15 incredibili cascate in Islanda

L'Islanda è stata chiamata la "Terra di ghiaccio e fuoco" perché coesistono ugualmente in questo paese. In realtà, il ghiaccio copre solo il 10% di questa isola di contrasti, ma ha i più grandi ghiacciai d'Europa.

La popolazione nazionale è di soli 330.000 abitanti, con la maggioranza che vive nella capitale, Reykjavik, e nel suo entroterra immediato. È un paese giovane geologicamente – abbastanza sterile, con vulcani attivi, spiagge di sabbia nera e acqua ruggente.

Una delle cose per cui è noto sono le sue cascate, e sono tra le bellezze naturali che i visitatori possono godere. Se stai iniziando a vedere l'Islanda come un paese che vorresti visitare, ecco 15 incredibili cascate in Islanda che dovresti includere nel tuo itinerario.

1. Glymur, valle di Botnsdalur

Glymur Waterfall, Islanda

Fonte: Thomas Schnitzler / shutterstock

Glymur Waterfall, Islanda

Glymur, a 650 piedi di altezza, è la seconda cascata più grande dell'Islanda. Si trova su un fiordo che raggiunge l'entroterra appena a nord della capitale, anche se ci vorranno 90 minuti per arrivarci.

L'escursione di due ore è ricompensata da un'ambientazione incantevole: la cascata e l'immediata area circostante. Avrai bisogno di buone calzature per l'escursione perché hai anche due ore di trekking indietro.

L'intero percorso è incantevole, con archi di roccia, il fiume Botnsa e il bellissimo fiordo, Hvalfjörður. Ad ogni turno, c'è una fotografia che sentirai di dover fare.

2. Hengifoss, Egilsstaoir

Cascata di Hengifoss, Islanda

Fonte: tbate54 / shutterstock

Cascata di Hengifoss

Hengifoss è probabilmente la cascata più bella dell'Islanda orientale. Lascia cadere un impressionante 420 piedi. L'acqua scorre da un altopiano in una gola profonda.

Ci sono due percorsi diversi su entrambi i lati del Lagarfljot Lak, che puoi guidare prima di parcheggiare.

L'escursione a "Hanging Falls" dura circa 50 minuti e vedrai una cascata più piccola di 100 piedi – Litlanesfoss – sulla strada. Il trekking è in gran parte in salita, anche se ci si può riposare su una delle panchine del sentiero.

Le strisce rosse di roccia nelle immediate vicinanze sono il risultato dell'ossidazione del ferro nel terreno.

3. Gullfoss, fiume Hvítá

Cascata di Gullfoss, Islanda

Fonte: eldar nurkovic / shutterstock

Cascata di Gullfoss

La cascata di Gullfoss si trova sul fiume Hvítá, che scorre dal lago Hvítárvatn e dal ghiacciaio Langjökull. È alto poco più di 100 piedi, si tuffa in due fasi: la seconda è doppia rispetto alla prima.

Il nome significa "Golden Falls" e, visto sotto il sole, è spettacolare. Fa parte del famoso Golden Circle Tour ed è sicuramente uno dei suoi punti forti.

Se desideri visitarlo in autonomia, è a 90 minuti di auto da Reykjavik. Un decennio fa, era in pericolo per gli speculatori che volevano sfruttare il suo potere, ma fortunatamente quei piani furono fermati.

4. Seljalandsfoss, Thorsmork

Cascata di Seljalandsfoss, Islanda

Fonte: fotografo di chitarra / shutterstock

Cascata di Seljalandsfoss

Situata sulla costa meridionale, questa bellissima cascata è alta quasi 200 piedi, l'acqua scende da antiche scogliere in una piscina.

Reykjavik è a 90 minuti di strada e le cascate sono vicine alla Ring Road. Seljalandsfoss si trova sul fiume Seljalandsá che scorre dal ghiacciaio Eyjafjallajokull.

Il suo fascino è aumentato perché puoi camminarci dietro. Ciò fornisce una prospettiva eccezionale ma avrai bisogno di indumenti impermeabili o ti inzupperai.

Il sentiero si chiude in inverno perché è scivoloso e potenzialmente pericoloso.

5. Skógafoss, fiume Skogá

Skógafoss, Islanda

Fonte: Edgar9 / shutterstock

Skógafoss

La fama di questa cascata è in parte dovuta alla sua accessibilità – vicino alla Ring Road nel villaggio di Skógar. Tuttavia, questo sottovaluta la meravigliosa cascata che vedrai.

Poco meno di 200 piedi di altezza e 80 piedi di larghezza, è molto potente. Gli arcobaleni – anche i doppi arcobaleni – formati dallo spray creano una fotografia accattivante.

Dopo il parcheggio, è facile raggiungere a piedi. Se ti senti energico, sali i 500 gradini per arrivare in cima. Se vuoi fare un'escursione di un'intera giornata, c'è un bel sentiero in avanti.

6. Morsárjökull, Parco nazionale Vatnajökull

Solo di recente è stata trovata questa cascata ai margini del ghiacciaio Morsárjökull.

Sembra essere stato formato da un leggero aumento della temperatura e a 750 piedi, è il più alto dell'Islanda. Per molti anni quell'onore è stato mantenuto da Glymer.

Parte di Morsárjökull si trova dietro un cumulo di neve, con l'acqua che scende in una profonda cavità. Se quella parte fosse aggiunta alla sua altezza registrata aumenterebbe di circa 40 piedi.

Il Parco Nazionale in cui è situato ha anche il ghiacciaio più grande e la montagna più alta. Il parco è uno dei tre in Islanda ed è situato a sud.

7. Svartifoss, Parco nazionale Vatnajokull

Svartifoss, Cascata

Fonte: Esteve Cervantes Martin / shutterstock

Svartifoss

Il sentiero per la cascata Svartifoss inizia presso il Centro visitatori di Skaftafell, dove c'è un ampio parcheggio e i sentieri escursionistici sono segnalati.

Ci vorranno circa 45 minuti per raggiungere questa cascata di 65 piedi; questo include il tempo in cui ti fermerai a guardare altre tre cascate lungo la strada: Magnúsarfoss, Hundafoss e Þjófafoss.

Il suo nome significa "Black Falls" a causa delle colonne di lava scura nelle vicinanze che hanno ispirato un architetto islandese a progettare la famosa Hallgrimskirkja (Chiesa) a Reykjavík.

8. Bruarfoss, Gimsnes

Cascata di Bruarfoss

Fonte: Kiran Photo / shutterstock

Bruarfoss

Il fiume Bruara scorre nel sud-ovest dell'Islanda e Bruarfoss è una serie di piccole cascate che rimangono una gemma nascosta e raramente visitate.

Ci sono molti piccoli corsi d'acqua che scorrono veloci e i colori contrastanti mentre scendono nella gola fanno una fotografia straordinaria.

È soprannominato "La cascata bluest dell'Islanda" e, sebbene piccolo per gli standard islandesi, "Bridge Falls" ha affascinato i numerosi trekker che li hanno trovati. Prendono il nome da un ponte che un tempo sorgeva sulla cima.

9. Kirkjufellsfoss, Penisola di Snæfellsnes

Cascata Kirkjufellsfoss, Islanda

Fonte: Andrew Mayovskyy / shutterstock

Kirkjufellsfoss

Questa piccola cascata cade in tre flussi separati da una cresta sul monte Helgrindur. Viene spesso utilizzato in modo promozionale per pubblicizzare l'Islanda con il Monte Kirkjufell in background; questo nonostante il fatto che sia alto meno di 20 piedi!

I turisti in Islanda vengono regolarmente per catturare la stessa fotografia per se stessi. Ancora meglio è catturare l'aurora boreale sopra, ma è solo in inverno. Il sole di mezzanotte in estate offre un'immagine quasi altrettanto buona. Tutto sommato, un'ambientazione incantevole da qualsiasi angolazione.

10. Aldeyjarfoss, Valle di Bárðardalur

Aldeyjarfoss, Islanda

Fonte: GuilhermeMesquita / shutterstock

Aldeyjarfoss

Aldeyjarfoss non è particolarmente accessibile e avrai bisogno di un fuoristrada se vuoi arrivarci. È alto 65 piedi con l'acqua glaciale che cade in una fascia stretta.

Dopo la tua guida sei ancora a 25 miglia dalla strada principale e poi scendi lungo una pista per raggiungere la valle.

Le colonne di basalto creano un anfiteatro, con le acque che aumentano notevolmente l'ambiente. L'escursione sul lato nord è la migliore per l'accesso ad Aldeyjarfoss. A sud, il terreno è molto più accidentato e dovrai prenderti cura di te.

11. Dettifoss, Jökulsá á Fjöllum River

Dettifoss

Fonte: Thanapol Tontinikorn / shutterstock

Dettifoss

Comunemente definita "La bestia", Dettifoss è la cascata più potente d'Europa, non importa l'Islanda.

A 150 piedi di altezza e oltre 300 piedi di larghezza, invia quasi 200 metri cubi di acqua che scorrono giù ogni secondo. Se sei vicino, sentirai quasi rabbrividire il terreno.

È stato usato per rappresentare una terra aliena nelle riprese iniziali del film "Prometeo" del 2012 ". Questo fiume glaciale si trova nel nord dell'Islanda, che scorre dal ghiacciaio Vatnajökull. La strada di accesso si chiude in inverno a causa dell'inevitabile neve.

12. Goðafoss, Islanda settentrionale

Godafoss, Cascata

Fonte: Smit / shutterstock

Goðafoss

La "Cascata degli dei" è alta solo 40 piedi, ma larga oltre 100 piedi, offre una vista imponente.

La sua storia include la conversione islandese al cristianesimo all'inizio del II secolo. Il sacerdote pagano irorgeir Þorkelsson, che viveva vicino alla cascata, scelse il cristianesimo piuttosto che il paganesimo. Era anche un legislatore nel parlamento islandese, quindi era un uomo molto rispettato e potente.

Il paganesimo era ancora lecito in privato, ma come segno della sua decisione, andò a Goðafoss e gettò i suoi idoli pagani nella cascata.

13. Háifoss, fiume Fossá

Háifoss, Islanda

Fonte: leonov.o / shutterstock

Háifoss

Questa cascata di 400 piedi si trova nel sud dell'isola, vicino al vulcano Hekla.

Quando fu scoperto all'inizio del XIX secolo, si pensava che fosse il più alto d'Europa, da cui il nome, che si traduce in "High Falls". "

La cascata più piccola accanto è conosciuta come "Neighbor" – Granni. Sono due ore da Reykjavik in direzione est lungo la Ring Road nella valle Þjórsárdalur; le ultime 4,5 miglia sono possibili solo in una 4×4.

Puoi fare un'escursione se lo desideri e la tua ricompensa sarà una serie di paesaggi mozzafiato mentre procedi.

14. Hraunfossar, Borgarfjörður

Hraunfossar

Fonte: Danica Chang / shutterstock

Hraunfossar

"Le cascate di lava" sono solo 40 miglia a nord di Reykjavik, a circa un'ora di strada. L'acqua limpida sembra emergere dalla lava, uno spettacolo unico.

Ci sono innumerevoli piccoli corsi d'acqua che escono dalle sorgenti, creando rapide che scendono nel fiume Hvítá.

La migliore descrizione della cascata è un arco basso e largo di rivoli che copre una distanza di quasi 3000 piedi.

A differenza di molte altre cascate in Islanda, c'è una bella vista dal parcheggio e una caffetteria apre in estate. La cascata è protetta da oltre 30 anni.

15. Barnafoss, fiume Hvítá

Barnafoss

Fonte: Puripat Lertpunyaroj / shutterstock

Barnafoss

Barnafoss è un vicino vicino di Hraunfossar ed è possibile prendere il sentiero per avvicinarsi, con un ponte che attraversa il fiume Hvítá.

Il nome significa "Le cascate dei bambini", così chiamato a causa di una saga islandese che racconta di due bambini che sono scomparsi dopo che i loro genitori li avevano rintracciati fino a un ponte di pietra naturale alle cascate. La presunzione era che fossero caduti e annegati perché non erano mai stati trovati. La madre ordinò che il ponte venisse distrutto in modo che non potesse più accadere, ma in realtà era più probabile che crollasse naturalmente nel tempo.