15 migliori cose da fare a Częstochowa (Polonia)

Non puoi allevare Częstochowa senza prima menzionare il monastero di Jasna Góra, il santuario mariano più visitato in Polonia e un sito di incommensurabile importanza nazionale. La cappella del monastero contiene la venerata icona della Madonna Nera del XIV secolo, che attira milioni di pellegrini all'anno da tutto il mondo.

Częstochowa è completamente orientato attorno a questo complesso monastico fortificato sulla cima di una collina calcarea di 340 metri, e ha un viale monumentale che scende dal sito attraverso i parchi e nei nuovi e vecchi quartieri della città.

Le aspre colline calcaree di questa parte della Slesia permisero al re del XIV secolo Casimiro III il Grande di costruire un immenso sistema di castelli per proteggere la città di Cracovia. Queste fortezze si trovano ora su un magico percorso a piedi da Częstochowa a Cracovia, noto come il Sentiero dei nidi d'aquila.

Esploriamo il migliori cose da fare a Częstochowa:

1. Jasna Góra

Jasna Góra, Częstochowa

Fonte: HAL-9000 / shutterstock

Jasna Góra, Częstochowa

Meta di pellegrinaggio per centinaia di anni, il Jasna Góra risale al XIV secolo quando Władysław, duca di Opole, invitò i padri paolini a fondare un monastero in cima a questa collina.

Nel turbolento diciassettesimo secolo questo sito venerato a livello nazionale fu difeso da bastioni ancora in atto.

A quel tempo Jasna Góra era diventata uno dei siti più venerati del cattolicesimo romano grazie alla Madonna Nera di Częstochowa, un'icona del 14 ° secolo accreditata con una lunga lista di miracoli.

La gente ha iniziato a venire da tutta la Polonia e altri paesi europei nel XV secolo.

I pellegrini si riverseranno attraverso le porte barocche in massa durante le feste mariane come la festa della Madonna il 3 maggio, l'Assunta il 15 agosto o la festa della Nascita di Maria l'8 dicembre.

2. Kaplica Matki Boskiej Częstochowskiej (Cappella della Madonna di Częstochowa)

Cappella Di Nostra Signora Di Częstochowa

A Jasna Góra la Madonna Nera è custodita all'interno di una cappella costruita quando il monastero fu fondato nel 14 ° secolo.

L'icona può essere vista in una cappella separata dal presbiterio da un traliccio.

Ogni volta che verrai ci sarà una folla di adoratori e, secondo l'etichetta, dovresti rimanere in silenzio e avvicinarti all'icona in ginocchio.

Oltre all'icona c'è molta bella arte nel coro per distrarti.

Le pareti del presbiterio sono rivestite di affreschi in stile rinascimentale e manierista, mentre l'altare maggiore manierista del 1645 è sublime, scolpito in ebano scuro, che è ornato da scintillanti ornamenti d'argento.

3. Musei Jasna Góra

Jasna Gora Interior

Fonte: Patryk Kosmider / shutterstock

Jasna Gora Interior

La Madonna Nera può essere il motivo principale per il viaggio a Jasna Góra, ma c'è molto di più per tenerti nel complesso.

Oltre a fare una visita guidata agli edifici del monastero e salire i 519 gradini fino alla cima del campanile più alto della Polonia, ci sono alcuni musei essenziali da visitare.

Il tesoro ha preziosi candelabri, targhe votive, paramenti antichi e collezioni di rosari donati da re e regine polacchi.

Il 600 ° Anniversary Museum è pieno di pittura barocca, libri, medaglie, calici, oggetti in vetro e votivi per Lech Kaczyński, il presidente che è morto nell'incidente aereo nel 2010. E infine, nel Tesoro della Memoria della Nazione, non farlo manca la medaglia Nobel per la pace vinta dal fondatore ed ex presidente della Solidarietà Lech Wałęsa nel 1983 e trofei presi dal re Jan III Sobieskia dopo l'epocale Battaglia di Vienna nel 1683.

4. Ratusz (Municipio)

Municipio di Czestochowa

Fonte: Henryk Sadura / shutterstock

Municipio di Czestochowa

Quando le città separate di Old e New Częstochowa furono unite nel 19 ° secolo, fu costruito un nuovo municipio sul lato sud della nuova piazza centrale, Plac Władysława Biegańskiego.

Il municipio fu innalzato per la prima volta nel 1828, ma nel 1908 furono aggiunti un piano supplementare e una torre circolare. Ora è l'edificio principale del Museo Częstochowa, con una mostra di storia e cultura locale incentrata sui dipinti del Częstochowa del XX secolo artista Jerzy Duda Gracz.

C'è un ristorante nelle cantine, mentre puoi scalare la torre e in una giornata limpida puoi vedere le rovine di Olsztyn 15 chilometri a sud-est.

5. Chiesa di Sant'Andrea e Santa Barbara

Chiesa Di Sant'Andrea E Santa Barbara

Una semplice passeggiata a sud di Jasna Góra, questa chiesa barocca è un'altra tappa del sentiero di pellegrinaggio mariano di Częstochowa.

Questo edificio esiste solo a causa di una leggenda associata alla Madonna Nera.

La storia narra che nel 1430 i ladri ussiti abbandonarono l'icona qui dopo aver saccheggiato il monastero e una sorgente si alzò da terra per pulire l'immagine.

La chiesa sostituì una precedente cappella del XV secolo in questo punto e nel 1700 fu eretta una nuova cappella barocca durante la primavera.

Turisti e pellegrini possono bere dalla primavera, a cui sono state attribuite proprietà curative.

6. Museo della produzione delle partite

Museo della produzione di fiammiferi, Czestochowa

Questa vecchia fabbrica di fiammiferi è un documento illuminante della storia industriale.

È stato fondato nel 1881 e ha funzionato fino al 2010 realizzando le iconiche partite del marchio gatto nero della Polonia.

La cosa straordinaria della fabbrica è che i macchinari sulla linea di produzione non sono cambiati dagli anni '30 fino alla chiusura della fabbrica.

Queste macchine sono funzionanti e durante una visita guidata è possibile osservare il taglio di legno di ontano o ontano, immerso in diidrofosfato di ammonio, essiccato, lucidato, immerso in paraffina, essiccato di nuovo e quindi inscatolato.

Puoi portare una di queste scatole a casa con te dopo la visita.

Ci sono anche due sale espositive con ingegnose sculture di fiammiferi e numerose scatole di fiammiferi vintage degli anni tra le due guerre.

7. Parki Podjasnogórskie

Parki Podjasnogórskie, Czestochowa

Lungo la collina sul lato orientale di Jasna Góra si trovano una coppia di parchi vicini, Staszic e 3 Maja, che ammontano a quasi 12 ettari.

I due sono divisi da III Aleja, il grande viale che conduce al monastero.

Entrambi sono disseminati di monumenti e attrazioni minori per i visitatori e hanno un manto di boschi decidui maturi.

Staszic, il più vecchio dei due, ha circa 1.300 alberi risalenti a 150 anni e nove che sono protetti come monumenti polacchi.

Questo parco ha anche un'infarinatura di monumenti del 1909, costruiti per la Grande Mostra industriale e agricola.

Tra questi ci sono una fattoria tradizionale, un ex osservatorio, un padiglione in stile Art Nouveau per mostre temporanee e un grazioso gazebo per gruppi musicali in estate.

8. Muzeum Górnictwa Rud Żelaza w Częstochowie (Museo delle miniere di minerali)

Muzeum Górnictwa Rud Żelaza w Częstochowie

Fonte: Darekm135 / Wikimedia

Muzeum Górnictwa Rud Żelaza W Częstochowie

A Park Staszic c'è un museo che rende omaggio all'industria del minerale di ferro di Częstochowa.

L'attrazione è sotterranea, costituita da una piccola rete di repliche di gallerie minerarie scavate a metà degli anni '70.

Nel 1989, quando il museo fu aperto, furono dotati di macchinari come pompe, escavatori, trapani e carrelli della defunta miniera di ferro Szczekaczka.

Il museo ben confezionato ha recentemente subito un rinnovamento e farà appello a chiunque sia interessato a saperne di più sulla tecnologia industriale del 20 ° secolo e sull'eredità di Częstochowa.

9. Aleje

Aleje Częstochowie

Il nome completo di questo prestigioso viale di due chilometri è Aleja Najświętszej Maryi Panny (Viale della Beata Vergine). Con due corsie di traffico che fiancheggiano un viale alberato centrale, Aleje fu costruita all'inizio del XIX secolo come una grande arteria tra la vecchia e la nuova città.

In precedenza, il percorso era stato utilizzato dai pellegrini che si dirigevano verso Jasna Góra.

Più tardi, nel 1800, i proprietari delle fabbriche di Częstochowa si costruirono stravaganti case di città sul viale.

Puoi unirti ai residenti per la loro passeggiata quotidiana, prendere un gelato e sederti per un pasto in uno dei ristoranti, ma è una buona idea evitare le date di pellegrinaggio più affollate come la Festa dell'Assunta a metà agosto.

La sezione tra i parchi, III Aleja, è stata completamente pedonale nel 2007.

10. Miejska Galeria Sztuki (Galleria d'arte cittadina)

Miejska Galeria Sztuki

Su Aleje, questa galleria d'arte ha una delle collezioni più complete delle opere del celebre "surrealista distopico" del XX secolo, Zdzisław Beksiński.

Le sue opere fantastiche possono apparire piuttosto morbose, ma tendono ad avere un ironico senso dell'umorismo e hanno influenzato una nuova generazione di creatori come il regista Guillermo del Toro.

La galleria Beksiński vanta uno speciale design luminoso ed è seguita dal sound del compositore francese Armand Amar.

Il resto della galleria è dedicato a mostre temporanee di arte contemporanea e fotografia con le principali luci del mondo dell'arte contemporanea polacca.

11. Dom Frankego (Casa di Franke)

Dom Frankego

Per le strade di Częstochowa è possibile scorgere questa residenza dall'aspetto raffinato all'angolo tra I Aleja e Ulica Wilsona.

Questo edificio eclettico del 1903 è in stile viennese e berlinese ed è stato costruito per il proprietario della fabbrica tessile Adolf Franke.

Una delle cose che lo rende così interessante è che durante la seconda guerra mondiale era proprio sul confine del ghetto di Częstochowa.

E ai primi tempi molti ebrei riuscirono a fuggire attraverso una scala nell'edificio.

Dopo che il ghetto fu "liquidato", la Casa di Franke divenne un hotel militare e un ospedale tedeschi.

12. Stary Rynek (Piazza del mercato vecchio)

Piazza del Mercato Vecchio, Czestochowa

Fonte: Shevchenko Andrey / shutterstock

Piazza del mercato vecchio

Anche se oggi non lo sapresti, nel Medioevo questa modesta piazza era un punto d'incontro per rotte commerciali paneuropee.

Fu il centro del commercio per molte miglia intorno e la sua importanza fu segnata da un municipio.

Durò dal 1400 al 1812 quando fu incendiato durante un incendio durante le guerre napoleoniche.

Sul lato sud della piazza le fondamenta dell'edificio sono state segnate con un piccolo monumento.

Lo Stary Rynek ha una qualità usurata nel tempo, ma ci sono 13 monumenti elencati, la maggior parte dei quali sono case in affitto del 18 ° e 19 ° secolo ai bordi nord e est.

13. Castello di Olsztyn

Castello di Olsztyn

Fonte: Fotokon / shutterstock

Castello di Olsztyn

Su uno sperone calcareo pochi minuti a sud-est di Częstochowa si trovano le pittoresche rovine di un castello del XIV secolo.

Un tempo faceva parte di un vasto sistema di fortificazioni istituito dal re Casimiro III il Grande per difendere la Piccola Polonia dai cechi.

Il castello fu conteso da principi e nobili e fu assediato più volte nel 1400.

Ma lo stato di rovina in cui oggi troviamo il castello fu causato dagli svedesi che demolirono parzialmente la fortificazione nel 1655 durante il Diluvio.

Più di 350 anni dopo il castello è in discrete condizioni.

Il miglior pezzo sopravvissuto è la torre carceraria circolare di 35 metri, che precede il resto del sito e risale al 1200.

14. Sentiero dei nidi d'aquila

Castello Reale di Bobolice

Fonte: kosmos111 / shutterstock

Castello Reale Di Bobolice

Il castello di Olsztyn è la più settentrionale di una linea di fortificazioni arroccate, per lo più del XIV secolo e appartenente al sistema difensivo di Casimir III il Grande.

Oggi i castelli si trovano sul sentiero preferito della Polonia, con 25 castelli in Slesia e Piccola Polonia.

Il percorso è lungo poco più di 160 chilometri e si snoda attraverso l'altopiano di Cracovia-Częstochowa, noto anche come il Giura polacco per la sua geologia calcarea esposta.

C'è anche una pista ciclabile di accompagnamento, che segue un percorso simile ed è lunga 190 chilometri.

Ora, se il trekking attraverso terreni scoscesi non è la tua tazza di tè, potresti semplicemente guidare verso le altre rovine vicine a Mirów e il Castello Reale di Bobolice, entrambi entro mezz'ora.

15. Złota Góra (Monte d'oro)

Sul fianco orientale di Częstochowa si trova una collina di 281 metri che un tempo era il sito di una cava di calcare.

Molti edifici della città sono stati realizzati con pietre provenienti da Złota Góra.

E ora le bianche scogliere a strapiombo della cava riflettono la luce del sole sulla città durante il giorno, da cui deriva il nome Golden Mount.

Złota Góra è anche un punto panoramico panoramico e non avrai problemi a identificare Jasna Góra all'orizzonte a ovest.

Sulla parte inferiore della collina si trova un parco in miniatura, dove monumenti cristiani come Piazza San Pietro a Roma e la Chiesa del Santo Sepolcro a Gerusalemme sono stati resi in scala 1:25 e 1:10.