15 migliori cose da fare a Białystok (Polonia)

Città al confine estremo est dell'Unione europea, Białystok si trova a meno di 60 chilometri dal confine con la Bielorussia. Il centro di questa ex città tessile è compatto e percorribile, ed è stato progettato all'inizio del XVIII secolo da Jan Klemens Branicki. All'epoca era uno degli uomini più ricchi della Polonia e si costruì una Versailles in miniatura con i suoi lussuosi giardini formali.

Quando l'industria arrivò nel diciannovesimo secolo, la città divenne un crogiolo di minoranze, ispirando il figlio più famoso di Białystok, L. L. Zamenhof a sviluppare l'esperanto negli anni 1870. Per alcuni visitatori, Białystok è un comodo punto di partenza per il Parco Nazionale di Białowieża, che ha gli ultimi tratti di foresta vergine d'Europa e la più grande popolazione mondiale di bisonti europei.

Esploriamo il migliori cose da fare a Białystok:

1. Palazzo Branicki

Palazzo Branicki, Bialystok

Fonte: Nightman1965 / shutterstock

Palazzo Branicki

Jan Klemens Branicki, un nobile ricco che aveva pretese della corona polacca era l'uomo dietro questa meraviglia del 18 ° secolo.

Non solo costruì un palazzo e giardini, ma estese i suoi piani per creare una città barocca con chiese e un municipio.

Il palazzo è il più grande pezzo sopravvissuto dei suoi piani e si entra nel parco in modo solenne passando sotto il cerimoniale Griffin Gate, chiamato per lo stemma di famiglia.

Il palazzo assomiglia molto a quando fu completato all'inizio del 18 ° secolo, così come la Sala Grande, la Sala Cinese e il magnifico vestibolo, tutti liberi di entrare e condivisi dall'Università di Medicina.

Anche i giardini sono stati conservati da quel momento e rappresentano quindi il miglior esempio di design barocco in Polonia, con topiari, prati geometrici, vasi in pietra e fontane.

2. Rynek Kościuszki (Piazza del mercato di Kościuszko)

Rynek Kosciuszki, Bialystok

Fonte: Artur Bociarski / shutterstock

Rynek Kościuszki

Disegnata intorno al municipio, la piazza del mercato di Białystok ha la forma di un triangolo allungato.

Il municipio originale era nel piano di Jan Klemens Branicki, e poiché il centro commerciale della città era il sito delle bilance ufficiali della città, pesi e misure di lunghezza e volume.

Da allora questo è stato ricostruito dopo aver subito danni durante la guerra e ora ospita l'edificio principale per il Museo Podlachiano.

La fila di case a schiera sul lato occidentale potrebbe benissimo essere la vista più bella della piazza, poiché le facciate presentano decorazioni sgraffito ricche di motivi foliati, ritratti, immagini di animali e figure mitologiche.

Con il bel tempo puoi prenderti cura di te al bar o al tavolo di un ristorante, goderti la vista ad est verso la cattedrale e vedere la città andare avanti nel suo giorno.

3. Cattedrale Basilica dell'Assunzione della Beata Vergine

Cattedrale di Bialystok

Fonte: chasdesign / shutterstock

Cattedrale di Bialystok

Una delle cose belle della Cattedrale di Białystok è che quando ti trovi fuori puoi vedere quanto è cresciuta la città nel 1800.

Ci sono due edifici interconnessi: la più piccola chiesa manierista imbiancata era la chiesa parrocchiale costruita all'inizio del XVII secolo.

Ciò è sminuito dalla nuova chiesa neogotica, che è lunga 90 metri e alta 75 metri, ed è stata costruita tra il 1900 e il 1905 per ospitare una congregazione che ora era forte 12.000.

Nella vecchia chiesa, cerca l'altare maggiore, il pulpito manierista e le tombe per la famiglia Gryfit-Branicki.

La nuova chiesa deve essere vista per la sua grandezza e le sue alte volte, anche se non ha la storia del suo vicino più piccolo.

4. Ulica Lipowa

Ulica Lipowa, Bialystok

Fonte: Shevchenko Andrey / shutterstock

Ulica Lipowa

L'arteria principale di Białystok inizia nella piazza del mercato di Kościuszko e prosegue verso ovest per 800 metri.

Józef Piłsudski, Adolf Hitler e Josef Stalin avevano tutti i loro nomi associati a Ulica Lipowa, prima che tornasse al suo nome originale (Lime Street) negli anni '90.

Più di ogni altra strada in città, Ulica Lipowa ha sopportato il peso dell'attacco tedesco nella seconda guerra mondiale.

Ma le sue case e ville in affitto sono state restaurate e ci sono una serie di luoghi interessanti, come il Cristal Hotel, il primo nuovo hotel in Polonia dopo la Seconda Guerra Mondiale.

Se abbatti Ulica Malmeda, verrai a una statua di L. L. Zamenhof, il medico di Białystok che inventò l'esperanto.

In fondo a Plac Niepodległości è la chiesa accattivante di Cristo Re, una delle prime chiese moderniste del mondo quando fu completata nel 1946.

5. Chiesa ortodossa di San Nicola

Chiesa ortodossa di San Nicola a Bialystok

Fonte: Andrei Rybachuk / shutterstock

Chiesa Ortodossa Di San Nicola In Bialystok

La cattedrale della congregazione ortodossa di Białystok, la chiesa di San Nicola a Ulica Lipowa, è anche la chiesa ortodossa ufficiale dell'esercito polacco.

Risalente al 1840 e con l'architettura neoclassica, è un monumento piuttosto piccolo ma magnificamente formato.

Partecipa ai dipinti murali dai motivi colorati, che prendono in prestito motivi dalla Cattedrale di San Volodymyr a Kiev.

Anche gli affreschi sono squisiti, in particolare sulla cupola, che ha Cristo Pantocratore, sopra Maria e Giovanni Battista e poi 12 apostoli, quattro evangelisti e profeti.

L'iconostasi fu composta nel 1844 e tra le sue icone vi sono immagini degli evangelisti e dell'Annunciazione.

6. Museo Podlaskie (Museo Podlachian)

Museo Podlaskie (Municipio)

Fonte: Andrey Sharmanov / shutterstock

Museo Podlaskie (Municipio)

Questa istituzione è disseminata attorno a Białystok e alla più ampia Podlachia, ma ha sede nel municipio sulla piazza del mercato della città.

A rigor di termini, il municipio non è in realtà un municipio in quanto non è mai stato un edificio governativo, ma piuttosto un posto dove fare affari.

Quando il predecessore dell'attuale edificio fu eretto nel 1745, c'erano già dieci mercanti ebrei che commerciavano qui.

L'attuale municipio risale al dopoguerra ed è una versione ridotta dell'edificio precedente.

All'interno si trova la Galleria di pittura polacca, con un piccolo ma pesante assortimento di opere d'arte degli ultimi 250 anni di ritrattisti come Marcello Bacciarelli, Johann Baptist von Lampi il Vecchio e Josef Grassi che hanno viaggiato in Europa orientale dall'Italia e dall'Austria.

7. Museo storico

Museo storico

Una filiale del Museo Podlachiano, questa attrazione è stata fondata nella sontuosa villa del proprietario della fabbrica su Ulica Warszawska nel 1990. E date le origini dell'edificio, una delle mostre principali mostra tutta la raffinatezza di una ricca casa borghese dalla fine del il XIX secolo.

C'è un salone di musica, boudoir, studio e sala da pranzo, decorato con mobili d'epoca, stoviglie, abbigliamento, strumenti musicali e oggetti di uso quotidiano del tempo.

Scopri i modelli in scala che mostrano l'aspetto di Białystok ai giorni di Branicki e le riproduzioni di monumenti perduti come il famoso Ritz Hotel. Il museo ha anche una considerevole collezione numismatica di 30.000 monete, medaglie e sigilli, nonché le uniche collezioni museali polacche dedicate ai tatari che si insediarono sul confine polacco, lituano e bielorusso.

8. Podlaskie Muzeum Kultury Ludowej (Museo podlachiano di cultura popolare)

Podlaskie Muzeum Kultury Ludowej

Fonte: HAL-9000 / shutterstock

Podlaskie Muzeum Kultury Ludowej

Un museo all'aperto nella tradizione svedese "Skansen", questa attrazione ha 40 edifici e altri manufatti culturali raccolti intorno alla provincia di Podlachian.

Il museo è stato fondato nel 1982 e parte del suo lavoro consisteva nel salvaguardare i tradizionali metodi di costruzione in legno in questa regione della Polonia.

Ci sono due mulini a vento, una fucina, una capanna del boscaiolo, un cottage bielorusso, un tapis roulant in legno e una casa-grotta.

Forse i progetti più realizzati furono il trasferimento di una casa padronale in legno neoclassica del 1810 e un intero villaggio con cinque fattorie attorno a una piazza centrale.

La maggior parte sono aperti e dispongono di mobili e ceramiche tradizionali, insieme a strumenti dell'epoca.

9. Ulica Warszawska

Ulica Warszawska

Per alcune visite turistiche di basso profilo potresti fare una passeggiata lungo questa strada per poco più di un chilometro da Ulica Henryk Sienkiewicz a Ulica Piastowska.

Ciò che distingue Ulica Warszawska è la sua abbondanza di architettura regale del 19 ° secolo, principalmente per alti funzionari governativi e proprietari di fabbriche.

Uno di questi edifici è il palazzo dipinto di rosa per il governatore di Białystok durante il breve periodo in cui la città era sotto il dominio prussiano all'inizio del XIX secolo.

Successivamente divenne una scuola, e L. L. Zamenhof (inventore dell'esperanto) studiò qui.

Sia il Museo storico che il neo-barocco Trylling Palace, ora il Rubin Hotel, al 7 Ulica Warszawska, furono costruiti dai proprietari di fabbriche tessili (Citron e Trylling) all'inizio del XX secolo.

10. Museo militare

Museo dell'esercito, Bialystok

A Ulica Kilińskiego 7, il museo militare fissa lo sguardo sugli eventi del 20 ° secolo, in particolare sulla seconda guerra mondiale.

La mostra è dominata dai suoi diorami ben studiati che descrivono un'attività di resistenza, una trincea nella campagna di settembre del 1939, un assalto con armi da fuoco di Bren alla battaglia di Monte Cassino nel 1945, il fronte orientale dal 1944-1945 e la famigerata battaglia di Bautzen .

Nelle mostre del dopoguerra puoi vedere come sono cambiate le armi, le uniformi e l'equipaggiamento dagli anni '50 e scoprire le missioni di mantenimento della pace e di combattimento in cui l'Esercito polacco è stato impegnato negli ultimi 25 anni.

11. Opera i Filharmonia Podlaska

Opera i Filharmonia Podlaska

Fonte: Fotografie di Radosław Drożdżewski (Utente: Zwiadowca21) / Wikimedia

Opera I Filharmonia Podlaska

La più grande e moderna istituzione culturale della Polonia nord-orientale, la Podlachian Philharmonic and Opera si è trasferita in un nuovo complesso nel 2012. Questa costruzione minimalista in cemento e vetro si è aperta in tempo per la 58esima stagione dell'opera lirica e merita una deviazione anche se sei non all'altezza dell'intrattenimento di alto livello.

Il palco principale, con una capacità fino a 1.000, è equipaggiato con il secondo organo più grande della Polonia.

Questa sala ad alta tecnologia ha anche piattaforme mobili nel soffitto, con schermi in vetro che possono aiutare a personalizzare l'acustica della sala in base alle prestazioni che si svolgono.

Nel complesso si trova anche un anfiteatro all'aperto e giardini lussureggianti che si integrano con l'architettura e presentano una scultura in ghisa di Teresa Murak, del peso di 2,5 tonnellate.

12. Grande monumento alla sinagoga

Monumento alla Grande Sinagoga

Su Ulica Surasaka potresti essere fermato sulle tue tracce da un memoriale sul sito dell'ex Grande Sinagoga di Białystok.

Su un prato si trova la cornice di metallo accartocciata della cupola della sinagoga nel mezzo di una stella di David lastricata.

Un oltraggio ebbe luogo in questo luogo il 27 giugno 1941, quando un gran numero di ebrei furono rinchiusi nella Grande Sinagoga dalle truppe naziste che incendiarono l'edificio.

Si stima che 3000 persone siano state uccise qui e in altre atrocità intorno a Białystok in quello che viene ricordato come il "Black Friday".

13. Muzeum Rzeźby Alfonsa Karnego

Muzeum Rzeź di Alfonsa Karnego

Una delle migliori proprietà nel centro di Białystok è la villa in legno costruita nella seconda metà del XIX secolo per il maggiore generale Mikołaj Fiodorowicz.

Dal 1993 questo è un museo per lo scultore di Białystok, Alfons Karny.

La sua carriera ha attraversato la maggior parte del 20 ° secolo, producendo monumenti in stile socialista realista, ma anche somiglianze di figure diverse come Albert Einstein, Ernest Hemingway e Nicholas Copernicus.

Nel museo sono esposte le immagini di Karny dei famosi polacchi del 20 ° secolo, nonché gli strumenti del suo laboratorio e la sua collezione di arte storica e contemporanea.

14. Akcent Zoo

Zoo di Akcent

I bambini potrebbero dover essere pazienti per attraversare le attrazioni culturali di Białystok, ma possono aspettarsi un grande zoo a poche centinaia di metri dal Palazzo Branicki.

È stato fondato negli anni '60 e, sebbene avesse specie esotiche, l'enfasi dello zoo è ora rivolta agli animali della Polonia orientale.

Si tratta di orsi bruni, lupi grigi, daini, cervi, gatti selvatici, lince e bisonti, nonché razze regionali di cavalli, capre e pony.

Lo zoo ha anche una voliera per poiane, gufi bruni, gufi reali, cicogne bianche e due specie di fagiani.

Sarai felice di vedere che gli habitat sono grandi per la maggior parte e hanno un sacco di fogliame.

15. Park Konstytucji 3 Maja

Park Konstytucji 3 Maja

Lo zoo è solo la punta settentrionale di quella che era una grande fascia della foresta Zwierzyniecki, che si spingeva per miglia a sud della città e utilizzata dalla famiglia Branicki come terreno di caccia.

Ora il parco è grande circa la metà e 16 ettari, ma rimane piacevolmente incolto.

La maggior parte del terreno è avvolta da una fitta foresta di querce, carpini e betulle e con olmi e ontani che crescono nelle tasche più umide del parco.

Dai un'occhiata al cimitero militare polacco e sovietico per le due guerre mondiali, nonché al monumento ai soldati caduti del 42 ° reggimento di fanteria della Polonia nei conflitti che seguirono la prima guerra mondiale.