11 migliori cose da fare a Yerseke (Paesi Bassi)

Nel 1870, Yerseke su Zuid-Beveland fu scelto per la coltivazione di ostriche su larga scala per servire il mercato francese.

In breve tempo, le cozze, che erano sempre fiorite nell'estuario della Schelda orientale, hanno superato le ostriche come principale fonte di reddito per Yerseke.

Le cozze e le ostriche sono ancora una grande industria per Yerseke, e questo è l'unico porto al mondo in cui c'è un'asta dedicata alle cozze, nonché un giorno in estate che celebra questo mollusco.

Quindi, se ami i frutti di mare, Yerseke sarà qualcosa di simile al paradiso, specialmente se arrivi tra luglio e aprile quando le cozze sono di stagione.

Puoi visitare un letto di ostriche, immergerti nel passato pieno di inondazioni di Zuid-Beveland e, naturalmente, indulgere nelle deliziose ostriche e cozze di Yerseke.

1. Molluschi

mollusco

Fonte: 23pictures / shutterstock

mollusco

Yerseke ha un'enorme quantità di ristoranti di pesce, preparati per far fronte ai molti visitatori affamati che attraversano i confini per l'aragosta, il granchio, le pervinche e il granchio dello scampo orientale, ma soprattutto ostriche e cozze.

Da luglio ad aprile (stagione delle cozze) o da settembre ad aprile (stagione delle ostriche) la freschezza e la qualità dei frutti di mare a Yerseke sono fuori dal mondo, e ci sono 19 ristoranti molto apprezzati tra cui scegliere.

Questo è pazzesco quando ricordi che Yerseke è un piccolo villaggio.

Le cozze dovrebbero essere una priorità e il modo tradizionale di servirle è in salsa di vino o birra, ma puoi ottenerle gratinate, crude o grigliate.

Fai un giro in uno dei letti di ostriche nel villaggio e prova l'ostrica appena sbucciata fuori dall'acqua.

Andremo nei dettagli in una famosa fattoria di ostriche qui sotto, mentre i ristoranti più recensiti a Yerseke sono Nolet's Vistro, Oesterbeurs, De Branding e De Viskeete.

2. Oosterscheldemuseum

Oosterscheldemuseum

La corsa ai frutti di mare di Yerseke iniziata nel 1870 continua a suscitare fascino e puoi scoprire tutto ciò che c'è da sapere in questo museo nel vecchio municipio, dedicato alla regione orientale di Schelda.

Sarai in grado di approfondire la cultura delle cozze e delle ostriche di Yerseke con l'aiuto di reti antiche, cestini, modellini di barche e molte fotografie in bianco e nero.

Una mostra straordinaria è un dipinto panoramico di 4 x 6 metri di Yerseke di Willem Vaarzon Morel, che raffigura il commercio di ostriche al suo apice.

Anche stimolanti sono le centinaia di manufatti provenienti dalle città e dai villaggi di Zuid-Beveland che furono cancellati dalle inondazioni nel 16 ° secolo, a partire dalla catastrofica Sint-Felixvloed del 1530. In una sola volta, questa inondazione spazzò via un enorme pezzo di l'isola e ucciso più di 100.000 persone.

3. Oesterij

Oesterij

Sull'Havendijk c'è una fattoria di frutti di mare che è in attività dal 1906. Qualcosa da amare dell'Oesterij è la trasparenza di tutto.

Sarai libero di guardare gli storici letti di ostriche dove le ostriche vengono conservate in acqua di mare fresca prima che vengano vendute, e dirigersi verso i capannoni della banchina, uno dei quali è dotato di attrezzature antiche, filmati, fotografie e documenti.

Puoi anche vedere le cozze dal vivo essere ordinate e confezionate per i mercati esteri.

C'è un negozio del museo, ma la cosa che attira di più il traffico è il ristorante, dove puoi assaggiare alcune delle migliori cozze e ostriche che tu abbia mai assaggiato, abbinate a un bicchiere di vino bianco croccante.

4. Strand Yerseke

Strand Yerseke

Yerseke è abbastanza piccola che se ti dirigi a ovest lungo la diga lascerai presto la città alle spalle e raggiungerai una piccola ma affascinante spiaggia sabbiosa.

C'è una drammatica differenza tra l'alta e la bassa marea qui, con una stretta fascia di spiaggia ben tenuta quando l'acqua è alta e un'enorme diffusione di piccole piscine e sabbia limosa con la bassa marea.

Non ci sono molte strutture a Strand Yerseke, quindi dovrai portare il tuo cibo e bevande, ma è un posto piacevole dove oziare in una giornata calda e guardare il sole che tramonta.

Gli escursionisti possono continuare lungo la diga, guardando oltre la Schelda orientale verso l'ex isola di Tholen sulla riva opposta.

5. Oesterbaron

Se il tuo appetito per la conoscenza del business delle ostriche di Yerseke è ancora insoddisfatto, l'unica risposta è uscire nell'estuario su una barca.

Operazione familiare, l'Oesterbaron salpa dal porto alle 15:00 tutti i giorni da giugno a settembre.

Nel viaggio di due ore scoprirai come vengono coltivate e raccolte le ostriche nella Schelda orientale, con un sacco di tempo per sedersi e assaporare il paesaggio.

La cosa migliore è quando proverai un'ostrica fresca dall'acqua con un bicchiere di vino.

6. Yerseke Moer

Yerseke Moer

Immediatamente a ovest di Yerseke c'è un paesaggio modellato dall'uomo per centinaia di anni.

Lo Yerseke Moer è una torba chiusa dal mare da una diga circa 1.000 anni fa.

La torba rimase ricca di sale e fu scavata in modo casuale nel Medioevo.

Ad un certo punto questo paesaggio dall'aspetto umile ha fornito sale in tutta Europa.

Per raggiungere la torba, i lavoratori dovevano penetrare uno strato di argilla, che era stato scartato, per creare lo strano aspetto cavo che vi saluta oggi allo Yerseke Moer.

Migliaia di oche svernano qui ogni anno, tra cui oche dai piedi rosa, oche da balano, maggiori oche dalla fronte bianca e oche di brent.

Il percorso pedonale rosso di 2,5 chilometri è allestito con pannelli informativi ed è aperto da luglio a ottobre, quando si possono scorgere trampolieri come avocette pezzate, pettegole rosse, ghepardi dalla coda nera e pivieri dagli anelli piccoli.

7. Marstrand Rondvaarten

Marstrand Rondvaarten

Sempre nel porto di Yerseke c'è un'altra compagnia pronta a portarti sull'estuario per una varietà di tour a tema.

Un viaggio che non dimenticherai presto ti deposita su un banco di sabbia con la bassa marea.

Puoi scendere dalla barca per passeggiare sapendo che nel giro di poche ore questo punto sarà a 3,5 metri sott'acqua.

Marstrand offre anche tour di avvistamento di foche di 2,5 ore (binocolo incluso), nonché viaggi educativi in ​​cui è possibile raccogliere approfondimenti di prima mano sul commercio di cozze e frutti di mare di Yerseke.

Vedrai le cozze crescere sul letto dell'estuario e conoscere le fasi che attraversano prima che siano pronte per essere raccolte.

8. Mosseldag

Mosseldag

Fonte: Joop Hoek / shutterstock

Mosseldag

"Mussel Day" è il terzo sabato di agosto, tradizionalmente all'inizio della stagione delle cozze, anche se ora inizia poche settimane prima.

L'evento attira decine di migliaia di persone, molte in viaggio da Belgio, Francia e Paesi Bassi sulle tracce dell '"oro nero" di Yerseke. Il Mosseldag prende il via con un festival di danza il venerdì sera e sul menu il giorno seguente ci sono crociere gratuite a bordo di barche che catturano i mitili, bancarelle, un luna park, sfilate, tende da birra e infinite opportunità per provare i crostacei preferiti di Yerseke.

Il Mosseldag termina in modo audace con un concerto rock e fuochi d'artificio sul porto.

9. Standbeeld de Mosselman

Standbeeld De Mosselman

Nel caso in cui tu abbia dei dubbi sull'alta considerazione per cui Yerseke tiene le cozze e le persone che le coltivano, c'è una statua di un "uomo cozza" dello scultore Lou Boonman sul molo settentrionale di Koningin Julinanahaven.

Fu collocato qui per commemorare l'apertura del porto e fu inaugurato dalla regina Juliana il 18 giugno 1981. Fu finanziato dall'associazione di pescatori di Yerseke e raffigura un pescatore di cozze che trasporta un cestino.

10. Sint-Odulphuskerk

Sint-Odulphuskerk

Un monumento con un passato difficile, Sint-Odulphuskerk risale al 14 ° secolo, ma fu praticamente bruciato a terra nel 1532. La chiesa a tre navate fu ricostruita nel 17 ° secolo, mentre una torre neogotica di 51 metri sostituì la originale nel 1887. Purtroppo è stato perso durante una battaglia navale sulla Schelda orientale nel 1940, insieme alla maggior parte degli interni della chiesa.

La torre fu rialzata ancora una volta a metà degli anni '70, mentre la chiesa merita una visita per le sue dimensioni impressionanti.

Gran parte del coro del 14 ° secolo l'ha reso intatto al 21 ° secolo, mentre sopra l'ingresso orientale sul Kerkplein è una targa del 1604 affiancata da una coppia di leoni che reggono uno stemma.

11. Pluktuin La Fleur

Pluktuin La Fleur

Questo giardino è aperto da fine marzo a inizio settembre, coltivando fiori che puoi raccogliere da solo.

Pluktuin La Fleur si carica per stelo e ha in primavera migliaia di tulipani, allium, narcisi e iris.

Visita in estate e all'inizio della stagione ci saranno girasoli, dalie, gladioli e gigli.

I prezzi vanno da € 0,20 (iris e narcisi) a € 0,50 (girasoli e gigli). L'ovvio vantaggio della raccolta dei tuoi fiori è che sono molto più economici e si conservano più a lungo nel vaso.