15 cose migliori da fare a Šabac (Serbia)

La città di Šabac si trova nel nord-ovest della Serbia, a poca distanza dal confine con la Bosnia ed Erzegovina. Nonostante sia di dimensioni piuttosto modeste, questa città ha prodotto molte delle figure storiche più importanti della Serbia, dagli acclamati autori a, agli artisti, agli psichiatri e persino alla prima moglie di Einstein, Mileva Marić. Šabac ha anche fatto un nome per il suo carattere sfacciato, e c'è un festival annuale per celebrare questo debole per scherzi e satira.

Jevrem Obrenović, fratello del primo monarca della Serbia moderna, fu il sindaco qui nel 19 ° secolo e conferì al centro della città il suo carattere sontuoso, che è ancora evidente oggi nelle sue dimore e negli splendidi edifici municipali.

Esploriamo il migliori cose da fare a Šabac:

1. Chiesa di San Pietro e San Paolo

Chiesa di San Pietro e Paolo a Sabac

La principale chiesa ortodossa della città risale all'amministrazione di Jevrem Obrenović, e fu completata nel 1831 alla fine del suo tempo a Šabac.

Quasi tutte le decorazioni interne risalgono al primo dopoguerra, poiché la chiesa fu bombardata dagli austro-ungarici e il suo interno fu saccheggiato.

Le pareti esterne portano ancora cicatrici di battaglia da questo momento.

La cosa che molti adoratori vengono a vedere all'interno è una riproduzione perfetta della Trojeručica, la venerata icona "prodigiosa" nel monastero di Hilandar sul Monte Athos.

Infine, gli affreschi furono dipinti dall'artista russo Andrej Bicenko usando la tecnica dell'affresco-secco medievale nel 1932.

2. Fortezza di Šabac

Fortezza di Šabac

Ora solo una conchiglia rettangolare, il forte accanto al fiume ha visto giorni migliori, ma forse è giusto che un edificio che ha vissuto così tanto tumulto dovrebbe essere in pezzi oggi.

È una costruzione ottomana, eretta nel 1471 dal generale bosniaco Isa-Beg Ishaković e rinforzata con bastioni in pietra nel 18 ° secolo.

Gli ungheresi e poi gli austriaci ebbero entrambi il controllo temporaneo del forte in varie occasioni nel suo passato, ma gli ottomani resistettero fino al 1867, molto tempo dopo che il resto della città era tornato al dominio serbo.

Mentre osservi le rovine, tieni d'occhio le targhe che commemorano quella liberazione finale nel 1867 e ricordano i cittadini giustiziati qui durante la seconda guerra mondiale.

3. Museo nazionale di Šabac

Museo Nazionale Šabac

Situato in via Masarikova, il museo della città illustra la storia e l'etnografia di Šabac.

Il nobile edificio classico del museo ha bisogno di essere menzionato perché divenne la seconda palestra della Serbia (Grammar School) quando fu costruito nel 1857. E per chiunque sia desideroso di saperne di più su Šabac e sulla storia storica del bacino del fiume Drina, questo è il all'attrazione.

Inizierai con strumenti neolitici, armi e ceramiche e passerai a interessanti manufatti romani come gioielli, contenitori di vetro per cosmetici e statue in bronzo a Mercurio e Venere.

Il dipartimento di etnologia risponderà a qualsiasi domanda tu abbia sull'artigianato tradizionale, i mobili, i costumi e la cultura spirituale di Šabac.

4. Ulica Gospodar-Jevremova

Ulica Gospodar-Jevremova

La via più bella di Šabac ha adottato il nome di Jevrem Obrenović nel suo centenario nel 1890. Questa via aveva iniziato a prendere forma all'inizio del XIX secolo ed è piena di palazzi signorili dell'Europa centrale, sotto forma di case a schiera, edifici comunali e servizi pubblici.

Per mantenere l'atmosfera del vecchio mondo della strada non meno di dieci edifici sono elencati monumenti e questi hanno facciate dipinte a stucco impreziosite da balaustre, motivi floreali e portali regali.

Alcuni da tenere a mente sono la casa a schiera Kuća Pavla Stanića, il tribunale distrettuale (Zgrada Okružnog Suda) e la prima farmacia nazionale (Prva Narodna Apoteka).

5. Dunjića Kuća

Dunjića Kuća

Questa sontuosa residenza cittadina fu costruita nel 1920 per l'importante chirurgo militare Mihailo Dunjić.

Gestì l'ospedale di Šabac dal 1920 al 1936 e la casa si trova proprio di fronte al suo posto di lavoro.

Dopo essere stato restaurato negli anni '80, Dunjića Kuća è un pezzo impressionante dell'architettura neorinascimentale e ti dà un'idea dello stile di vita dei residenti più ricchi della città.

La casa è aperta al pubblico e al piano superiore si trova una mostra di dipinti del pittore paesaggista post impressionista Branko Stanković con sede a Šabac.

6. Attrazioni nei dintorni di Šabac

Kuća Dragomira

C'è una serie di meravigliosi edifici a Šabac che potrebbero non essere attrazioni turistiche a sé stanti, ma sono tutti degni di una fotografia se passi di lì.

Krsmanovića Kuća è una dimora neo-rinascimentale splendente di fronte alla cattedrale e con ghirlande, nicchie e statue sulla sua facciata.

Zgrade Bliznakinje (Twin Buildings) è un'altra residenza per il benestante, progettata da Milorad Ruvidić che ha contribuito tanto alla capitale, il paesaggio urbano di Belgrado come qualsiasi altro architetto.

È una dimora in stile Beaux-Arts con richiami allo stile Luigi XIII del XVII secolo.

Assicurati anche di passare vicino alla ghirlanda Kuća Dragomira, agli Archivi intercomunali del 1865 e alla Biblioteca comunale, che si trova nel vecchio palazzo episcopale.

7. Fiume Sava

Šabac Sava River

Proprio accanto alla fortezza c'è una spiaggia sabbiosa sul fiume con erba sulla sua battigia.

Nelle calde giornate estive la spiaggia è piena di bagnanti e nuotatori.

È stato tutto recentemente ristrutturato, con una fila di ombrelloni permanenti e una piccola passeggiata, dove ci sono un paio di ristoranti con terrazze che si affacciano sull'acqua.

Se il fiume è abbastanza sicuro per nuotare è in dubbio, ma ci si può divertire tanto in kayak, passeggiare sull'acqua o prendere il sole.

8. Festival estivo di Šabac

Festival estivo di Šabac

Intorno all'ultimo fine settimana di luglio, la fortezza e la spiaggia sono affollate di appassionati di musica per il Festival estivo di Šabac.

Quasi tutti gli spettacoli qui sono domestici e se ti sei mai chiesto com'è la scena musicale in Serbia, ecco la tua occasione per scoprirlo.

C'è un impegno speciale nei confronti di nuovi artisti emergenti e l'intero spettro di generi musicali è coperto, dal punk rock, all'hip-hop e alla techno.

C'è una zona di festa con dj set e una nuova "Art Zone" per musica classica, workshop e teatro di alto livello.

L'evento è considerato il principale festival musicale della Serbia occidentale e attira molti fan della vicina Bosnia ed Erzegovina.

9. Čivijada

Šabac Čivijada

Šabac ha un'immagine in Serbia come una città di burloni e burloni.

E questa reputazione risale a un racconto apocrifo del XIX secolo: mentre Jevrem Obrenović fece il suo dignitoso arrivo in città, un locale malizioso rimosse il perno del suo allenatore, facendolo cadere in modo comico.

Il carattere irriverente della città è stato celebrato ogni settembre dal 1968 con un festival di umorismo e satira che prende il nome da quel fulcro mancante "Čivijada". Nel 2008 questo si è trasformato in un carnevale chiassoso con bande musicali, teatro di strada, spettacoli stand-up e una sfilata con un tema volgare.

10. Fiera di Šabac

Fiera di Šabac

A seguire da Čivijada c'è la fiera annuale della città, che si svolge il 21 settembre, giorno della nascita della Vergine Maria.

Questo evento ha un'enorme importanza a Šabac ed è famoso in tutta la Serbia.

Migliaia di residenti si presentano, insieme a persone del vicino distretto di Mačva, e scendono tutti sulle rive del Sava per esplorare le bancarelle del mercato e cenare e bere in tenda.

C'è una superstizione locale che se non acquisti qualcosa dal mercato in questo giorno verrai maledetto con un anno di sfortuna! È un evento vibrante, con gruppi folk, artisti di strada, zingari che raccontano fortune e giostre per bambini della vecchia scuola.

11. Cer Mountain

Cer Mountain, Serbia

Fonte: marstockphoto / shutterstock

Cer Mountain

Non lontano a sud-est di Šabac si trova tradizionalmente un massiccio come porta occidentale della Serbia (Zapadnom kapijom Srbije). Questo era vero per numerosi eserciti e culture nel corso dei secoli, e gli Illiri, gli Unni, le tribù slave, i Romani e i Bizantini avevano tutti roccaforti in questo intervallo.

Nell'agosto del 1914 le forze serbe e austro-ungariche si scontrarono in questo terreno montuoso per la battaglia di Cer, in cui l'esercito serbo sconfisse e quindi fece rotolare le più grandi forze austro-ungariche.

Ora Cer è una questione di passeggiate rigeneranti e ha percorsi che ti guidano in rinfrescanti boschi di querce e faggi abitati da cervi e cinghiali.

Scopri cosa puoi trovare in estate, poiché la gamma è ricoperta da erbe selvatiche e frutta come fragole e mirtilli.

La vista sulla pianura di Pocerina e Mačva dalla cima più alta a 687 metri è quella che non dimenticherai presto.

12. Monastero di Kaona

Monastero di Kaona, Serbia

Fonte: Milos Vucicevic / shutterstock

Kaona Monastery

Un breve viaggio e poi una passeggiata a sud di Šabac ti condurranno in un monastero attivo che risale al 14 ° secolo.

La storia narra che fu fondata da Ikonija, una sorella di Miloš Obilić, cavaliere al servizio del principe Lazar.

Obilić entrò nel folklore e divenne il soggetto di poesie epiche per le sue presunte azioni eroiche nella battaglia del Kosovo nel 1389. Il monastero subì durante il dominio ottomano e poi nelle due guerre mondiali, quindi non molto dell'architettura è originale.

Ma ha un'affascinante chiesa bizantina imbiancata a calce accanto a una cappella, entrambe con affreschi intensamente colorati all'interno.

Vieni per lo scenario, mentre la chiesa è adagiata su remote colline boscose verdi accanto a uno stagno alimentato da una primavera gocciolante.

13. Monastero di Petkovica

Monastero Petkovica, Serbia

Fonte: sima / shutterstock

Monastero Petkovica, Serbia

Come Kaona, questo monastero ai piedi del monte Cer ha attraversato secoli di danni e abbandono.

Secondo la tradizione fu fondata dal re Dragutin di Serbia nel 13 ° secolo.

La chiesa e gli edifici monastici sopravvissero a molti assalti fino a quando non furono infine abbattuti nella prima rivolta serba all'inizio del XIX secolo.

Furono rapidamente restaurati in un pulito stile Moravan e la chiesa principale ha una torre a due piani e un bellissimo altare decorato con motivi floreali.

Di fronte c'è una curiosità bizzarra: una vite che si ritiene abbia qualità prodigiose, che guarisce l'infertilità nelle donne.

14. Mišar

Misar

Accanto alla Sava ai margini orientali della città si trova il villaggio di Mišar, che ha fatto la storia nell'agosto 1806 per la sua omonima battaglia tra i serbi e l'Impero ottomano.

Questo fu combattuto sulle scogliere sopra il fiume e si concluse con una completa vittoria serba, costringendo temporaneamente gli eserciti turchi a ritirarsi.

Un monumento è stato installato sul campo di battaglia nel 1906 in occasione del centenario e c'è un museo modesto ma interessante con reperti del conflitto.

È possibile prendere accordi con l'ufficio turistico di Šabac per un tour.

15. Kafanas

Šabac Kafana

Si dice che il vero carattere di Šabac possa essere scoperto nelle sue kafanas (taverne tradizionali). Ci sono più kafane pro capite qui che in qualsiasi altra città serba, e ad un certo punto la gente scherzerebbe sul fatto che la città avesse più kafana delle persone.

Venire a un kafana era un privilegio dei soli uomini, ma Šabac ha rotto gli schemi nel 19 ° secolo, diventando la prima città serba a consentire anche alle donne di visitare.

Un pasto in un Kafana non è un affare semplice o breve, e comporta molti corsi che iniziano con un meze e si accumulano in piatti di carne alla griglia.

Preparati a fare brindisi con scatti di rakija (forte brandy dei Balcani) e fai del tuo meglio per unirti al canto che accompagna le band folk dal vivo.