15 migliori castelli in Romania

I castelli sono uno dei monumenti nazionali più importanti in Romania e alcuni sono così ampiamente riconosciuti che la loro fama riecheggia in tutto il mondo. Questi sono, ovviamente, i castelli associati alla famigerata regione della Transilvania e le storie sul conte Dracula.

Tuttavia, ci sono molti altri castelli nel paese e ognuno è unico come l'altro. Mentre la maggior parte si trova nella Romania centrale, ci sono castelli in tutto il paese. È interessante notare che anche la Romania ha molte chiese fortificate e queste costituiscono una parte importante del patrimonio culturale. Inoltre, molti di loro sembrano più castelli che chiese perché fortificati, quindi ci si può aspettare di trovare molte strutture architettoniche sorprendenti in tutto il paese. Ecco 15 dei migliori castelli in Romania.

1. Castello di crusca

Castello di Bran, Romania

Fonte: Cristian Balate / shutterstock

Castello di Bran

Il castello di Bran, senza dubbio, è il castello più popolare non solo in Romania ma anche uno dei castelli più conosciuti in Europa e nel mondo. Spesso associato al famigerato Dracula, non esistono legami reali e storicamente comprovati che leghino i due elementi.

Seduto su un'antica roccaforte del Cavaliere Teutonico, risalente all'inizio del XIII secolo, il Castello di Bran apparve per la prima volta in documenti scritti verso la fine del XIV secolo, nel 1377.

Sorge a 2500 piedi sopra il livello del mare e si affaccia sul paesaggio circostante, il Castello di Bran domina l'area intorno al villaggio di Bran.

Le caratteristiche dominanti del Castello di Bran sono le sue numerose torri e torrette piastrellate di rosso che non solo sembrano impressionanti, ma anche un po 'misteriose e persino spettrali che si innalzano sopra il fitto scenario della foresta che racchiude il castello.

2. Castello di Corvin

Castello di Corvin

Fonte: Balate Dorin / shutterstock

Castello di Corvin

Nessuna visita nella regione rumena della Transilvania sarebbe completa senza visitare uno dei suoi castelli più importanti: il Castello di Corvin. Famoso nella sua nativa Romania e in tutto il mondo, il Castello di Corvin ha guadagnato gran parte della sua fama con l'associazione con Dracula.

L'aspetto impressionante e inquietante del castello è dovuto principalmente alla sua imponente struttura completa di alte torri e torrette adiacenti. Fino alla metà del XIV secolo il castello di Corvin serviva da fortezza, diventando in seguito residenza del voivode della Transilvania, Iancu de Hunedoara.

Progettato in stile gotico-rinascimentale, il castello fu costruito alla fine del Medioevo e il castello di Corvin è uno dei più grandi d'Europa.

3. Castello di Pelé

Castello di Peles, Romania

Fonte: RossHelen / shutterstock

Castello di Peles

Il suggestivo Castello di Peleș fu costruito in stile neorinascimentale con la costruzione del castello a partire dalla fine del 19 ° secolo, nel 1873. I visitatori provenienti da ogni parte del mondo sono attratti dal castello non solo per il suo innegabile fascino, ma anche per il fatto che il Castello di Pelé si trova nei maestosi Monti Carpazi che sono tra i più belli di tutta Europa.

Il castello fa parte di un complesso che comprende anche il Castello di Pelișor e la Loggia di caccia Foișor.

La costruzione del castello iniziò dopo che il re Carol I di Romania visitò la regione per la prima volta e fu completamente ripreso dal suo straordinario fascino. Il complesso del castello era originariamente destinato a fungere da caccia e ritiro estivo.

4. Castello di Pelișor

Castello di Pelișor, Romania

Fonte: DaLiu / shutterstock

Castello di Pelișor

Il castello di Pelișor si distingue per il suo design unico sia nel contesto rumeno che europeo. Progettato da un architetto ceco, il castello rappresenta lo stile Art Nouveau. È interessante notare che la consorte di re Ferdinando, la regina Maria, non voleva che il castello fosse caratterizzato solo da elementi in stile Art Nouveau e quindi furono aggiunte caratteristiche bizantine e persino celtiche creando un aspetto completamente unico.

La svolta del castello del secolo fu costruita all'inizio del XX secolo. Il castello ha 99 stanze, che è meno che nel Castello di Pelé, ma il numero è ancora piuttosto impressionante considerando le dimensioni del castello. Molte stanze, inclusa la sala di ricevimento, sono rivestite in legno di quercia, una preferenza personale della regina Maria.

Il castello servì come residenza estiva per i reali.

5. Castello di Săvârșin

Castello di Săvârșin

Il castello di Săvârșin è una casa di campagna in stile neoclassico situata in una tenuta privata di 6,5 ettari nel parco di Săvârșin. Una volta appartenente al re Michele I di Romania, questa era la residenza di campagna ufficiale della famiglia reale.

Il castello è circondato da un meraviglioso arboreto con eccezionali esempi naturali di piante, fiori e uccelli.

L'attuale dimora risale alla fine del XIX secolo, tuttavia, un precedente edificio reale rimase lì per almeno tre secoli prima che apparteneva principalmente alle famiglie nobili ungheresi.

La storia del castello è piuttosto tumultuosa in quanto aveva ceduto sia al regime comunista sia a un incendio demolitore.

6. Castello di Sturdza

Castello di Sturdza, Romania

Fonte: Danilovski / shutterstock

Castello Sturdza

Sturdza Castle o Sturdza Palace è un complesso storico composto da un palazzo, una chiesa e un parco monastico. Situato nel nord-est della Romania, il palazzo Sturdza come si vede oggi risale al 19 ° secolo quando fu costruito in stile neogotico tardo.

Un tempo il castello ospitava un'impressionante collezione di manufatti culturali – libri, dipinti e altre opere d'arte, gioielli ecc. Sfortunatamente, proprio come con molti castelli nel paese e in Europa, la maggior parte cadde nella disperazione sotto il dominio comunista, quando Le truppe russe attraversarono il paese.

7. Cittadella di Făgăraș

Cittadella di Făgăraș

Fonte: cge2010 / shutterstock

Cittadella di Făgăraș

Situato nella Romania centrale, la cittadella di Făgăraș o la fortezza di Făgăraș sono un eccellente esempio di architettura difensiva medievale. Costruita nel XIV secolo, la cittadella di Făgăraș fu costruita sul sito di una precedente fortezza di legno. Alcuni secoli dopo, quando la fortezza fu ampliata, fu considerata una delle più grandi strutture nella regione della Transilvania.

Come tipico esempio di architettura difensiva medievale, la Cittadella di Făgăraș presentava un fossato, un ponte su di esso, che era l'unico punto di accesso al castello, oltre a diverse torri.

Nonostante fosse una fortificazione, la cittadella di Făgăraș era piuttosto lussuosa ai suoi tempi poiché era la residenza di diverse figure di spicco come il principe transilvanico Gabriel Bethlen e George I Rákóczi e le loro famiglie.

Oggi il castello è un'attrazione popolare per i visitatori in quanto sia l'interno che l'esterno sono visitabili, e il castello vanta bellissime sale, cortile interno e passaggi sotterranei restaurati.

8. Castello di Jidvei

Castello di Jidvei, Romania

Fonte: Iulius Agency / shutterstock

Castello di Jidvei

Il castello di Jidvei è un bellissimo castello in stile rinascimentale francese situato nella Romania centrale. Costruito nel 16 ° secolo, il castello fu restaurato nei secoli successivi quando furono aggiunti elementi barocchi creando così un eclettico mix di stili e decorazioni.

Il suo aspetto caratteristico, insieme agli splendidi dintorni e alle vedute del villaggio, il Castello di Jidvei è uno dei castelli più romantici e magici del paese. Le grandi torri rotonde distinte del castello sono una delle caratteristiche principali che ricordano il già citato stile architettonico francese.

Oggi il castello di Jidvei è noto per la sua vinificazione e le sue impressionanti cantine.

9. Cittadella di Râșnov

Cittadella di Râșnov

Fonte: Calin Stan / shutterstock

Cittadella di Râșnov

Râșnov Citadel è uno dei castelli rumeni situati in una posizione più drammatica e vanta viste impressionanti che secoli fa avrebbero scoraggiato i nemici dal tentativo di attaccarlo. Situato nella Romania centrale, Râșnov fu costruito come parte di un più ampio sistema difensivo per i villaggi nella regione della Transilvania.

Scavi storici hanno rivelato che questa particolare posizione aveva visto una fortezza su di essa molto prima della costruzione dell'attuale struttura. L'attuale fortezza medievale fu costruita nel 13 ° secolo e si ipotizza che avesse collegamenti diretti con l'Ordine Teutonico.

All'inizio della metà del XV secolo il castello fu assediato per la prima volta dagli eserciti ottomani. All'inizio del 18 ° secolo, purtroppo, la fortezza fu danneggiata da un incendio e sorprendentemente un secolo dopo – un terremoto.

La cittadella presenta due corti e tutti i lati tranne il lato orientale sono protetti da ripide scogliere, che sono quasi impossibili da scalare creando così un eccellente elemento difensivo.

10. Chiesa fortificata di Biertan

Chiesa fortificata di Biertan

Fonte: Andrew Mayovskyy / shutterstock

Chiesa fortificata di Biertan

C'è una certa immagine che viene in mente quando sentiamo la parola "chiesa", ma nel caso della Romania, molte delle sue chiese fortificate assomigliano ai castelli più delle chiese classiche. E la ragione di ciò è davvero incorporata nella parola "fortificato". Non era raro vedere chiese fortificate durante il Medioevo in momenti di agitazione, quando la chiesa deteneva un potere di spicco sulla maggior parte delle terre.

La chiesa fortificata di Biertan è una chiesa luterana costruita tra il XV e il XVI secolo a Biertan, nella Romania centrale. L'attuale chiesa fu costruita sul sito di una precedente chiesa romanica.

La fortificazione della chiesa ebbe luogo durante un periodo di minaccia da parte dell'esercito ottomano che causò disordini in tutta Europa. Tutta la città portava le armi e così la chiesa fu fortificata. Queste fortificazioni includono tre file di fortificazioni esterne, torri del cancello e una merlatura in legno.

11. Palazzo Mogoșoaia

Palazzo Mogoșoaia

Fonte: Sogodel Vlad / shutterstock

Palazzo Mogoșoaia

Non lontano da Bucarest, a soli 10 chilometri di distanza, si trova il Palazzo Mogoșoaia, che fu costruito tra il XVII e il XVIII secolo e rappresenta la ricchezza e l'importanza di alcune delle più grandi famiglie di tutta la Romania.

Circondato da vasti giardini, il palazzo emana un'eleganza romantica e affascinante che si differenzia dagli altri castelli in tutto il paese in quanto la maggior parte rappresenta il disagio del medioevo e dei disordini.

Durante il suo tempo è stato un luogo importante per i politici di riunirsi e discutere questioni nazionali.

L'esterno del palazzo è dominato da colonne e portici, firma per lo stile brâncovanian.

12. Palazzo della cultura

Palazzo della Cultura, Iasi

Fonte: David Ionut / shutterstock

Palazzo della cultura, Iasi

Innegabilmente magico e affascinante, Palazzo della Cultura potrebbe facilmente essere qualcosa di fiabesco, ma si erge orgogliosamente nella città di Iași. Il palazzo neogotico fu costruito nei primi anni del XX secolo e fu il palazzo amministrativo e di giustizia fino al 1955.

Il Palazzo della Cultura ha un numero impressionante di 298 camere, tutte spaziose e piuttosto maestose. Gli interni sono incredibili esempi di stile decorativo fantasioso e abile. C'è una sala dedicata ai voivod rumeni.

Oggi il palazzo ospita numerosi musei, tra cui il Museo della scienza e della tecnologia, il Museo dell'arte e il Museo etnografico.

13. Chiesa fortificata di Viscri

Chiesa fortificata di Viscri

Fonte: tkarpati / shutterstock

Chiesa fortificata di Viscri

Un'altra importante chiesa fortificata in Romania è la chiesa fortificata Viscri nella contea di Brasov. Costruita intorno al XIII secolo, la chiesa fortificata apparteneva alla chiesa cattolica, ma in seguito divenne luterana.

Le prime fortificazioni furono costruite intorno alla cappella. Completa di torri protettive e bastioni, questa chiesa fortificata assomiglia in realtà a un tipico castello medievale di quanto non faccia una chiesa.

È interessante notare che questa particolare chiesa ha soffitti dritti anche se la maggior parte delle altre chiese gotiche presentano soffitti a volta e questo perché questa chiesa particolare è stata costruita molto prima.

14. Chiesa fortificata di Saschiz

Chiesa fortificata di Saschiz

Fonte: Arva Csaba / shutterstock

Chiesa fortificata di Saschiz

Costruita dalla comunità etnica sassone della Transilvania tedesca, la chiesa fortificata di Saschiz fu costruita alla fine del XV secolo e dedicata a Stefano I d'Ungheria.

La chiesa era originariamente circondata da un impressionante muro difensivo e una volta c'era una cittadella difensiva nelle vicinanze su una collina per proteggere gli abitanti della città accanto alla chiesa. Tuttavia, fino ad oggi rimane solo resistere.

A differenza di molte altre chiese fortificate che si trovano da qualche parte nel mezzo tra un progetto architettonico del castello e una chiesa che quindi non si adatta davvero in nessuna delle due scatole, la chiesa fortificata di Saschiz è magnifica nel fatto che le sue strutture difensive non disturbano l'estetica della chiesa.

15. Chiesa fortificata Valil Viilor

Chiesa fortificata Valil Viilor

Fonte: cge2010 / shutterstock

Chiesa fortificata Valil Viilor

Parte dello stesso gruppo delle chiese di cui sopra, la chiesa di Valea Viilor è anche tra le imponenti chiese fortificate della Transilvania. Costruito tra il XIV e il XVI secolo, l'attuale struttura fu eretta in cima a un'antica chiesa.

Diverse modifiche sono state apportate nel corso del secolo per garantire che la struttura sia aggiornata con gli ultimi elementi di fortificazione necessari. Davanti a entrambi gli ingressi c'erano le torri protettive costruite e una saracinesca. Ci sono anche tre bastioni, tutti sopravvissuti fino ad oggi.