati dai tumuli locali di Scythian, che risalgono a 3000 anni fa.

Dove il museo brilla davvero è nelle sue gallerie per la storia industriale e del XX secolo di Dnipro.

Puoi esaminare i frutti dell'industria manifatturiera di Dnipro, come armi, un carrello da miniera e un trattore.

C'è anche una coinvolgente mostra di manifesti di propaganda, la più inquietante della carestia umana di Holodomor che ha ucciso fino a 10 milioni nel 1932-33.

6. Cattedrale della Trasfigurazione

Cattedrale della Trasfigurazione, Dnipro

Fonte: Ryzhkov Sergey / shutterstock

Cattedrale della Trasfigurazione

La prima pietra della cattedrale di Dnipro fu posta dall'imperatrice Caterina la Grande all'inaugurazione della città nel 1787. Ma ciò si rivelò un po 'un inizio falso, poiché la costruzione non iniziò fino al 1830. La chiesa finì per avere proporzioni più modeste di il centro spirituale voluto dal conte Grigory Potemkin, ma è bellissimo lo stesso ed è un monumento nazionale ucraino.

In un racconto echeggiato da molte chiese del paese, la decorazione della Cattedrale della Trasfigurazione fu distrutta dalle truppe sovietiche, sebbene l'edificio sopravvisse incolume alla Seconda Guerra Mondiale.

Un restauro completo ha riportato l'iconostasi e gli affreschi al loro antico splendore, e puoi vedere la prima pietra di Caterina la Grande sul lato destro della navata.

7. Battaglia del Dnepr Diorama

Battle Of The Dnieper Diorama

Fonte: PhotoSky / shutterstock

Battle Of The Dnieper Diorama

Una moderna sala in cemento su Dmytro-Jawornyzkyj Avenue ospita il più grande diorama in Ucraina.

Raffigura la cruciale battaglia del Dnepr, che fu combattuta tra la Germania nazista e i sovietici nell'autunno del 1943. Circa 4.000.000 di truppe furono impegnate nei combattimenti sulle sponde opposte del fiume Dnepr, nella più grande battaglia della seconda guerra mondiale.

Questa colossale battaglia è raffigurata in un diorama che offre una vista a 230 ° sul campo di battaglia ed è arricchita da autentici manufatti militari come armi, equipaggiamento per attraversare il fiume e pezzi di fortificazioni.

Di fronte c'è anche un'esibizione di hardware militare della battaglia, come sbandati, carri armati e pistole antiaeree.

8. Dnipro Quay

Dnipro Quay

Fonte: Denis Dymov / shutterstock

Dnipro Quay

A 23 chilometri e che comprende l'intero lungomare della città, si dice che Dnipro Quay sia la banchina più lunga d'Europa.

Per i cittadini e i turisti di Dnipro è un posto dove incontrarsi e fare passeggiate vicino al Dnepr.

La riva del fiume fu migliorata nella seconda metà del XX secolo, quando la banchina fu pavimentata e furono piantati alberi per fornire un cuscinetto dalla strada.

Prima di allora era stata un po 'una terra desolata postindustriale, ma quei tempi ti sembreranno molto distanti quando sorseggi un caffè al tavolo di un caffè o scatti foto di arte pubblica e monumenti qui.

La più amata è la White Swan Fountain, appena fuori dalla riva destra e con getti mobili che creano l'impressione di un cigno che apre le sue ali.

9. Lazar Globa Park

Parco Lazar Globa, Dnipro

Fonte: kleverphoto / shutterstock

Parco Lazar Globa

Il parco più antico della città si trova accanto a Dmytro Jawornyzkyj Avenue ed è un luogo di relax e divertimento per i residenti di Dnipro.

Completando i prati e le lunghe passerelle alberate, qui c'è un altro piccolo parco divertimenti.

Il pezzo forte è la ruota panoramica, che offre una visione completa della città e del Dnepr.

Quando fa caldo puoi noleggiare un pedalò per il laghetto del parco e il suggestivo "Summer Theater" in cemento offre intrattenimento per i bambini.

Scopri anche se riesci a trovare la Fontana del Piccolo Principe, ispirata al personaggio di Antoine de Saint-Exupéry e installata nel 2002.

10. Monumento della gloria eterna

Monumento dell'eterna gloria, Dnipro

Fonte: BalkansCat / shutterstock

Monument Of Eternal Glory

Al limite orientale di Dmytro Jawornyzkyj Avenue si trova un potente monumento di epoca sovietica eretto per commemorare il sacrificio di soldati durante la Grande Guerra Patriottica (Seconda Guerra Mondiale). Nella parte superiore del pilastro è una scultura in acciaio inossidabile che rappresenta la patria, alta sette metri e del peso di cinque tonnellate.

E ai piedi c'è una fiamma eterna.

Il monumento fu completato nel 1967 ed è ancora carico di emozioni, soprattutto dopo gli eventi degli ultimi anni.

Fino a maggio 2017 ci sono stati scarabocchi e arresti qui durante le celebrazioni del Giorno della Vittoria della Seconda Guerra Mondiale.

11. Cattedrale della Santissima Trinità

Cattedrale della Santissima Trinità, Dnipro

Fonte: Victor Babenko / shutterstock

Cattedrale della Santissima Trinità

La chiesa centrale per i fedeli ortodossi in tutta la regione di Dnipro, la Cattedrale della Santissima Trinità fu costruita a metà del XIX secolo sulla scia della Cattedrale della Trasfigurazione.

Iniziò come un monumento piuttosto modesto, fino al 1860 circa quando il nuovo campanile ne fece l'edificio più alto di Dnipro.

Più tardi la chiesa fu chiusa dalle autorità sovietiche e trasformata in un magazzino, un lavoro che riempì fino alla seconda guerra mondiale.

Il danno subito in quel periodo è stato riparato e tutto è stato riportato al massimo splendore di un secolo fa.

Molti degli affreschi del XIX secolo ricoperti di intonaco e intonaco bianco sono ora radiosi come prima.

12. House of Organ and Chamber Music

House of Organ and Chamber Music, Dnipro

Fonte: Shultay Baltaay / shutterstock

House Of Organ E Musica Da Camera

Questa attrazione richiede un viaggio nella periferia occidentale di Dnipro, ma se sei un appassionato fan della musica classica e spaventata non ti pentirai di vedere un'esibizione.

C'è un vivace programma di recital di cori, gruppi da camera e solisti in una chiesa sconsacrata.

L'ex chiesa di San Nicola fu costruita in stile eclettico nel 1915 e si distingue per la sua insolita rotonda.

Ha sofferto per tutto il periodo sovietico ma è stato conservato come monumento nazionale.

Un organo Sauer fu installato negli anni '80 e la chiesa divenne un luogo di musica per la sua acustica superlativa.

13. Palazzo di Potemkin

Palazzo Potemkin

Potrebbe essere fonte di confusione, ma sulla terraferma accanto al fiume e di fronte all'isola di Monastyrsky c'è un altro parco che prende il nome da Taras Shevchenko.

Conosciuto dal "Parco Shevchenko" abbreviato, questo spazio verde ospita l'edificio più antico della città.

Questo fu commissionato dal conte Grigory Potemkin, che ebbe molta influenza sotto il dominio di Caterina la Grande.

Il palazzo neoclassico fu costruito nel 1790, ma Potemkin non riuscì mai a rimanervi perché morì improvvisamente nel 1791. Il palazzo ha subito molti cambiamenti negli ultimi due secoli, incluso un incendio durante la seconda guerra mondiale.

Ma è stato rapidamente restaurato per diventare la "Casa dello Studente" di Dnipro, che ha un fitto calendario di eventi e mostre se ti piacerebbe vedere dentro.

14. Rovine della fortezza di Kodak

Rovine della fortezza di Kodak

Per una giornata fuori puoi rintracciare il fiume Dnepr per circa 20 minuti fino ai resti di una roccaforte polacca del 17 ° secolo.

La fortezza di artiglieria a forma di stella fu innalzata nel 1635 ed esisteva solo per 80 anni, ma in quel periodo fu testimone di un'incredibile quantità di violenza tra polacchi e cosacchi.

L'anno in cui furono completati circa 200 mercenari tedeschi in lotta con i polacchi furono messi a morte dai cosacchi.

La fortezza fu dismessa e demolita nel 1711 dopo il trattato di Pruth.

Successivamente fu utilizzata come cava, ma l'ambiente naturale, lungo il fiume, i lavori di sterro, i pannelli informativi e l'obelisco danno un'idea di ciò che è accaduto prima.

15. Rocket Park

Rocket Park

Dnipro era un hub per l'industria aerospaziale e degli armamenti dell'URSS e questa eredità è orgogliosa di un nuovo parco installato con hardware obsoleto.

Ci sono tre missili a lunga distanza in mostra, ognuno dei quali rappresenta un salto nella tecnologia delle armi del 20 ° secolo.

Il più antico è l'8K11, che si è evoluto dal razzo V-2 tedesco.

Successivamente c'è un 8K99, significativo perché è stato il primo che poteva essere lanciato da un veicolo.

E poi c'è lo Tsyklon-3 a tre stadi, lanciato nel 1977 e che misura quasi 40 metri di altezza.

Questo modello di razzo era ancora in servizio fino al 2009. Oltre all'hardware c'è un padiglione con una presentazione video che mostra i razzi in azione.