15 cose migliori da fare in Bermuda

In cima alle onde dell'Oceano Atlantico a circa 1.000 chilometri dalla Carolina del Nord e un enorme 1.500 dal pilastro caraibico di Porto Rico, l'arcipelago curvo delle Bermuda ha un piede nei tropici e un altro nella Cintura dell'uragano atlantico.

Influenzato dal suo lungo passato coloniale inglese, le città qui sono cariche di casette imbiancate a calce e punteggiate dall'occasionale campanile gotico.

Ci sono grandi fortezze rimaste dai tempi in cui la Marina di Sua Maestà attraccò durante le guerre – anche se i moli sono in gran parte dominati dalle navi da crociera colossali in questi giorni.

Le spiagge sono perfette per la T, con la bellissima baia a ferro di cavallo e altre distese di sabbia color corallo che salgono a briscole.

Questi fiancheggiano le coste sotto le foreste di palme e calabash, o sotto le scogliere dove si estendono lussuosi resort e spa e campi da golf di classe mondiale.

Sì, Bermuda è un posto davvero bellissimo con molte cose da fare e vedere nel suo menu Anglo come Carib.

Goditi questo elenco di migliori cose da fare in Bermuda:

1. Meraviglia della bellezza di Horseshoe Bay Beach

Horseshoe Bay Beach, Bermuda

Fonte: flickr

Horseshoe Bay Beach, Bermuda

Incastonata tra due robusti massi di roccia vulcanica sulle curve meridionali dell'isola principale, le scintillanti sabbie dorate di Horseshoe Bay raramente non riescono a impressionare.

Scendendo ordinatamente verso l'Oceano Atlantico, sono lambiti da leggeri ciuffi bianchi dalla mattina alla sera, punteggiati con l'occasionale tonalità di rosa grazie ai coralli schiacciati lungo la riva, e sfumano dalle dune ondulate che separano la spiaggia da South Road a è tornato.

Famoso in tutto il mondo come uno dei luoghi di mare più pittoreschi del pianeta, questo è semplicemente da non perdere.

Assicurati di arrivare presto, poiché le folle possono diventare travolgenti, specialmente durante l'alta stagione estiva!

2. Assaggia l'energia di Hamilton

Hamilton, Bermuda

Fonte: flickr

Hamilton, Bermuda

Situata nel bel mezzo di Main Island, la bella Hamilton è l'epicentro della vita culturale ed economica delle Bermuda.

È anche impregnato di alcune delle reliquie coloniali più incantevoli di qualsiasi città dei Caraibi e del Nord Atlantico – basta dare un'occhiata a quelle torri e contrafforti gotici della Cattedrale della Santissima Trinità, che sorgono come una chiesa inglese medievale nel mezzo della città .

Nel frattempo, la Bermuda National Gallery fa appello alle sue collezioni itineranti e alle mostre di artisti locali, mentre Monty e il Robin Hood Pub credono alle radici britanniche della città con la loro ricca cucina Ales e Anglo.

3. Fai un'escursione sul sentiero ferroviario

Sentiero ferroviario

Fonte: flickr

Sentiero ferroviario

Assicurati di prendere una guida ufficiale per il Railway Trail dagli uffici governativi di Hamilton prima di uscire per unirti ai tortuosi percorsi pedonali e ciclabili che ora occupano il vecchio percorso dei binari ferroviari che andavano da San Giorgio a ovest tutto il modo per Somerset a est.

In effetti, questo grazioso percorso di backcountry offre uno dei modi più completi per vedere l'isola delle Bermuda.

Attraversa tratti di costa mozzafiato, passa per le baie rocciose di Coney Island, attraversa la pietra di Rural Hill e attraversa i giardini di palme della Baia di Frank, seguendo la stessa linea che una volta facevano le storiche carrozze degli anni '30.

4. Andare per una partita a golf

Campo da golf di Port Royal

Ci sono molte ragioni per cui le Bermuda sono considerate una delle destinazioni golfistiche più ambite e ambite nell'Atlantico, anzi nel mondo! Guarda le scintillanti ondulazioni verdi dei fairway e gira a Port Royal, circondato dalle onde che si infrangono sull'oceano a sud di Hog Bay.

Questo leggendario campo pubblico è celebrato in tutto il mondo e ospita la famosa 16a buca corta – uno dei tre più famosi link nel gioco del golf.

Altre opzioni per i viaggiatori con club al seguito sono il Mid Ocean Club e il raffinato club Belmont Hills su Harbour Road.

5. Vai sottoterra alle Crystal & Fantasy Caves

Grotte di cristallo e fantasy

Fonte: flickr

Grotte di cristallo e fantasy

Situati proprio sull'unione tra St. David's Island e Main Island, i passaggi sotterranei e le gallerie delle Crystal & Fantasy Caves rimangono alcune delle più fantastiche attrazioni backcountry delle Bermuda.

Dopo essere stato scolpito e scolpito per oltre 30 milioni di anni, il duo di grandi caverne offre ai visitatori la possibilità di vedere una gran quantità di meraviglie sotterranee.

Ci sono laghi sommersi e passaggi pedonali nella sezione Crystal, stalattiti incrostate di quarzo e altro, mentre il tunnel Fantasy ha formazioni di calcite e massi bulbosi dal carico del secchio!

6. Goditi il ​​miglior cibo fusion dell'isola al Mad Hatters

Ristorante Mad Hatter

Fonte: flickr

Ristorante Mad Hatter

Mescolando le cucine di Asia, Tailandia, Indocina, Mediterraneo e Caraibi, la gente del Mad Hatters di Hamilton si è guadagnata la reputazione di cucinare alcuni dei cibi di fusione più interessanti e innovativi delle Bermuda.

I piatti del menu della cena come gli spinaci e le insalate di rucola sono impregnati di peperoni rossi colorati e con sapori di barbecue carbonizzati per l'avvio, mentre le cozze sono cosparse di curry al cocco come un cenno alla tradizione delle Indie Occidentali.

C'è anche una lista di vini davvero completa da abbinare, con pinot italiani accanto ai rossi argentini.

7. Vagare per la Chiesa incompiuta di San Giorgio

La chiesa incompiuta di San Giorgio

Fonte: flickr

La chiesa incompiuta di San Giorgio

In piedi sopra le cime della città di San Giorgio, i frontespizi semicompletati della Chiesa incompiuta, opportunamente chiamata, hanno resistito alle brezze atlantiche qui da quando sono iniziati i lavori a metà Ottocento.

L'intenzione originale era quella di sostituire la chiesa danneggiata di San Pietro in fondo alla strada.

Tuttavia, grazie a una combinazione di problemi finanziari e disaccordi locali, la casa di culto sostitutiva non fu mai inaugurata.

Oggi, ciò significa che i visitatori possono venire e vagare per le absidi e gli archi, le finestre gotiche e le torri di pietra a mezza altezza, godendo di un'atmosfera al contempo inquietante e romantica e imparando tutto sulla storia dei parrocchiani anglicani di San Giorgio.

8. Ottieni la tua correzione della storia dei Bermuda in San Giorgio

St Georges

Fonte: flickr

St Georges

Fu nei primi decenni del XVII secolo che i primi coloni europei delle Bermuda scesero sull'isola.

Erano gli equipaggi naufragati e i passeggeri di un convoglio sulla rotta per Jamestown, e in seguito i famosi fondatori della più antica città coloniale occupata continuamente con radici inglesi nelle Americhe.

Quella città era quella di San Giorgio, che ora vanta un'ambita etichetta del patrimonio mondiale dell'UNESCO per la sua ricchezza di siti e storie invecchiati.

I visitatori possono venire e passeggiare per le affascinanti vecchie strade del centro, scorgendo artisti del calibro di State House, Stewart Hall e King's Square, vicino al porto, dove rievocazioni regolari aggiungono vita ai racconti storici.

9. 400 anni di culto nella chiesa di San Pietro

Chiesa di San Pietro

Fonte: flickr

Chiesa di San Pietro

Gli amanti della cultura e gli amanti del patrimonio che si dirigono verso le Bermuda dovrebbero prestare particolare attenzione al pretenzioso frontespizio bianco e grigio della Chiesa di San Pietro, che sorge nel cuore della storica Parrocchia di San Giorgio.

Questa casa di culto di 400 anni è salutata come la più antica chiesa anglicana al di fuori della Gran Bretagna, ed è attualmente ancora utilizzata dalla gente del posto! Scopri gli splendidi interni di travi in ​​legno a vista e placche onorifiche raffiguranti i successi e le buone azioni dei parrocchiani locali e assicurati di vedere il cedro nodoso nel vecchio cimitero, che è stato scosso da uragani e tempeste in abbondanza!

10. Visita il Royal Naval Dockyard

Royal Naval Dockyard

Fonte: flickr

Royal Naval Dockyard

Incoronando la punta sperduta delle Bermuda occidentali, dove le scogliere del Somerset scendono tra le onde dell'Oceano Atlantico, il Royal Naval Dockyard si erge come una patella sugli scogli.

Per secoli questa base pesantemente fortificata fu uno dei re della potenza militare britannica nella regione, svolgendo ruoli integrali nella Guerra del 1812 e nella Seconda Guerra Mondiale.

Oggi, la zona è stata trasformata in un esempio vivente e pieno di storia, con le antiche palizzate di fortificazioni che ospitano negozi e ristoranti, e persino fungendo da ormeggi per le colossali navi da crociera che si fermano alle Bermuda durante tutto l'anno.

Ci sono anche mercati artigianali all'interno, insieme a centri d'arte e allestitori di sport acquatici!

11. Naufragi e schiavitù al Museo Nazionale delle Bermuda

Museo Nazionale delle Bermuda

Fonte: flickr

Museo Nazionale delle Bermuda

Attirando fino a 50.000 visitatori ogni anno, il Museo Nazionale delle Bermuda è il centro del patrimonio più popolare dell'isola da molto tempo.

Il patrocinio è davvero meritato, con le mostre permanenti ospitate all'interno che esplodono nelle cuciture con affascinanti reliquie e racconti legati al passato dell'arcipelago.

Ci sono matrici di gioielli recuperati da naufragi, collezioni di monete antiche dei secoli passati, odori fotografici per il bellissimo uccello Bermuda a coda lunga, cronache di schermaglie della Seconda Guerra Mondiale e la cattura di U-boat tedesche – l'elenco continua!

12. Goditi il ​​tè pomeridiano sotto il faro di Gibb's Hill

Vista dal faro di Gibb's Hill

Fonte: flickr

Vista dal faro di Gibb Hill

Scintillante nelle tonalità del bianco brillante sulla curva dell'isola principale, il Gibb's Hill Lighthouse è una delle icone più riconoscibili delle Bermuda.

Fu costruito nel lontano 1846, destinato a incoronare uno dei punti più alti dell'intero arcipelago.

L'architettura è nota per l'uso della ghisa al posto dell'acciaio (una reliquia dell'era preindustriale), mentre i 185 gradini fino alla cima dell'attrazione offrono alcuni dei panorami più mozzafiato della costa bermuda.

Alla base della torre gli ospiti scopriranno le affascinanti e opportunamente denominate Lighthouse Tea Rooms, dove una birra pomeridiana completa perfettamente il giro turistico!

13. Rilassati sulle sabbie rosa di Elbow Beach

Elbow Beach

Fonte: flickr

Elbow Beach

Immersa nella sabbia rosa caratteristica delle Bermuda, Elbow Beach si fa strada lungo il bordo meridionale della Parrocchia di Paget.

È supportato dai Coral Beach Tennis Club e da una selezione di incantevoli cocktail bar sul mare, mentre un pepato di ombrelloni e sedie a sdraio blu mare, palme cerose e cabine vicine significano che c'è sempre un posto dove sistemarsi per prendere il sole o una sessione di relax .

Naturalmente, ci sono anche le solite acque turchesi delle Bermuda e le aspre scogliere che circondano la baia, facendo di Elbow un degno rivale delle bellezze della lista dei secchi della vicina Horseshoe Bay!

14. Vai fuori dai sentieri battuti verso la giungla di Tom Moore

Tom Moore's Jungle

Fonte: flickr

Tom Moore’s Jungle

La giungla di Tom Moore (o la riserva naturale di Walsingham se ti senti seria) è un'incantevole piccola fascia di terre selvagge fuori dai confini, incastonata in cima alle scogliere tra Harrington Sound e Castle Harbour.

Un patchwork di fitti boschetti di zucca e tronchi d'albero nodosi, i suoi 12 acri sono tagliati da una serie di tracce di fango e percorsi tortuosi, invitando i visitatori a lasciare alle spalle la civiltà per un incantesimo e scavare nei boschi chiari e ombrosi.

E il nome? Bene, questo significa togliere il cappello a un Thomas Moore, un famoso poeta irlandese che si dice abbia scarabocchiato molti versi qui.

15. Birre e pasti abbondanti nell'Irish Pub di Flanagan

Flanagan's Irish Pub

Fonte: flickr

Pub irlandese di Flanagan

Situato in pieno centro a Front Street, nel cuore del centro di Hamilton, questo vivace e accogliente pub popolare irlandese è ora a dir poco leggendario nella fila di bevande e ristoranti della città.

Istituito nel lontano 1988 da un nativo itinerante dell'Isola di Smeraldo, il posto è diventato famoso per la sua ricchezza di birre e birre internazionali e irlandesi, una selezione apparentemente infinita di cibo da pub da riempire (aspettatevi artisti del calibro di ali fritte, morsi di granchio e hamburger), e serate rauche di sport guardando nel bar dello sport adiacente – specialmente quando c'è il cricket!