15 migliori cose da fare a Bouillon (Belgio)

Nel suo corso tortuoso attraverso le Ardenne, il fiume Semois ha scavato alcuni dei paesaggi più iconici del Belgio.

Le viste sui lunghi anelli di Bouillon, Frahan e Le Tombeau du Géant sono senza tempo.

Per molti secoli le penisole create dal fiume furono ideali per la difesa, una buona notizia per una città in un importante crocevia strategico tra Reims, Liegi e Aquisgrana.

Il castello di Bouillon sul collo roccioso del circuito fluviale di Bouillon ha più di un millennio di storia da raccontare, che ricorda il crociato e re Godfrey di Bouillon di Gerusalemme, e adattato per la guerra del 17 ° secolo dalla mente francese, Vauban.

1. Castello di Bouillon

Castello di Bouillon

Fonte: Hans Coppens / shutterstock

Castello Di Bouillon

C'è stata una fortificazione che difende la cresta di Bouillon nella parte più stretta della penisola da tempo immemorabile.

La prima menzione del Castello di Bouillon risale al 988, ma è possibile aggiungere alcune centinaia di anni all'età del sito, in camere e tunnel scavati nella roccia.

Come lo vediamo ora, il castello è principalmente opera dell'ingegnere militare francese Vauban durante le guerre di espansione di Luigi XIV nel 17 ° e 18 ° secolo.

Visitando scoprirai quanto bene la fortificazione potrebbe resistere agli assedi, con accesso a una fonte d'acqua e una sofisticata rete di tunnel profondi 30 metri che portano cibo dalla riva del fiume.

C'è un labirinto di tunnel e passaggi da investigare, che ti fa cenno di entrare in sotterranei, camere fiancheggiate da armi antiche e fino ai panoramici parapetti.

2. Bouillon Belvedere

Bouillon Belvedere

Sulla riva destra, a nord del meandro, puoi guidare o fare un'escursione attraverso la foresta per raggiungere una torre di osservazione per una vista mozzafiato della città.

Vedrai Bouillon e il castello abbracciati dal Semois e potrai guardare in lontananza sulle Ardenne ricoperte di boschi.

La torre è alta più di 30 metri, raggiungendo un'altezza totale di 385 metri sul livello del mare e 180 metri sul fiume.

Ci sono 161 passaggi per la piattaforma superiore, ma ti dimenticherai degli sforzi in alto.

È anche interessante ricordare che questo labbro superiore della valle era vitale per la comunicazione in epoca medievale, ricevendo segnali da nord e ovest attraverso le torri della chiesa sull'altopiano di Paliseul e Bertrix.

3. Musée Ducal

Musée Ducal

Con una vista soddisfacente su Semois, il Museo Ducale si trova in una coppia di edifici storici del 17 ° e 18 ° secolo.

La più antica di queste è la Maison du Gouvernement Bouillonnais, una residenza per ufficiali del castello.

Le gallerie ti conducono in un viaggio attraverso più di un millennio di storia locale, toccando il crociato Godfrey di Bouillon dell'11 ° secolo, le industrie della stampa, del ferro e dell'acciaio che hanno messo la città sulla mappa e il savoir-faire degli artigiani locali nei secoli.

Un oggetto di spicco è un bassorilievo, un modello in scala militare della città e dei suoi dintorni dal 1689. Vedrai all'interno di una dimora tradizionale nelle Ardenne e sarà introdotto nell'arte della regione da artisti del calibro di Guillaume Edeline (1902-1987) e Albert Raty (1889-1970).

4. Le Tombeau du Géant

Le Tombeau Du Géant

Guardando oltre una curva del Semois puoi ammirare una delle viste più preziose di tutto il Belgio.

Le Tombeau du Géant può essere visto dalla riva nord del fiume fuori dal villaggio di Botassart.

Qui vedrai una scena boscosa, con prati erbosi lungo l'apice del ciclo del fiume e pochi segni di abitazione umana in qualsiasi direzione.

Il nome "Tombeau du Géant" (Tomba del Gigante) deriva dalla cresta boscosa che si estende per 30 metri lungo il dorso della penisola.

Questo ha contorni triangolari ordinati che ricordano una bara.

Ci sono panchine sul punto di vista e la scena è sempre molto speciale sotto uno strato di nebbia tipica di Semois.

5. Archéoscope Godefroid de Bouillon

Archéoscope Godefroid De Bouillon

Discendente di Carlo Magno, Godfrey di Bouillon (1060-1100) fu conte di Boulogne e istruito qui a Bouillon da suo zio Godfrey IV (Il gobbo), duca della Bassa Lorena e signore di Bouillon.

Quando Godfrey IV morì nel 1076 suo nipote ereditò i suoi titoli.

Fu uno dei comandanti della Prima Crociata e guidò la riconquista di Gerusalemme e del Santo Sepolcro, presumibilmente costruendo una torre d'assedio dai legni delle navi.

Divenne il primo re di Gerusalemme nel 1099 e morì nell'Assedio di Acri un anno dopo.

Nel vecchio Convento delle Sépulcrines c'è una presentazione e una mostra multimediale su Godfrey di Bouillon, la Prima Crociata e il Castello Ducale.

I biglietti per il Castello di Bouillon e il Musée Ducal saranno validi anche qui.

6. Abbaye Clairefontaine

Abbaye Clairefontaine

Segui il fiume Semois e in pochi minuti arriverai a un monastero cistercense in una bucolica cornice del fiume.

L'abbazia di Clairefontaine, originariamente situata vicino ad Arlon in Belgio e soppressa durante la Rivoluzione francese, fu rifondata nel 1845 vicino a Chartres e trasferita in questo luogo negli anni '30.

Il complesso, progettato dall'architetto Henri Vaes, è una straordinaria sintesi di moderno e gotico.

Vaes progettò anche l'Abbazia di Orval, un altro monastero sciolto alla fine del XVIII secolo.

La chiesa è aperta al pubblico e puoi prendere parte alla preghiera delle suore trappiste.

Il chiostro che conduce alla chiesa presenta affreschi incantevoli e le vetrate della chiesa dai noti produttori di vetro Eugeen Yoors e Florent-Prosper Colpaert.

Chiama al negozio dell'abbazia per biscotti fatti in casa, serigrafia e ceramiche.

7. Point de Vue Frahan

Point de Vue Frahan

Fonte: Jolanda Aalbers / shutterstock

Point De Vue Frahan

Se non ne hai mai abbastanza degli splendidi meandri allungati del fiume Semois, c'è un altro punto di vista sconcertante nel villaggio di Rochehaut, che guarda a sud verso la frazione, Frahan.

Questo insediamento elencato è circondato dal loop del fiume e quindi difeso a sud da una collina boscosa alla base del loop.

Nel medioevo la collina era crestata da un castello, il castello di Montragut, le cui tracce sono ancora visibili.

Puoi osservare la scena e il suo drammatico sfondo boscoso attraverso un campo a gettoni, selezionando vecchi essiccatori di tabacco e piccole fattorie.

8. La Ferme des Fées

La Ferme Des Fées

Uno sguardo alla campagna intorno a Bouillon e capirai come la Valle Semois potrebbe ispirare ogni sorta di leggende e folklore.

Questa è una terra di fate, driadi, streghe ed elfi, e puoi conoscerli in questa attrazione per due vicino a Les Hayons.

La coppia, Marie-Laure e Michel, vi invitano nel loro laboratorio, abitata da decine di figurine in scala 1/4 intagliate e dipinte a mano.

Interessanti anche i diorami che mostrano diversi aspetti della vita quotidiana nella valle del Semois, raffiguranti fornai, lavandaie, ceramisti, pastori, taglialegna, il parroco e molti altri.

9. Agri-Musée

Agri-Musée

Il patrimonio agricolo della valle del Semois è oggetto di questo museo a breve distanza in auto a Rochehaut.

All'Agri-Musée ti imbarcherai in un tour attraverso 20 diversi reperti, tutti messi insieme con molta abilità e cura e utilizzando speciali luci ed effetti sonori.

Tra le molte scene riportate in vita ci sono un caseificio, l'interno di una fattoria e la tipica festa in questa regione.

Tutti questi spazi sono arredati con costumi, strumenti, macchine ed elettrodomestici originali del XIX e XX secolo, quasi tutti funzionanti.

Sul terreno si trova un parco faunistico per specie domestiche e selvatiche che si trovano nella valle del Semois, come pecore delle Ardenne, cavalli da tiro belgi, galli ardennesi, bovini blu belgi e mufloni.

10. Il museo del Tabac de la Semois

Il museo del Tabac de la Semois

Semois è un sinonimo per l'industria del tabacco che affiorò lungo il fiume nella seconda metà del XIX secolo.

Fiorente nei terreni poveri e acidi delle Ardenne, il tabacco Semois è marrone, con un aroma molto distinto causato dal clima umido della valle e dal modo unico in cui il tabacco viene lavorato.

Nel 1910 c'erano 400 ettari dedicati al tabacco e oltre nove milioni di singole piante.

Da allora la produzione si è ridotta a poche piantatrici, ma viaggiando attraverso la valle sei sicuro di vedere i vecchi essiccatori, ancora in piedi in villaggi come Frahan.

Se è un settore in cui vuoi approfondire, puoi fare un breve viaggio in questo museo di atelier a Corbion.

Questo ha strumenti risalenti ai primi del 1900 e ancora funzionanti e ti guiderà attraverso le fasi tradizionali della produzione di tabacco, dal seme alla pipa.

Puoi anche visualizzare una rara collezione di pipe e supporti per tubi vintage.

11. Église Saints-Pierre-et-Paul

Église Saints-Pierre-et-Paul

Nel cuore del vecchio Bouillon, la chiesa parrocchiale della città è una costruzione neoclassica costruita nel 1848 da arenaria, scisto e pietra calcarea.

Dedicato ai santi Pietro e Paolo, si trova sul sito di un collegio agostiniano e merita una sbirciatina se la porta è aperta e stai passando.

Un motivo per fermarsi è per i dipinti all'ingresso che mostrano la leggenda di Godfrey di Bouillon.

All'interno, c'è una navata a tre navate e abside semicircolare.

Sulle pareti sono esposti dipinti che evocano il vangelo e la vita di Gesù.

12. Bouillon Wildlife Park

Bouillon Wildlife Park

Fonte: MTravelr / shutterstock

Bouillon Wildlife Park

Su per il pendio ad est della città c'è un'attrazione zoologica disposta nella campagna collinare.

Qui, in paddock e recinti boscosi, ci sono più di 500 animali di una grande varietà di specie, tra cui zebre, tigri, wallaby, leoni bianchi, renne, capre pigmei, mandrilli, lama, struzzi, bovini delle Highlands, babbuini, emù e capibara .

Puoi vedere i residenti del parco lungo un sentiero di due chilometri.

Soprattutto per i bambini c'è un grande parco giochi con morbidi trucioli di legno e adattato al terreno collinare.

Il ristorante del parco è dotato di una rilassante terrazza esterna, per un pasto, un drink o un dolce.

13. Semois Kayaks

Semois Kayaks

Fonte: T.W. van Urk / shutterstock

Semois Kayaks

Sebbene il Semois abbia scavato una valle spettacolare attraverso le Ardenne, il fiume stesso è placido, specialmente durante periodi di siccità prolungate in estate.

Quindi, anche se sei un principiante del kayak, vale la pena remare verso il basso per contemplare la valle e le sue sponde verdeggianti e le profonde pendici boscose.

Un paio di rapide inietteranno un po 'di adrenalina nel tuo viaggio, ma sono più divertenti che scoraggianti.

Semois Kayaks ha una scelta di itinerari, con due opzioni che partono dalla città: Bouillon a Poupehan-sur-Semois (circa 3h30) e Bouillon a Frahan (circa 5h). Dopo aver raggiunto la destinazione, un bus navetta gratuito ti aspetterà per riportarti a Bouillon.

14. Liaison des deux châteaux Sedan-Bouillon (The Two Castles Trail)

château Sedan

Fonte: Pecold / shutterstock

Berlina del castello

Oltre il confine in Francia ea 15 chilometri da Bouillon, anche la città di Berlina sul fiume Mosa è sotto la sorveglianza di un gigantesco castello.

La berlina ha legami antichi con il suo vicino che risalgono al Trattato di Verdun dell'843, quando l'impero carolingio fu diviso in due parti.

A 30.000 metri quadrati su sette piani, il Castello di Berlina è considerato il più grande castello feudale in Europa.

È più facile di quanto tu possa pensare di attraversare una patch delle Ardenne a piedi e visitare Berlina, poiché le due città erano un tempo collegate da una linea ferroviaria, "Le Bouillonnais". Ora è una via verde, per un'escursione di due giorni o un giro più breve che non dimenticherai presto.

La linea fu stabilita nel 1910 per servire le filature della valle di Givonne e ci sono molte vecchie architetture industriali da individuare sul percorso.

15. La Route des Fortifications

Virton

Fonte: Philou1000 / shutterstock

Virton

Per coloro che sono in vena di viaggiare in auto, Bouillon è all'inizio di un percorso di guida storico di 220 chilometri e 22 tappe che serpeggia attraverso le Ardenne.

Questa è una terra in cui il destino dell'Europa occidentale è stato recitato più volte.

La Route des Fortifications è anche un viaggio attraverso 2000 anni, dai campi romani alla Linea Maginot, dalle città fortificate a forma di stella agli impenetrabili castelli medievali appollaiati in questo epico massiccio.

E ad ogni fermata ti immergerai nella leggenda e nei miti, ma anche nelle storie di vita reale di assedi, saccheggi, massacri, matrimoni politici e alleanze.

Se il tempo è limitato, puoi mantenerlo breve e fare un giro per Sedan via Virton a sud-est.

Solo in questo tour vedrai le rovine dei castelli medievali, le forgiature secolari, i siti archeologici di antiche fortezze, le cittadelle, le difese della linea Maginot e l'imperioso Castello di Berlina.