15 cose migliori da fare a Bree (Belgio)

Vicino al nordest del Belgio, Bree è una città nel Kempen, una regione idilliaca di brughiere, zone umide e terreni agricoli.

Per centinaia di anni l'agricoltura è stata la spina dorsale dell'economia di Bree e ogni venerdì uno dei più grandi mercati della regione si snoda attorno al centro della città.

Il vecchio nucleo pedonale di Bree ha mantenuto il suo piano stradale medievale e, sebbene le vecchie porte, i bastioni e il fossato siano spariti, sul marciapiede ci sono segni che mostrano dove si trovavano.

Praticamente, tutte le principali attrazioni e attrazioni di Bree sono raggruppate intorno alla piazza centrale di Vrijthof, che è un bel posto dove trascorrere un'ora o due a curare una birra o un caffè freddo in estate.

1. Sint-Michielskerk

Sint-Michielskerk

La chiesa principale di Bree, costruita in giallo marne del Limburgo, è dedicata al santo patrono della città, Michael, e mescola l'architettura gotica di Mosan e quella neogotica.

Ma c'è anche un'opera in pietra della prima chiesa romanica costruita in questo sito nell'XI secolo, nella torre quadrata nonostante diverse ricostruzioni.

Il coro e la navata sono rispettivamente del XV e XVI secolo, ma l'edificio fu ampliato nei primi anni del 1900, il che spiega lo stile neogotico prevalente dentro e fuori.

Il motivo per cui devi entrare è per l'abbondante statua gotica e rinascimentale.

Da vedere è la rappresentazione a grandezza naturale della sepoltura dello scultore dei primi Paesi Bassi Jan van Steffeswert (1460-1531). Cerca anche la Pietà del 1380, il gruppo del Calvario del 1525 e una Maria con bambino (1530), tra molti altri.

L'acquasantiera nel frattempo era scolpita con quattro facce di calcare blu-nero all'inizio del XVI secolo.

2. Oud Stadhuis

Oud Stadhuis

Fonte: www.bree.be

Oud Stadhuis

L'edificio signorile con il frontone a sud della piazza centrale di Vrijthof è l'ex municipio di Bree.

Oggi ospita una succursale di Oxfam e l'ufficio turistico della città al pianterreno, mentre al piano superiore c'è un museo con una selvaggia diversità di oggetti del passato di Bree.

L'Oud Stadhuis fu costruito tra il 1587 e il 1591. Il consiglio comunale e gli assessori si sarebbero incontrati qui, le guardie cittadine e le corporazioni della milizia (Schutterij) avrebbero immagazzinato le loro attrezzature in questo edificio, e c'erano mercati in questo punto.

La facciata è stata rinnovata in stile Luigi XV a metà del 18 ° secolo, che è l'origine di quel maestoso frontone rococò.

Il rilievo raffigura San Michele che combatte il drago e sfoggia gli stemmi di Bree, l'imperatore d'Austria e Johann Theodor di Baviera (1703-1763), che era allora Principe Vescovo di Liegi.

Anche il carillon di Bree fu montato all'Oud Stadhuis nel 1981, suonando ogni 15 minuti.

3. Sint-Michielscollege (Stadhuis)

Stadhuis

Sulla piazza centrale di Vrijthof, il municipio di Bree è ospitato in un ex edificio del monastero agostiniano risalente al 1659. La struttura principale sulla piazza è il Rinascimento di Mosano, con chiostri barocchi completati in seguito, all'inizio del XVIII secolo e una cappella barocca intorno 1718. A partire dagli anni '90, il complesso, che in precedenza aveva ospitato una scuola, fu sapientemente rielaborato per ospitare gli uffici municipali di Bree.

Sei libero di dare un'occhiata in giro, e forse lo spazio più sorprendente è la sala del consiglio al secondo piano, chiamata per Kim Clijsters nativo di Bree e con una notevole struttura del tetto in legno.

Il giardino retrostante era abbellito in uno stile simmetrico del Rinascimento francese.

Cerca la scultura di due uomini di fronte: le loro teste sono separate da un piede medievale di Bree, che misura 28,5 cm.

4. Vrijthof

La graziosa piazza centrale di Bree è delimitata a nord dal dignitoso municipio.

Il nome Vrijthof deriva da un cimitero murato che un tempo occupava parte di questo spazio.

Dal 1532 questo fu il sito di un pozzo che fu sostituito nel 18 ° secolo da una pompa dell'acqua.

E sebbene entrambi siano scomparsi da tempo, il loro ricordo è stato riportato in vita da una fontana divertente con getti bassi che i bambini amano nei giorni estivi e sono illuminati di notte.

C'è un branco di brasserie e caffè lungo il lato est della piazza, e sebbene Vrijthof non sia grande, è un luogo per eventi tutto l'anno.

Uno che i turisti devono tenere a mente è il festival dei camion di cibo SMA (A) K alla fine di maggio.

5. Bocholter Brouwerijmuseum

Bocholter Brouwerijmuseum

Fonte: Bocholter Brouwerijmuseum / facebook

Bocholter Brouwerijmuseum

Brouwerij Martens nella vicina Bocholt ha la terza capacità più alta di qualsiasi birrificio in Belgio, con 3,6 milioni di ettolitri all'anno.

La società risale al 1758 e ha trasformato il suo storico birrificio, utilizzato da quel momento fino alla metà del 19 ° secolo, come un superbo museo industriale.

Ricco di attrezzature vintage, il museo è un viaggio attraverso il processo di produzione della birra nel 18 ° e 19 ° secolo, dal malto alla purificazione, alla fermentazione, alla botte, all'imbottigliamento e al trasporto.

Scoprirai quali abilità sono ancora utilizzate nella produzione della birra, così come alcuni dei metodi e delle tecnologie più bizzarri che da allora sono stati dimenticati.

Se hai mai desiderato conoscere la differenza tra un bollitore in ebollizione e un refrigeratore per mosto, questo è il museo che fa per te.

E tutto finisce sulla terrazza soleggiata con un bicchiere di birra fredda.

È meglio contattarli attraverso Facebook per programmare una visita.

6. Stadsmuseum Bree

Stadsmuseum Bree

Fonte: www.bree.be

Stadsmuseum Bree

L'attico del vecchio municipio è un deposito per i vari tesori di Bree.

Questa raccolta di modelli, documenti, manufatti e fotografie è stata assemblata per la prima volta negli anni '70 e racconta la storia di Bree dalla preistoria alla seconda guerra mondiale.

Ci sono mobili barocchi, tutti i tipi di utensili e strumenti relativi ai commerci storici, nonché armi e insegne dello Schutterij di Bree, corporazioni di volontariato incaricate della difesa della città in epoca medievale e moderna.

Un modello in scala dettagliato mostra l'estensione della città intorno al 1700, e c'è un gabinetto di documenti storici dal XV al XVII secolo.

Particolarmente degno di nota è una carta del 1007 con il primo riferimento scritto a Bree, quindi "Britte". Il museo può essere visitato solo su richiesta in compagnia di una guida.

Fortunatamente gli uffici turistici della città sono proprio al piano di sotto.

7. Ciclismo

Ciclismo

Fonte: Steven Van Verre / shutterstock

Ciclismo

La verde e delicata campagna intorno a Bree è servita da un sistema di piste ciclabili di 2.000 chilometri.

La maggior parte di questi sono asfaltati e privi di traffico stradale e sarai in grado di pianificare i tuoi viaggi utilizzando gli incroci numerati del sistema (knooppunten). Ci sono anche percorsi speciali, denominati che attraversano Bree, che vanno dai 17 ai quasi 90 chilometri di lunghezza.

Se lo scenario bucolico è ciò di cui hai bisogno, il Landbouwfietsroute (percorso agricolo) di 34 chilometri ti porterà oltre 12 diverse fattorie.

In questo giro rilassante vedrai cortili, campi coltivati ​​e paddock con cavalli, bovini, pecore e capre.

8. Sint-Maartensheide – De Luysen

Sint-Maartensheide - De Luysen

Fonte: www.bocholt.be

Sint-Maartensheide – De Luysen

L'Abeek, che scorre oltre Bree da ovest a est, è un ruscello che è stato lasciato relativamente intatto dagli umani, mantenendo i suoi meandri naturali e bordato da paludi e stagni.

Sint-Maartensheide – De Luysen è una riserva naturale a dieci minuti a nord-est di Bree, dove è possibile passeggiare o andare in bicicletta in un mix di erica, foresta, pascolo pascolato da bestiame delle Highland e prati che confinano con palude e mare aperto.

Questo è un habitat vitale per le libellule, ma l'area più ampia è anche tra i siti più ricchi di uccelli nelle Fiandre.

Una specie distintiva che prospera in luoghi paludosi in estate è il grande shrike grigio, che cattura insetti come libellule.

Tarabuschi, beccacce e cecchini nidificano tutti in questo ambiente, mentre i falchi pescatori e le egrette svernano qui.

Il Mariahof di De Luysen è una vecchia fattoria degli inizi del XIX secolo, acquistata dallo stato belga nel 2005 e trasformata in centro visitatori per la riserva.

9. Porte e torri perdute

Gerdingerpoort

Uno sguardo a Bree su una mappa e vedrai che ha un piano stradale medievale, con una tangenziale che ha preso il posto dei bastioni e del fossato nel 1870. La strada porta i nomi delle diverse sezioni dell'ex muro ( Witte Torenwal, Grauwe Torenwal, Ter Rivierenwal). Ma ancora più interessante è che i contorni delle quattro porte della città perdute di Bree sono stati conservati nella pavimentazione.

Questo vale per Gerdingerpoort, De Witte Toren e Opitterpoort.

Quest'ultimo, nel sud-est di Bree, segna due torri a forma di ferro di cavallo con un piccolo passaggio tra loro, mostrando quanto fossero più piccole le persone e il bestiame nel Medioevo rispetto ad oggi.

Sull'asse meridionale dell'anello si possono effettivamente vedere le fondamenta scavate del Grauwe Toren, anche con un'impronta a ferro di cavallo.

10. Boneput

Boneput "width =" 770 "height =" 513 "srcset =" http://pazzoturistici.online/wp-content/uploads/2020/02/1581942709_911_15-cose-migliori-da-fare-a-Bree-Belgio.jpg 1024w, htt //cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/02/ccimage-Boneput-20speeltoestellen-soccerkooi20en20skatevoorzieningen20084-300x200.jpg 300w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/02 /ccimage-Boneput-20speeltoestellen-soccerkooi20en20skatevoorzieningen20084-768x511.jpg 768w, https://cdn.thecrazytourist.com/wp-content/uploads/2020/02/ccimage-Boneput-20speeltoestellen-soccerkooi.jpg202020202020202020 = "(larghezza massima: 770px) 100vw, 770px" />

<p class=Fonte: www.bree.be

Boneput

Lo spazio ricreativo di Bree è un breve giro a sud del centro della città ed è un piacere per i bambini in particolare grazie ai suoi parchi giochi pieni di divertimento e alla Bronneke a tema acquatico.

Una bella aggiunta è il "G Pad" multisensoriale progettato per i bambini disabili, ma disponibile per tutti.

Ci sono anche attrezzature per il fitness all'aperto, un campo da basket, uno skate park, un campo da calcio e una caffetteria, aperti da giugno, luglio e agosto.

Inoltre, anche se ovviamente non è un'attrazione occasionale per i visitatori è il centro di eccellenza del tennis istituito negli anni 2010 dall'ex mondo n.

1 e il campione francese di Open e Wimbledon Kim Clijsters.

È nata nelle vicinanze, è cresciuta a Bree e vive ancora qui, mentre la Kim Clijsters Academy è una struttura di livello mondiale con 20 campi e strutture all'avanguardia per il fitness e la medicina dello sport.

Se vivi nella zona, l'Accademia organizza "Campi da tennis per bambini" durante le vacanze scolastiche.

11. Vallei van de Abeek

Vallei van de Abeek

Fonte: Verboven, Hilde / Wikimedia

Vallei Van De Abeek

Questa riserva naturale a dieci minuti in macchina da Bree si trova anche sul torrente Abeek, e puoi passeggiare nella foresta di ontani e attraversare le paludi attraverso una passerella di legno.

Il tempo per fare il viaggio deve essere all'inizio della primavera, prima che le foglie crescano, quando fiori selvatici come acetosa di legno bianco, celidonia e calendula palustre sono in fiore sul suolo della foresta.

In inverno, nel frattempo, la foresta è piena di siskin eurasiatici che vengono a nutrirsi dei semi di ontano.

12. Rijtuigmuseum Bree

Rijtuigmuseum Bree

André Jonckers, residente a Bree, ha un hobby molto specifico, che colleziona carrozze trainate da cavalli e accessori relativi.

Oltre a circa 20 carrozze antiche, ha raccolto uniformi, strumenti, numerose carrozze in miniatura e la più grande collezione di stufe per carrozze in Belgio, realizzate in rame, ferro o legno.

Le carrozze stesse risalgono principalmente alla fine del XIX secolo.

Tra questi ci sono modelli e stili ormai da tempo consegnati alla storia, come il barouche, il landau, la chaise, la Victoria o il freno a tiro.

Una visita costa € 2 e il museo è aperto tutti i giorni su appuntamento.

13. Archeologisch Park de Rieten

Archeologisch Park De Rieten

Un'attrazione minore a sud-ovest di Bree è un parco archeologico che conserva tumuli dell'età del ferro che furono scoperti vicino al villaggio di Wijshagen nel 1984. Qui ci sono prove di diverse centinaia di anni di attività umana, tra il VI e il I secolo circa aC.

Le persone che vivevano qui in quel momento erano contadini, allevatori di bestiame e artigiani.

Ma le loro tombe, piene di bronzo, ferro, terracotta e persino oro indicano un alto grado di raffinatezza e commercio in tutto il continente.

I reperti scoperti in questo sito sono ora tra i pezzi più importanti in istituzioni come il Museo gallo-romano di Tongeren.

Ci sono tre tombe per i capi celtici, due tombe di tutti i giorni, un cimitero di massa per 44 persone e un santuario romano.

14. Snow Valley

Lo sci potrebbe non essere la prima attività che viene in mente nel Limburgo belga, ma a Peer c'è un centro sportivo invernale tutto l'anno.

La Snow Valley ha tre piste, la più lunga delle quali, De Grote Piste è di 350 metri e soddisfa tutti, dai principianti ai professionisti.

Se sei un nuovo arrivato, la Pista di Oefen (pista pratica) è quella che fa per te, a 100 metri di lunghezza e con una leggera pendenza.

Poi c'è il ripido Boarder Paradise di 85 metri, pieno di salti, ringhiere e box per i freestyler.

Snow Valley ha una vasta scelta di pacchetti quando si tratta di lezioni, ma se conosci già le corde e vuoi solo goderti la neve e puoi noleggiare tutta l'attrezzatura di cui hai bisogno.

15. Wekelijkse Vrijdagmarkt

Vrijdagmarkt

Il venerdì mattina dalle 08:00 alle 12:00 la metà meridionale del centro di Bree diventa un grande mercato di strada.

Questo si snoda per le strade come un lungo serpente su Grauwe Torenwal, Ter Rivierenwal, Hoogstraat, Nieuwstadstraat, Kloosterpoort, Markt e Vrijthof.

Ci sono più di 120 bancarelle nel giorno di mercato, onorando una tradizione che risale al 13 ° secolo, quando Bree ottenne i diritti della città.

Un registro delle accise del 1437 mostra che bestiame, birra, vino, formaggio, sapone, cuoio conciato, semi di lino, lana e molto altro sono stati venduti per le strade di Bree.

Ora puoi passeggiare per le bancarelle, sfogliare prodotti freschi, pesce, carne, vestiti e tessuti prima di fare una pausa in uno dei tanti caffè di Bree.