12 migliori cose da fare a Hattem (Paesi Bassi)

L'ex città commerciale anseatica di Hattem si trova sul fiume IJssel ed è stata concessa i diritti della città già nel 1299. La Grote di Andreaskerk qui ha elementi ancora più antichi, come una torre romanica del 13 ° secolo e un fonte battesimale.

Non ci vorrà molto per indagare sul paesaggio urbano protetto di Hattem, un crudele labirinto di stradine pedonali storiche che convergono sulla piazza Markt.

Questa piazza tascabile ha una serie di ristoranti, case del 17 ° secolo e un municipio rinascimentale.

Parte del fascino di Hattem proviene dai suoi musei locali, pieni di personalità e che trattano argomenti come la storia della città, il prezioso illustratore Anton Pieck e l'arte della cottura.

A Hattem sei sulla punta nord-orientale della pittoresca regione del Veluwe per attività ricreative all'aperto, mentre puoi usare le rive dell'IJssel per andare in bicicletta verso altre città anseatiche.

1. Museo Voerman

Museo Voerman

Situato in due case storiche, il Museo Voerman documenta diversi aspetti del passato di Hattem, dall'arte all'archeologia.

Qui al centro ci sono il pittore paesaggista Jan Voerman (1857-1941) e suo figlio Jan Voerman jr. (1890-1976), amato per le sue illustrazioni e litografie.

Entrambi sono rappresentati al museo da una serie di opere e uniti alla mostra da altri artisti locali come il neoimpressionista Jo Koster (1868-1944) e lo scultore Bé Thoden van Velzen (1903-1984). Ci sono anche manufatti interessanti, dai giorni anseatici della città ai tempi della figura militare Herman Willem Daendels (1762-1818). La sezione di archeologia ha un becher e una coppa quasi perfetti della cultura del becher neolitico, scoperto in una tomba nel 2012.

2. Museo Anton Pieck

Museo Anton Pieck

Accanto c'è un museo per l'amatissimo pittore e grafico Anton Pieck (1895-1987). Il lavoro di Pieck aveva uno stile cartone animato molto accessibile, raffigurante fiabe e scene domestiche e di strada del XIX secolo.

Nel 1952 progettò la Foresta delle fiabe, che fu la prima attrazione ad aprirsi nel popolarissimo parco a tema Efteling a Kaatsheuvel.

La sua associazione con il parco sarebbe continuata fino agli anni '70.

Il museo di Achterstraat è stato aperto dalla principessa Margriet nel 1984 e in un angolo della sala è possibile vedere la scrivania e il tavolo da disegno che Pieck usava da anni, mentre c'è una grande macchina per incisione vintage.

Questi sono accompagnati da decine di opere originali di Pieck, ruotate e scambiate regolarmente per mantenere fresca la mostra.

3. Museo Bakkerij

Il più grande museo dei prodotti da forno nei Paesi Bassi si trova in tre monumenti nazionali su Kerkhofstraat.

Questi edifici sono collegati da un tunnel sotto la strada e comprendono un autentico forno storico risalente a 150 anni fa.

Qui puoi scavare nella storia affascinante della pasticceria e della pasticceria.

C'è una collezione di utensili da forno, da scaglie a barattoli, muffe e bucce che attraversano secoli.

Su appuntamento puoi anche rimboccarti le maniche e scoprire in prima persona il lavoro di un maestro panettiere, oppure guardare dimostrazioni speciali nel teatro del museo, un programma per il quale è pubblicato sul sito web.

Non puoi resistere all'apertura nel nostalgico negozio del museo, decorato come una bottega del fornaio del XIX secolo.

4. Grote di Andreaskerk

Andreaskerk

Fonte: Arjen de Ruiter / shutterstock

Andreaskerk

La chiesa di Markt, la piazza principale di Hattem, ha le sue radici nel 13 ° secolo come un edificio romanico.

L'unica struttura di quel periodo è la torre quadrata, che ha coppie di aperture ad arco circolare, a differenza delle finestre a botte più lunghe sulle navate laterali e sul coro, costruite nel XIV e XV secolo.

A differenza delle chiese a sala di Deventer e Zwolle, l'Andreaskerk è costituito da una navata centrale con navate laterali nord e sud inferiori.

Assicurati di vedere le bancarelle scolpite nella metà del 17 ° secolo per i funzionari della città di Hattem come magistrati, sindaco e assessori.

C'è anche un fonte battesimale del XIII secolo per la chiesa originale, ricavata da un unico pezzo di arenaria di Bentheimer, e ancora oggi in uso.

Il più antico dei due organi, il Slegelorgel, risale al 1677, ma con un involucro del XVI secolo e raffinati dipinti con persiane del 1662 e del 1667.

5. Stadhuis

Stadhuis

Fonte: Jarretera / shutterstock

Stadhuis

Sul confine settentrionale della piazza centrale di Hattem il municipio ebbe origine come ospizio per lo Spirito Santo nel 14 ° secolo.

Fu poi rielaborato nel 1620 quando fu integrato con l'ex Waag (casa del mercato) e con una facciata rinascimentale.

C'è un delizioso dettaglio nell'angolo, sotto forma di una lanterna dipinta di bianco, mentre lo stemma di Hattem è su un pannello sopra la cornice.

Proprio di fronte al municipio c'è una pompa dell'acqua funzionante risalente al 1776, che si trova proprio accanto al centro informazioni turistiche di Hattem in un altro monumento del 17 ° secolo.

6. De Dijkpoort van Hattem

De Dijkpoort van Hattem

Fonte: Jarretera / shutterstock

De Dijkpoort Van Hattem

L'ultima porta medievale sopravvissuta di Hattem protegge l'ingresso nord del vecchio centro.

Questo è stato innalzato nel XIV secolo e se esci dal portale c'è un frammento del vecchio muro che è collegato con un altro cancello più giovane.

Questo ha ancora aperture per cannoni e arquebus.

Guardando verso il cancello vedrai che la muratura cambia tono verso l'alto.

Questo perché il principale architetto neogotico olandese Pierre Cuypers aggiunse il tetto e le torrette angolari nel 1908 quando la porta fu convertita nell'archivio della città di Hattem.

L'edificio è ora utilizzato per mostre d'arte e artigianato, e puoi entrare sabato dalle 11: 00-15: 00 per salire la stretta scala a chiocciola fino al terzo piano, che ha una vista superba di Hattem.

7. Molen de Fortuin

Molen de Fortuin

Fonte: HildaWeges Photography / shutterstock

Molen De Fortuin

Il grazioso mulino di Hattem risale al 1852 e fu costruito per sostituire un altro mulino in questa posizione che era stato abbattuto nel 1808. In effetti, la linea di mulini in questo punto può essere fatta risalire al Medioevo.

In olandese è noto come stellingmolen (galleria mulino), per descrivere la sporgenza di legno sopra la base di mattoni del mulino.

Dopo essere stato restaurato nei primi anni '70, il mulino è perfettamente funzionante ed è aperto il sabato pomeriggio dalle 13:30 alle 16:30. Ti fermi per incontrare un membro di una corporazione di mugnai volontari e guardare le due paia di pietre macinare ancora una volta.

Al piano terra c'è un negozio che vende farina e miscele di torte artigianali.

8. Daendelhuis

Daendelhuis

Fonte: Marc Venema / shutterstock

Daendelhuis

A Kerkhofstraat 11-13 troverai la casa di uno dei figli più famosi di Hattem.

Sicuro di dire che Herman Willem Daendels (1762-1818) ebbe una carriera impegnativa.

Difese Hattem per i ribelli patrioti contro le truppe dello stadtholder nel 1786, poi fuggì in Francia e prese parte alla Rivoluzione, prima di tornare in Olanda nel 1794 come generale dell'esercito rivoluzionario francese.

Partecipò alla campagna russa di Napoleone nel 1812, ma non prima di essere stato assegnato a Giava come governatore generale delle Indie orientali olandesi.

Il Daendelhuis è un edificio a due spioventi con bifore, costruito nel 1619 e vale la pena cercare se sei uno studente di storia europea.

9. Zwolle

Zwolle

Fonte: Thomas Bartelds / shutterstock

Zwolle

Nel caso in cui dimentichi, la capitale provinciale è a soli cinque minuti dall'IJssel da Hattem ed è incastonata nel cuore di un anello di canali.

Città mercantile, Zwolle è cresciuta nello stesso periodo di Hattem, e come il suo vicino era un membro della Lega anseatica in epoca medievale.

La caratteristica brillante della città è il suo centro ben conservato, trasudando la ricchezza storica accesa dal commercio, e ancora schierata dal potente Sassenpoort (Porta di Saxon) dall'inizio del XV secolo.

Zwolle è stato successivamente rafforzato come fortezza stellare e non è difficile vedere i contorni dei bastioni e il fossato su una mappa.

Durante una visita in volo, visita il Peperbustoren (Torre del mulino del pepe) di 74 metri dalla Basilica di Nostra Signora e la splendente chiesa a sala tardogotica, la Grote di Sint-Michaëlskerk

10. Dinoland Zwolle

Dinoland Zwolle

Sulle sponde meridionali di Zwolle, questa attrazione a tema di dinosauro, aperta in primavera e in estate, è a pochi minuti in auto o in autobus da Hattem.

In agguato in un parco paesaggistico con tanto fogliame ci sono oltre 100 modelli in scala reale, ricreando i dinosauri dal periodo Permiano al Cretaceo.

All'interno, la T. Rexpeditie è una mostra interattiva con molte attività coinvolgenti, che ruotano attorno al Tyrannosaurus.

I bambini possono sentirsi veri paleontologi al Paleolab, mentre ci sono un sacco di altre cose per i bambini, come mini-golf, laser tag e campi da gioco scalabili.

11. Attività all'aperto

Attività all'aperto

Fonte: HildaWeges Photography / shutterstock

Attività all'aperto

Hattem si trova sul bordo nord-orientale del Veluwe, una dorsale di colline sabbiose coperte di foreste ed eriche, che si estende fino ad Arnhem 60 chilometri a sud.

Questa campagna si spezza con la percezione di molte persone della campagna olandese ed è una gioia visitarla a piedi attraverso un klompenpad (percorso di intasamento) o in bicicletta.

I ciclisti potevano vedere le numerose attrazioni sul fiume IJssel attraverso la Strada Anseatica, che fa scalo nelle città preservate dall'acqua, molte ancora intatte dai loro giorni commerciali medievali e rinascimentali.

Per gite in barca, canoa, kayak e pedalò, nonché qualsiasi tipo di attività su terra ferma come mountain bike o tiro con l'arco, cercare la società di avventura Vadesto, con sede proprio a Hattem.

12. Weekmarkt

Weekmarkt

Fonte: Aleksandar Mijatovic / shutterstock

Weekmarkt

Puoi assaporare l'atmosfera delle piccole città di Hattem al mercato settimanale, che si svolge sullo Stadslaan ogni mercoledì tra le 13:00 e le 17:00. Questo non è un grande evento commerciale, ma c'è un numero salutare di bancarelle, che vendono formaggi, pollame, pasticceria, fiori, frutta e verdura, noci, frutta secca, conserve e altri oggetti come abbigliamento, accessori di moda e articoli per la casa.

Questi sono venduti da furgoni e rimorchi specializzati che fanno un circuito intorno ai Paesi Bassi centrali e orientali, fermandosi in altre città di medie dimensioni come Brummen, Wezep e Tiel.