15 migliori cose da fare a Bastogne (Belgio)

Questo comune vallone del Lussemburgo belga si trova su una dorsale delle Ardenne a 500 metri sul livello del mare.

Bastogne è in una posizione strategica mettendolo sul percorso della Battaglia del Bulge nell'inverno del 1944-45. L'assedio di Bastogne del dicembre 1944 fu un sanguinoso impegno in un brutale paio di mesi, durante l'ultimo tentativo della Germania di spezzare l'avanzata delle linee alleate.

Gli eventi attorno a Bastogne nel dicembre 1944 sono stati resi ancora più famosi dalla miniserie della HBO Band of Brothers (2001). A Bastogne puoi seguire il movimento della 101a divisione aviotrasportata in siti e musei storici, fermandoti a monumenti come il Mardasson Memorial e il Bois de la Paix.

1. Museo della guerra di Bastogne

Museo della guerra di Bastogne

Fonte: trabantos / shutterstock

Museo della guerra di Bastogne

Un resoconto definitivo della battaglia del rigonfiamento è dato al Museo della guerra di Bastogne sulla base del Mardasson Memorial (1950). Come il memoriale, questo museo, che è stato inaugurato nel 2014 sul sito del precedente Bastogne Historical Center, ha la forma di una stella americana a cinque punte.

Il Museo della Guerra è un'attrazione multilingue, in francese, olandese, inglese e tedesco e presenta un film affascinante di 30 minuti sull'offensiva delle Ardenne nell'inverno del 1944-45. Lungo la strada attraverso le affascinanti gallerie multisensoriali sarai guidato da quattro personaggi, un soldato americano, un soldato tedesco, un insegnante di Bastogne e un ragazzo locale per capire le cause, la rotta e le conseguenze del conflitto da tutti gli angoli.

2. Caserma Bastogne

Caserma Bastogne

Nel 2010, a seguito di un progetto di restauro, questo prezioso pezzo di storia dell'Assedio di Bastogne divenne un centro di interpretazione della seconda guerra mondiale.

Queste sono le caserme che hanno ospitato il quartier generale degli Alleati durante l'offensiva delle Ardenne, istituita dal generale McAuliffe nel dicembre del 1944. C'è un piccolo battaglione di veicoli militari a cui addossare, appartenente in parte al Museo reale delle forze armate belga.

Queste tigri, sherman, jeep e tankette sono mantenute in buone condizioni presso il centro di restauro veicoli.

Il clou indiscusso del museo è l'ufficio da cui, il 22 dicembre 1944, McAuliffe ha dato la risposta di una sola parola di "Noci!" Alla richiesta di resa del comandante tedesco.

A questo punto le forze tedesche avevano circondato Bastogne e sarebbero passati altri cinque giorni prima che le forze americane fossero sollevate dalla Terza Armata del Generale George Patton.

3. 101st Airborne Museum

101st Airborne Museum

Ospitato nel maestoso casino degli ufficiali Chasseurs Ardennais di Bastogne dal 1936, il 101 ° Airborne Museum approfondisce l'assedio di Bastogne dal punto di vista delle unità che hanno preso parte alla Battaglia del Bulge.

Questo edificio fu impiegato dalla Wehrmacht durante i combattimenti e divenne un ospedale temporaneo dopo la guerra.

Su quattro piani il museo è pieno di esposizioni coinvolgenti e manufatti autentici tra cui armi, attrezzature, uniformi, documenti, fotografie e oggetti civili dell'epoca.

Nel seminterrato puoi sentire come sarebbe stato vivere il sanguinoso inverno del 1944-45 come residente di Bastogne in un rifugio antiaereo.

4. Memoriale di Mardasson

Mardasson Memorial

Fonte: Sergey Dzyuba / shutterstock

Mardasson Memorial

Nello stesso ensemble del Bastogne War Museum si trova il Mardasson Memorial, che commemora i soldati americani feriti o uccisi durante la Battaglia del Bulge.

Inaugurata nel 1950, questa è un'imponente struttura progettata dall'architetto Liegi Georges Dedoyard.

A forma di stella americana a cinque punte, raggiunge un'altezza di 12 metri, con punte lunghe 31 metri e un atrio centrale di 20 metri di diametro.

Le insegne dei battaglioni partecipanti sono mostrate sui muri, che rappresentano i 76.890 uccisi e feriti nella battaglia.

All'interno del monumento ci sono dieci pannelli che raccontano la storia della Battaglia del Bulge, e nella cripta ci sono tre altari uno ciascuno per i servizi cattolici, ebraici e protestanti, scolpiti e decorati con mosaici di Fernand Léger.

Una scala a chiocciola ti solleva sul tetto del monumento per guardare la campagna delle Ardenne e studiare mappe che spiegano il corso della battaglia in ogni direzione.

5. Bois de la Paix

Bois De La Paix

Sulla strada dal Mardasson Memorial al villaggio di Bizory verrai al Bois de la Paix.

Qui, per commemorare il 50 ° anniversario della Battaglia del Bulge, sono stati piantati 4.000 alberi nel modello del logo UNICEF, raffigurante una madre e un bambino.

Queste betulle, alberi di servizio, querce e faggi furono piantati in omaggio ai veterani americani, ai combattenti belgi e a tutti i civili e militari uccisi nei combattimenti.

Al centro del bosco, le città famose in guerra sono onorate con un pannello e tre alberi.

Questi includono artisti del calibro di Verdun, Varsavia, Volgograd e Coventry.

I veterani americani che tornarono a Bastogne nel 1994 furono ciascuno invitati a scegliere un singolo albero, ora etichettato in modo permanente con i loro nomi.

6. Le Piconrue – Musée de la Grande Ardenne

Le Piconrue – Musée De La Grande Ardenne

Per un certo contesto sulla cultura delle Ardenne e del Lussemburgo belga, c'è un museo in un ex convento di Recollects del 17 ° secolo.

La collezione di Le Piconrue conta quasi 70.000 pezzi, che comprendono arte religiosa, etnologia, leggende e credenze popolari.

C'è una sorprendente ricchezza di immagini religiose e ornamenti liturgici raccolti dalle chiese della regione e che durano centinaia di anni.

Puoi immergerti nelle Ardenne molte leggende, come i cavalieri fantasma di Wild Hunt, Four Sons of Aymon e il loro cavallo magico, il lupo mannaro e molti altri.

Quando abbiamo messo insieme questo elenco all'inizio del 2020, c'è stato uno spettacolo temporaneo per il pluripremiato fumettista / graphic novel Jean-Claude Servais, con scenografia immersiva e 120 pannelli originali.

7. Animalaine

Animalaine

Dopo aver ripercorso gli eventi della Battaglia del Bulge potresti essere in vena di qualcosa di più leggero.

Animalaine è un museo pratico e vivente che si occupa della produzione di lana e dell'artigianato tessile nel corso degli anni.

In primo luogo ci sono paddock di animali in cui potrai interagire con numerose diverse specie produttrici di fibre, dalle pecore ai conigli agli alpaca.

Successivamente scoprirai di più sui diversi metodi e fasi per lavorare la lana, vedendo come è stato fatto oggi e quali sono state le tecniche più di un secolo fa.

Anche ad Animalaine è una casa d'epoca meticolosamente ricostruita che rivela la vita domestica e le attività commerciali in passato.

I bambini possono bruciare un po 'di energia nel parco giochi e c'è un bar che serve birra locale e pasti leggeri.

8. Église Saint-Pierre

Chiesa di Saint-Pierre

Questa chiesa romanica e gotica di fronte alla porta di Porte de Trèves è stata restaurata alcune volte nel corso degli anni, anche dopo la battaglia del rigonfiamento.

Ma si sa che c'era un luogo di culto proprio qui fino al VII secolo.

Alcune parti romaniche più antiche dell'Église Saint-Pierre sopravvivono, più chiaramente nel massiccio campanile romanico, risalente all'XI secolo.

Nel corso dei secoli successivi furono aggiunti elementi gotici, tra cui il 1500 quando l'edificio fu trasformato in una chiesa a sala.

Ci sono affreschi policromi sulla volta di questo periodo che raffigurano scene della vita quotidiana contemporanea così come l'Antico e il Nuovo Testamento.

Alcuni altri allestimenti hanno resistito alla prova del tempo, come il fonte battesimale romanica del XII secolo e l'altare maggiore dell'XI secolo, parti delle quali possono essere ancora più antiche, risalenti al 600.

Ci sono anche alcune opere d'arte prodotte più tardi, nel pulpito del 17 ° secolo, l'altare del 18 ° secolo nella navata sinistra e la notevole scultura dell'Intombmento della fine del 16 ° secolo.

9. Bois Jacques

Bois Jacques

Fonte: Audrey Snider-Bell / shutterstock

Bois Jacques

A dieci minuti da Bastogne, su un'altura fuori dal villaggio di Foy, si trova la foresta Bois Jacques, che fu tenuta dalla 101a divisione aviotrasportata durante la battaglia del rigonfiamento.

La stessa Foy fu pesantemente occupata dalle forze tedesche e la foresta fu teatro di feroci combattimenti e molte vittime.

L'attuale bosco, una piantagione di pini, è nuovo, ma nel terreno è possibile vedere tracce di buche scavate dai membri della 101a divisione aviotrasportata più di 75 anni fa.

Questi sono stati resi famosi da Band of Brothers e la foresta è stata elencata come "eccezionale patrimonio culturale" dal 2017.

10. Porte de Trèves

Porte De Trèves

In piedi dietro Église Saint-Pierre c'è l'ultimo residuo notevole delle mura medievali di Bastogne.

Composta da arenaria locale di scisto sotto un tetto di ardesia, la Porte de Trèves (Porta di Treviri) fu costruita a metà del 14 ° secolo, in un sistema difensivo che comprendeva due porte e 12 torri.

Le mura di Bastogne furono abbattute per volere di Luigi XIV alla fine del 17 ° secolo, dopo di che la Porte de Trèves divenne una prigione.

Il cancello subì danni durante l'assedio di Bastogne e fu ricostruito dopo la guerra.

Ai lati nord-est e sud-ovest sono presenti piccole tracce delle mura della città.

11. Place Général Mc Auliffe

Place Général Mc Auliffe

Qualcosa da prendere in giro per Bastogne è la piazza principale, che è stata ribattezzata dopo Anthony McAuliffe in seguito alla seconda guerra mondiale.

C'è un busto dell'uomo nell'angolo sud della piazza, davanti a un carro armato Sherman M4A3 (75) W “Barracuda”, proveniente dall'11a divisione corazzata.

Anche qui c'è l'ultimo indicatore per la Liberty Road, una via commemorativa di 1.146 chilometri nel corso dell'avanzata degli Alleati nel 1944 dopo il D-Day di giugno.

E infine, puoi orientarti alla Maison du Tourisme a pochi passi dal serbatoio.

12. La Foire aux Noix

È una felice comodità che lo storico festival di Bastogne a metà dicembre venga chiamato Walnut Fair.

A quanto pare, La Foire aux Noix risale almeno alla metà del XIX secolo.

Come parte del rituale, le coppie che si erano sposate l'anno precedente si sarebbero recate sul balcone del municipio per gettare noci nella folla per guadagnare fortuna per le loro famiglie.

Dopo la guerra questa tradizione si mescolò con le cerimonie di ringraziamento per gli sforzi delle truppe alleate nella battaglia del rigonfiamento.

Quindi durante il fine settimana ci sono eventi militari e rievocazioni, tra cui una processione e una cerimonia di deposizione dei fiori, nonché una sfilata di veicoli militari.

Il sabato pomeriggio alle 16:00, è possibile assistere al rituale climatico di lancio delle noci al "Jet de Noix".

13. Liegi – Bastogne – Liegi

Liegi-Bastogne-Liegi

Un giorno alla fine di aprile Bastogne viene rilevato da uno dei cinque "Monumenti" del calendario europeo professionale di ciclismo su strada.

Essendo uno dei "classici della primavera", non c'è dubbio che Liegi – Bastogne – Liegi sia tra le gare più difficili e prestigiose di questo sport, attraversando le Ardenne lungo un percorso di 250-260 chilometri.

Ciò che rende la gara così estenuante è la sua ininterrotta successione di lunghe e ripide salite, che si sommano a circa una dozzina in totale.

La più famosa di queste è la Côte de La Redoute, che è apparsa nella maggior parte delle edizioni e ha una pendenza media di quasi il 9% con pendenze superiori al 20%. Inevitabilmente, l'uomo con più vittorie nella storia dell'evento è il grande Eddy Merckx (cinque), davanti allo spagnolo Alejandro Valverde e all'italiano Moreno Argentin (quattro ciascuno).

14. Memorial Day

giorno della Memoria

Fonte: T.W. van Urk / shutterstock

giorno della Memoria

Caduta l'ultimo lunedì di maggio, questa festa americana che ricorda e onora il personale militare è anche una data importante nel calendario di Bastogne.

Ogni anno c'è una cerimonia solenne al monumento di Mardasson, e una consueta corona viene posta durante la cerimonia militare americana Foy lungo la strada.

Questo di solito si svolge il primo sabato dopo il lunedì del memoriale.

Questo evento è stato osservato dal 1946, quando l'Associazione belga-americana ha cercato un modo per rendere omaggio ai veterani americani, con la sua guerra morta e dispersa.

Alla cerimonia partecipano ogni anno l'ambasciatore americano del Belgio e numerosi altri dignitari.

Quando abbiamo scritto questo articolo all'inizio del 2020, erano in preparazione i preparativi per un evento del 75 ° anniversario, che comprendeva una cerimonia di riconciliazione il venerdì.

15. Visita guidata

Esperienza sul campo di battaglia di Reg Jans

Se sei sulle tracce dell'assedio di Bastogne e della più ampia offensiva delle Ardenne ci sono molti luoghi da tenere in agenda e molte informazioni da prendere in considerazione.

Se non vuoi perderti nulla, potrebbe valere la pena contattare uno dei tour operator con sede a Bastogne (Reg Jans Battlefield Experience, Battle of the Bulge Guided Tours). In un tour individuale sarai alla presenza di un esperto storico locale che conosce il terreno ed è in grado di separare i fatti dalla finzione, delineando la dura realtà dell'assedio di Bastogne.

Ciò potrebbe essere particolarmente prezioso – per non parlare del trasloco – se un membro della tua famiglia prestasse servizio nelle Ardenne nel 1944-45, poiché le guide saranno in grado di tracciare gli esatti movimenti di ciascuna unità più di 75 anni dopo.