15 cose migliori da fare a Prešov (Slovacchia)

All'ombra degli Alti Tatra Moutains nella Slovacchia orientale si trova Prešov, la terza città del paese. Prešov ha una storia che risale al Medioevo ed era al culmine dei suoi poteri nel 1600, diventando ricco di opale, miniere di sale e industria del merletto a tombolo.

Il centro storico di Prešov è intriso della ricchezza di quel tempo e ha strade fiancheggiate da case a schiera stuccate. È facile spostarsi a piedi poiché il traffico stradale è limitato nel centro, conferendo alla città un'atmosfera intima da piccola città. Nelle vicinanze puoi fare i conti con il commercio di opali di Prešov in una miniera o conquistare i castelli affascinanti proprio fuori dalla città.

Esploriamo il migliori cose da fare a Prešov:

1. Centro storico

Centro storico, Presov

Fonte: Andrii Cherniakhov / shutterstock

Centro storico

A Prešov la maggior parte della tua visita si svolgerà su Hlavná Ulica (via principale), una lunga arteria che attraversa la città vecchia e si divide in due bracci paralleli.

Nello spazio tra i due rami ci sono monumenti come la cattedrale gotica della città del 1400.

Lungo tutta l'Hlavná Ulica ci sono case e palazzi regali e, dato che questa parte della città è prevalentemente pedonale, durante l'estate è occupata da posti a sedere all'aperto per ristoranti e bar.

Ci sono piccoli passaggi che ti invitano a uscire da questa strada centrale e nei vicoli laterali che si verificano su monasteri, chiese, monumenti storici con storie avvincenti dietro di loro.

Un paio di nomi da annotare sono il Palazzo Klobušických, risalente al XVIII secolo, e l'Aquila nera, un isolato di case borghesi sul lato sud, Hlavná Ulicam, risalente al 1500.

2. Cattedrale di San Nicola

Cattedrale di San Nicola, Presov

Fonte: Leonid Andronov / shutterstock

Cattedrale Di San Nicola

L'imponente cattedrale per i cattolici della città fu iniziata a metà del 1300 e completata nel 1515. Ha navate te, ognuna identica in altezza, che sale a 16 metri e culmina in graziose volte.

Ci furono incendi nel 1711 e nel 1788, quindi la chiesa è ora una fusione di alto gotico e barocco del 18 ° secolo.

C'è un sacco di ricche decorazioni all'interno, quindi tieni gli occhi aperti per l'altare di San Nicola, che risale al 1696 e fonde arte gotica e barocca.

Le sculture più antiche raffiguranti gli angoli sono del maestro Paolo di Levoča, un maestro intagliatore che lavora nei primi decenni del XVI secolo.

3. Chiesa di St. Alexander Nevsky

Chiesa di Sant'Alessandro Nevsky

Fonte: Shevchenko Andrey / shutterstock

Chiesa Di Sant'Alessandro Nevsky

La cattedrale ortodossa di Prešov è un segno che sei sul lato orientale della Slovacchia, dove risiede la maggior parte di questa congregazione.

È dedicato al santo russo Alexander Nevsky, un Grand Prince del 13 ° secolo famoso per il trionfo contro gli invasori svedesi e tedeschi.

La chiesa è una costruzione moderna, costruita sul retro della seconda guerra mondiale secondo le tradizioni dell'architettura ortodossa russa.

Ha cinque cupole a cipolla e al suo interno c'è un'iconostasi a doppio petto con icone di Gesù e della Vergine Maria, circondata dai vari santi della chiesa ortodossa.

4. Sinagoga ortodossa

Sinagoga ortodossa

La sinagoga ortodossa si trova in una strada tranquilla nel centro storico e presenta un discreto design neoclassico.

Risalente al 1898, è infuso di sottili elementi moreschi che puoi distinguere nelle modanature sopra le finestre del primo piano.

L'esterno sobrio non lascia intuire la sontuosa decorazione dipinta a mano all'interno, dove continuano i motivi moreschi.

L'arca che contiene la Torà è un punto culminante ed è stata composta da uno scultore di Graz.

Il grado di conservazione all'interno, considerando gli eventi della seconda guerra mondiale, rende questo uno dei più bei monumenti ebraici della Slovacchia.

Puoi iscriverti alla visita guidata per conoscere la comunità ebraica di Prešov e visitare il piccolo museo nella galleria delle donne al piano di sopra.

5. Krajské Múzeum (Museo della contea)

Krajské Múzeum

Fonte: Ing.Mgr.Jozef Kotulič / Wikimedia

Krajské Múzeum

Di fronte a Hlavná Ulica dalla Cattedrale di San Nicola c'è una delle residenze più belle del centro storico, il Palazzo Rákocziho.

Nacque unendo due ricche case a schiera e prende il nome dal suo proprietario del 17 ° secolo, il cavaliere Žigmund Rákoci, che diede al palazzo il suo attuale design rinascimentale.

Questo contiene un museo per la regione di Prešov, che pullula di reperti interessanti come armi storiche, orologi, mobili, merletti Solivar, esemplari naturali e un'utile cronologia di Prešov dall'800 all'Ottocento.

6. Cattedrale di San Giovanni Battista

Cattedrale di San Giovanni Battista, Presov

Fonte: Leonid Andronov / shutterstock

Cattedrale Di San Giovanni Battista

Questa cattedrale barocca è per la congregazione greco-cattolica di Prešov.

Ha preso forma nel 1300 ed è stato acquisito dall'ordine dei Minoriti nel 1603. Hanno dato all'edificio il suo attuale design a metà del 18 ° secolo, quando furono realizzati il ​​suo portale altamente decorativo, pilastro e capitelli.

All'interno si possono vedere le tombe dei vescovi Pavel Peter Gojdič e Basil Hopko, entrambi martirizzati dal regime comunista.

La coppia fu incarcerata nel 1950: Gojdič morì in prigione nel 1960 e Hopko fu rilasciato in una casa di cura nel 1964. La cattedrale ospita anche una fedele replica del sudario torinese.

7. Immaculata

Sul lato superiore di Hlavná Ulica si trova l'Immaculata della città, una colonna mariana iscritta come tesoro nazionale slovacco.

Questo è un monumento eretto dai Gesuiti nel 1751 per ricordare le vittime delle epidemie di peste che hanno colpito la città nel 1679 e nel 1710. È incoronato da una statua della Vergine Maria con Bambino per ringraziarla per aver posto fine alle epidemie e prevenire di più.

Questa colonna di arenaria è riccamente scolpita e sotto l'immagine di Maria vi sono statue di otto santi ad ogni angolo, disposte su due livelli.

8. Kalvária

Per uno scorcio della campagna c'è uno splendido complesso religioso barocco su una bassa altezza a ovest della città.

Questo è stato un altro sforzo di "ricatholicization" da parte dei gesuiti e ha una serie di 15 cappelle, una chiesa, catacombe e un cimitero, il tutto in cima a una lunga rampa di scale.

Il finanziamento proveniva dalla città, ma anche donazioni da famiglie nobili, le cui coste delle armi sono ancora visibili sopra il portale di diverse cappelle.

L'attrazione dei pesi massimi qui è la Chiesa di Santa Croce, del 1753, con pareti interne sapientemente dipinte per amplificare il senso della scala.

Storia a parte, la Kalvária è un luogo rilassante per una passeggiata con una vista molto fotogenica della città.

9. Prešovská 49. Rovnobežka

Prešovská 49. Rovnobežka

Una curiosità deviante si trova anche a pochi metri dal monumento Immaculata.

C'è una piccola installazione qui per segnare il corso del 49 ° Parallel North, e puoi tracciare il suo percorso attraverso il marciapiede e la piazza su Hlavná Ulica.

Una curiosità usa e getta su questa linea è che forma il confine tra Canada e Stati Uniti a circa 3.500 chilometri.

C'è una lunga fila di terrazze di caffè accanto al monumento, quindi è qualcosa su cui riflettere mentre sorseggi una birra fredda o una tazza di caffè.

10. Fontana di Nettuno

Fontana di Nettuno, Presov

Fonte: Leonid Andronov / shutterstock

Fontana di Nettuno

Questa fontana con una statua di Nettuno che regge porta gravitas extra nel piccolo parco di Hlavná Ulica.

È la più antica e la più magistrale delle dieci fontane di Prešov, e risale al 1789. È dove una volta si trovava la fontanella originale della città ed è stata presentata in dono a Prešov dal commerciante ebreo Marek Holländer per avergli permesso di fare affari in città .

E per questo motivo è carico di significato come prima di quel tempo agli ebrei era proibito vivere o lavorare a Prešov.

Nettuno brandisce il suo tridente e si siede su un'isola nella fontana, circondato da animali di pietra come un serpente, un rospo, una tartaruga e un coccodrillo, che spruzza acqua.

11. Caraffa Prison (Caraffova Väznica)

Appena fuori Hlavná Ulica, questo edificio risale al 1400 ed è collegato con uno degli eventi più traumatici di Prešov.

Nel 1687 il generale Caraffa, un commissario generale italiano nel Regno degli Asburgo, rinchiuse un certo numero di nobili di Prešov in questo edificio, sospettati di insurrezione.

In un episodio che è entrato nella storia della città, 24 di loro sono stati torturati, processati ed giustiziati in pubblico e la testa bloccata su punte.

Nel 2012 l'edificio è stato rinnovato e aperto come la galleria della città di Prešov, che ospita mostre d'arte e una collezione permanente di merletti e opale Solivar.

12. Statua di San Rocco (Súsošie Svätého Róchusa)

Statua Di San Rocco

All'ombra degli alberi di fronte al monastero francescano di Prešov c'è un monumento scolpito che è anche nella lista dei tesori nazionali slovacchi.

Fu finanziato dall'ordine francescano e presenta St Rochus sul suo plinto principale con Francis, Florian e Anthony ciascuno su piattaforme più in basso.

Questi sono tutti realizzati in arenaria e nel tempo hanno subito alcuni restauri.

La più recente risale al 1993 quando una copia identica di San Rocco sostituì l'originale alterato.

13. Castello di Šariš

Castello di Šariš

Fonte: Daniel Poloha / shutterstock

Castello di Šariš

Basta uno sguardo alle rovine a un paio di chilometri da Prešov e saprai che un tempo era un castello formidabile.

Il castello fu innalzato nel 900 e comandava la via commerciale lungo il fiume Torysa su una collina vulcanica che era stata abitata fin dall'età della pietra.

I miglioramenti furono apportati nel 1200 e nel 1500, quando fu rafforzato di fronte alla crescente minaccia degli ottomani.

Ma nel 1687 la rivista di polvere da sparo prese fuoco cancellando il castello.

È una riserva naturale nazionale, una brezza in macchina dalla città.

Quindi i residenti di Prešov visitano per fare passeggiate e frugare attorno alle mura, alle torri, alla fortezza, al bastione e ad altre rovine, il tutto in discreta forma oltre 300 anni dopo la catastrofe.

14. Castello di Spiš

Castello di Spiš

Fonte: karnizz / shutterstock

Castello di Spiš

Se questo ha stimolato il tuo appetito, c'è un altro castello a ovest di Prešov che devi assolutamente vedere.

Spiš riposa imperiosamente su una collina a più di 600 metri sul livello del mare di fronte alle cime frastagliate degli Alti Monti Tatra.

Passando per area, il Castello di Spiš è uno dei più grandi d'Europa e fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Nel medioevo fu la roccaforte preferita della nobile famiglia Zápolya e l'ultimo re d'Ungheria prima degli Asburgo, Giovanni Zápolya nacque proprio in questo castello nel 1491. Dopo oltre 600 anni di occupazione il castello fu distrutto da un incendio nel 1780, ma non è stato perso molto.

Le cucine, i sotterranei, i portici rinascimentali e gran parte del mastio sono stati recentemente restaurati e contengono mostre sulla storia storica dell'edificio.

15. Miniere di opali slovacche

Miniere di opali slovacche

La più grande e preziosa porzione di opale mai trovata fu scoperta né lontano a sud-est di Prešov, su un letto del fiume a Dubník.

Questo è noto come "Arlecchino", pesa più di mezzo chilo e viene conservato al Museo di storia naturale di Vienna.

Scoperte come questa hanno dato origine a un'intensa attività mineraria nel XIX secolo e una di queste miniere è aperta ai visitatori.

Il gioielliere viennese Solomon Goldschmidt ebbe il contratto di locazione e la miniera rimase in attività fino al 1880. Di oltre 22 chilometri di tunnel, 1,5 è navigabile al pubblico.

La cosa migliore viene d'estate, perché in inverno i tunnel ospitano migliaia di pipistrelli in letargo che rappresentano 16 specie.